il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

La pietà delle banche

La pietà delle banche

(15 Febbraio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

DIRITTI DEI LAVORATORI

Archivio notizie (dall'Africa)

Capitale e lavoro

(405 notizie - pagina 3 di 21)

Mursi fra le lusinghe del FMI e l’ostilità della piazza

Non bastano i finanziamenti promessi due giorni or sono da Christine Lagarde a nome del Fondo Monetario Internazionale per placare l’altro Egitto che oggi scende in piazza contro la Fratellanza. Sarebbero tanti dollari, 4.8 miliardi, un’aggiunta alla boccata d’ossigeno di 3 miliardi agitati per mesi da Hillary Clinton come premio a un sistema politico che le piacesse. E’ stato...

(24 Agosto 2012)

Enrico Campofreda


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Sud Africa: violenti scontri fra studenti e polizia

Traduzione a cura della Redazione di Infoaut dell’articolo http://libcom.org/blog/south-african-university-closes-after-students-clash-police-17082012 Tre campus della University of Technology (TUT) in Sud Africa sono stati chiusi a causa di violenti scontri tra studenti e polizia. Gli studenti hanno protestato nel corso della settimana contro i tagli ai fondi destinati agli studenti più...

(19 Agosto 2012)


in: «La controriforma dell'istruzione pubblica»

Mursi allontana Tantawi

Il Presidente Mursi sfodera una zampata da rais e fa fuori Tantawi e il suo vice Anan. Lo annuncia in televisione e nei luoghi simbolo del Paese – Tahrir su tutti – gli islamisti festeggiano. Gli attivisti di altri partiti fanno i musi lunghi, soprattutto i mubarakiani che avevano sostenuto Shafiq, e c’è chi paventa addirittura un colpo di coda e di Stato dell’Esercito....

(13 Agosto 2012)

Enrico Campofreda


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Clinton in Egitto per varare un Paese normale

Hillary li ha ascoltati entrambi: il Presidente Mursi e il tutor Tantawi. In un fine settimana rapido, forse risolutivo attorno a questioni cogenti come rilancio dell’economia e finanziamenti, col presupposto di convincere i due uomini-contro a non riattizzare la piazza e conservare la calma. La forzatura, pur pilotata, della scorsa settimana da parte del neo Capo dello Stato con la seduta della...

(16 Luglio 2012)

Enrico Campofreda


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Egitto, prove di potere

Ormai siedono assieme, talvolta parlottando perché lo impone l’agenda. Così sono apparsi il Presidente Mursi e il Feldmaresciallo Tantawi in una cerimonia che decorava alcuni militari. Cosa si siano detti non è dato sapere. Probabili parole di circostanza, magari anche affabili, perciò in contrasto col braccio di ferro delle ordinanze che caratterizza da settimane...

(10 Luglio 2012)

Enrico Campofreda


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Egitto: i copti lanciano il partito 'Fratelli Cristiani'

Un gruppo di attivisti copti ha fondato in Egitto una nuova formazione politica di ispirazione religiosa che si chiama 'Fratelli Cristiani'. Secondo quanto annuncia la tv satellitare 'al-Arabiya' dietro questa iniziativa c'e' il noto avvocato copto Mamdouh Nakhla, direttore del Centro per i Diritti Umani 'al-Kalima' del Cairo, e Michel Fahmi. Obiettivo del nuovo partito é sfidare sul piano...

(5 Luglio 2012)

Redazione Contropiano


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Mursi: felicitazioni internazionali

Salutato da tanti, a cominciare da chi ha dato il via libera al suo insediamento - la Casa Bianca - il primo Presidente senza divisa della Repubblica Araba d’Egitto Mohamed Mursi raccoglie un variegato coro di felicitazioni. Dà il la il governo di Teheran, per decenni in imbarazzo col raìs Mubarak, che saluta il “risveglio islamico” e le novità al vertice di...

(25 Giugno 2012)

Enrico Campofreda


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Presidenziali egiziane: il gioco del rinvio

Nessun annuncio giovedì, probabilmente non giungeranno dati certi neppure domenica. Il risultato delle presidenziali viene rinviato sine die con l’alibi del riconteggio delle schede motivato dalle accuse di brogli che i candidati si sono scambiati reciprocamente. E’ stato più che altro Shafiq a insistere sull’ipotesi, attuando quasi una scusante non richiesta perché...

(22 Giugno 2012)

Enrico Campofreda


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Si ferma il cuore del raìs senza cuore

Dicono sia morto ma tenuto in vita dalle macchine che compiono ciò che neppure il defibrillatore è riuscito a fare: ridare vita al suo cuore. Un amico egiziano chiosa “Il cuore di Mubarak non batteva da troppo tempo, lui non viveva per il popolo ma per il potere e la vanagloria”. Non si riferisce a quel che è accaduto dal 25 gennaio 2011, l’amico Tariq parla...

(20 Giugno 2012)

Enrico Campofreda


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Egitto, colpo di stato strisciante

Gridano al colpo di stato strisciante i ribelli della primavera e gli islamici che dalle lotte anti Mubarak hanno fatto il pieno di voti. La Camera Bassa non esiste più, l’Alta Corte Costituzionale l’azzera contestando i seggi di tutti i deputati eletti come indipendenti nelle liste dei partiti di maggioranza: Libertà e Giustizia e Al-Nour. La Corte lo annuncia con cinque...

(15 Giugno 2012)

Enrico Campofreda


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Egitto, fuochi di ballottaggio

Si dice di tutto nei frenetici giorni che precedono il ballottaggio presidenziale: invalidare il voto, boicottarlo, scegliere il minore fra i due mali. Accanto ai diretti apparati di partito e ai gruppi ufficiali e ufficiosi di sostegno il panorama si mostra diviso non in due o tre ipotesi, addirittura in un numero superiore alle tredici candidature sopravvissute alla scrematura della Suprema Commissione...

(6 Giugno 2012)

Enrico Campofreda


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Mubarak, una condanna da real politik

Ergastolo, che a 84 anni è quasi una carezza. Hosni Mubarak ha ascoltato disteso su una barella, come aveva fatto per tutti i mesi del processo, la sentenza pronunciata stamane dalla Corte di Giustizia che lo condanna insieme al già ministro dell’Interno Habib Al-Hadly quale responsabile politico e morale dell’eccidio di 850 cittadini durante le rivolte dell’anno passato....

(3 Giugno 2012)

Enrico Campofreda


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Hosni mubarak condannato al carcere a vita

Stessa pena per l'ex ministro dell'interno Habib el Adly. Ma i giudici hanno graziato tutti gli ufficiali di polizia alla sbarra. Come se la strage di 850 dimostranti avesse avuto solo mandanti e non anche esecutori. Scontri al Cairo

Il Cairo, 02 giugno 2012, Nena News - Ergastolo. E’ questa la sentenza per Hosni Mubarak e il suo ministro dell’interno Habib el Adly, che il giudice Ahmed Refaat ha letto oggi nell’aula-bunker dell’accademia di polizia del Cairo. L’ex presidente e dittatore egiziano l’ha ascoltata senza fare una piega, disteso su di una barella e nascosto dietro gli occhiali da...

(2 Giugno 2012)

Nena News


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Egitto: riflessioni sulle presidenziali

Shafiq rappresenta quelli che la rivoluzione non l'hanno mai digerita, e anche molti che dopo un anno e mezzo di "strategia della tensione" all'egiziana, ora desiderano un uomo forte

PAOLO GONZAGA Roma, 01 giugno 2012, Nena News - I risultati del primo turno delle presidenziali egiziane che terminano con il ballottaggio tra il candidato dei Fratelli Musulmani , Mohammed Mursy, e quello dell'Esercito e del vecchio regime Ahmed Shafiq, hanno stupito molti, anche se in realtà c'è poco da meravigliarsi: hanno vinto gli unici due candidati che avevano alle loro spalle...

(1 Giugno 2012)

Nena News


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Sabato sentenza, mubarak rischia condanna a morte

Nel giorno dell’annuncio della revoca dopo trent’anni delle leggi d’emergenza, si è appreso che sabato verrà pronunciata la sentenza contro l’ex presidente per il quale l'accusa ha chiesto la pena capitale

Roma, 31 maggio 2012, Nena News - Verrà pronunciato sabato il verdetto contro l'ex rais egiziano Hosni Mubarak che per trent’anni ha dominato il paese grazie anche alle leggi d’emergenza revocate oggi dalla giunta militare al potere. Mubarak è accusato di avere dato il via libera alle uccisioni di oltre 850 manifestanti nei giorni della rivoluzione del 25 gennaio. La sentenza...

(1 Giugno 2012)

Nena News


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Il voto della paura sul domani egiziano

Mentre Sabbahi, terzo con 4.820.000 preferenze e fuori dal ballottaggio, grida all’imbroglio accusando il Ministero dell’Interno di aver “orientato” 900.000 preferenze su Shafiq e minaccia un ricorso alla Commissione Elettorale Suprema, l’apparato politico della Fratellanza Musulmana ha lanciato un appello ai candidati esclusi “L’Egitto e la rivoluzione sono...

(29 Maggio 2012)

Enrico Campofreda


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Egitto, presidenziali: chi e' il candidato del lavoro?

Tra polemiche e tensioni ci si prepara per il ballottaggio di metà giugno, HOUSSAM HAMALAWI, si domanda se tra i candidati c’è un vero sostenitore dei diritti della classe lavoratrice egiziana

Il Cairo, 28 maggio 2012, Nena News - Chi è il candidato del lavoro in queste elezioni presidenziali? E’ una domanda che mi è stata posta spesso nei giorni scorsi. La mia risposta è "Nessuno". Nonostante la presenza di candidati di sinistra in gara (al primo turno), tra cui l’avvocato del lavoro Khaled Ali, che a detta di tutti è il più esperto in organizzazione...

(28 Maggio 2012)

Nena News


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Egitto: ha vinto la democrazia non la rivoluzione

Mohammed Morsi dei Fratelli musulmani e Ahmed Shafiq, espressione dell’ancien regime, vanno al ballottaggio di metà giugno, che potrebbe essere a tre con il nasserista Hamdeen Sabahi. Deciderà la Commissione elettorale. Rabbia e delusione tra i giovani rivoluzionari.

Il Cairo, 26 maggio 2012, Nena News – Il candidato dei Fratelli musulmani Mohamed Morsi con il 25,3 per cento dei voti e il controverso esponente laico Ahmed Shafiq (l’ultimo premier dell’ex raìs-faraone Hosni Mubarak) con il 24 per cento, hanno vinto il primo turno delle elezioni presidenziali del 23 e 24 maggio. Si sfideranno in un faccia e faccia, senza precedenti nella...

(26 Maggio 2012)

Nena News


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Militari contro Fratelli nell’Egitto post Mubarak

L’urna dice: militari contro fratelli e l’Egitto della conservazione (islamica e laica) prevale su quello del rinnovamento. Così a giocarsi lo scranno presidenziale il 16 e 17 giugno saranno l’uomo del Partito della Libertà e Giustizia, Mursi, che raccoglie 5,5 milioni di voti (il suo gruppo sostiene di più) e l’ex generale dell’aeronautica Shafiq...

(26 Maggio 2012)

Enrico Campofreda


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

Egitto: attesa per risultati presidenziali

Si conoscera' solo tra domenica e martedi' il risultato delle votazioni del 23 e 24 maggio. Quasi certo il ballottaggio a meta' giugno. Intanto mentre i candidati laici Amr Musa e Ahmed Shafik litigano, quello dei Fratelli musulmani Mohamed Morsi sembra raccoglie consensi superiori alle previsioni

PAOLO GERBAUDO* Il Cairo, 25 maggio 2012, Nena News - In un salone della Chiesa copta di Santa Maria e San Michele, nel quartiere popolare di Imbaba nel nord del Cairo, attorno a un tavolo una decine di fedeli discute dei lavori di restaurazione della sede di culto. Presto la conversazione vira sulle elezioni presidenziali che ieri hanno visto il secondo giorno di votazioni. Tutti, nessuno escluso,...

(25 Maggio 2012)

Nena News


in: «Il Mondo Arabo in fiamme»

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

593263