il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Gaza

Gaza

(23 Marzo 2011) Enzo Apicella
Questo pomeriggio carri armati israeliani hanno bombardato Gaza: 5 civili uccisi, 10 feriti. 3 bambini ammazzati. Stavano giocando a calcio.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Palestina occupata)

DIRITTI DEI LAVORATORI

La tregua sionista

Una cronologia 19/06 - 19/12/2008

(23 Gennaio 2009)

gaza (apicella)

Il 16 giugno 2008 Hamas e il governo Israeliano firmano una tregua, che prevede tra le altre cose la fine reciproca di tutte le attività militari nella Striscia di Gaza e la fine dell'embargo con l'apertura di tutti i passaggi commerciali.

Durante la tregua però decine di palestinesi vengono uccisi e moltissimi sono feriti, sia a Gaza che in Cisgiordania.

Anche l'embargo di Gaza che sarebbe dovuto cessare con la tregua continua invece praticamente senza interruzione.
Tra luglio e novembre 2008, durante la "tregua", sono 55 i malati che muoiono a causa dell'embargo e della chiusura dei valichi, per mancanza di medicine o perché viene negato loro il permesso di uscire da Gaza per ricevere cure mediche in strutture più attrezzate.

L'Egitto tiene chiuso ininterrottamente il valico di Rafah tranne che per periodi brevissimi, di un paio di giorni l'uno, a distanza di settimane tra loro.
Il transito delle merci verso Gaza dai valichi con Israele procede a rilento e per quantitativi contingentati.

In Cisgiordania continua l'edificazione del muro, tutto sul territorio palestinese che viene spezzettato in mille enclavi, separate da 630 checkpoint.
Non solo non vengono evacuati gli insediamenti coloniali illegali (come era stato previsto dalla roadmap), ma ne vengono costruiti di nuovi.
Le manifestazioni pacifiche contro il muro vengo duramente represse con morti e feriti.

Il 4 novembre l’esercito israeliano attacca la striscia di Gaza, provocando almeno 5 morti.
Hamas risponde con il lancio di razzi contro il territorio israeliano.

Solo questo ultimo episodio viene comunicato dai media. Tutto quello che lo ha preceduto non esiste. La responsabilità politica della fine della tregua viene quindi attribuita solo ed esclusivamente a Hamas.
Un vero e proprio falso storico.

Per dare la possibilità di conoscere la vera storia di questa tregua che il regime sionista non ha mai voluto rispettare, abbiamo ricostruito questa cronologia degli eventi in Palestina tra il 19 giugno e il 19 dicembre 2008, servendoci dell'unica fonte di informazione disponibile, quella dell'agenzia Infopal. Una fonte sicuramente di parte che però elenca senza censure tutto quanto è avvenuto, indipendentemente dalla responsabilità israeliana o palestinese, riportando tanto il lancio di missili da Gaza, quanto gli attacchi dell'esercito israeliano.

Pur non avendo potuto riportare tutto (ma chi volesse approfondire può visitare il sito www.infopal.it per leggere la cronologia completa), il quadro che esce da questa cronologia è a dir poco sconvolgente nei confronti della nostra certezza di essere correttamente informati.

Anche se formalmente la tregua riguardava solo Gaza, la cronologia elenca sia episodi avvenuti a Gaza che episodi avvenuti in Cisgiordania.

Questo per due motivi. Il primo è che nonostante oggi la Palestina sia, non certo per propria responsabilità, divisa in due enclavi circondate da Israele, quello che avviene in una non può non influire anche sull'altra.

Il secondo motivo è che c'è una convinzione molto diffusa, anche se profondamente errata, che tutti i problemi siano circoscritti a Gaza perché Gaza è governata da Hamas.
Ma nella Cisgiordania governata dal "moderato" (per usare un eufemismo) Abu Mazen non è passato giorno senza un attacco dell'esercito israeliano, un sequestro di cittadini palestinesi, una razzia ad opera di coloni israeliani.

La differenza con Gaza è solo quella che in Cisgiordania il popolo palestinese è abbandonato dal proprio governo e lasciato alla mercé dell'esercito sionista.
La Cisgiordania è oggi solo un protettorato in cui il regime sionista fa il bello e il cattivo tempo.

L'unico problema che c'è con Gaza è che Gaza lotta per non essere ridotta ad un protettorato sionista.

LA TREGUA DEGLI ASSASSINI

Eyad Khanfar (24 anni) - Nablus 24 Giugno
Tareq Abu Ghali - Nablus 24 Giugno
Muhammad Anwar Jamil Abu Sara (14 anni) - Hebron 28 giugno
Talal Said Abed (32 anni) - Kufr Dan 10 luglio
Salim Jumaa Humaid (16 anni) - Khan Yunes 10 luglio
Mahmud Othman Asi (45 anni) - Bani Hassan 11 luglio
Ahmad Husam Yousef Musa (12 anni) - Nil'in 29 luglio
Yousef Ahmad Younes Amira - Nil'in 4 agosto
Hasan Muhammad Hamaid (16 anni) - Betlemme 13 settembre
un cittadino palestinese - Nablus 20 settembre
Abd Al-Qadir Ziyad (17 anni) - Ramallah 15 ottobre
Aziz Arar (20 anni) - Ramallah 16 ottobre
Mohammad Jamal ar-Ramahi - Ramallah 16 ottobre
Mohammed Tahir 'Abahra (67 anni) - Yamun 29 ottobre
Muhammad Ba’lusha - Gaza 5 novembre
Omar Al-Alami - Gaza 5 novembre
Muhammad Awad - Gaza 5 novembre
Wajdi Muharib - Gaza 5 novembre
Ghassan at-Tramsi (29 anni) - Gaza 6 novembre
Mahmoud Siyam - Gaza 12 novembre
Rami Freinah - Gaza 12 novembre
Muhsen Al-Qidrah - Gaza 12 novembre
Isma’il Abu Al-Ola - Gaza 12 novembre
due resistenti palestinesi - Gaza 15 novembre
quattro militanti dei Comitati di Resistenza Popolare - Gaza 16 novembre
militante delle Brigate al-Qassam - Gaza 20 novembre
Hikmat Odeh Said Khalil (48 anni) - Qalandia 26 novembre
Mohammad Abu Thraa (27 anni) - Nablus 2 dicembre


Un elenco (parziale) dei palestinesi uccisi durante i 6 mesi della cosiddetta "tregua". Tutti assassinati da un esercito straniero mentre si trovavano nel loro Paese.
Qualcuno di loro stava protestando come Ahmad Husam Yousef Musa, il dodicenne assassinato a Nil'in, qualcuno si trovava nel luogo sbagliato, come Salim Jumaa Humaid di 16 anni, assassinato a Gaza perché era "troppo vicino" al confine, o come Mohammed Tahir 'Abahra, di 67 anni, ucciso a Jenin senza motivo.
Altri sono stati assassinati mentre difendevano il loro Paese dall'aggressione straniera, come i 5 militanti uccisi il 5 novembre a Gaza. Altri ancora erano nella lista di quelli da uccidere e sono stati assassinati comunque, alla faccia della tregua.

LA TREGUA DELL'INFORMAZIONE

Dal 19 giugno al 19 dicembre 2008 anche la stampa italiana ha osservato una propria tregua e, semplicemente, si è dimenticata di informare su quanto stava succedendo in Palestina.

Ricercando notizie negli archivi informatici del Corriere e della Repubblica ci si accorge che questa "tregua della stampa" è stata violata solo in pochissime occasioni.

Emblematica la prima: il 20 giugno (il giorno successivo all’inizio della tregua) coloni israeliani lanciano dei missili Qassam contro cittadine palestinesi, il 21 giugno l'esercito israeliano spara su pescatori e contadini di Gaza, il 24 giugno invade Nablus (nella Cisgiordania palestinese) e assassina due studenti universitari, a Gaza spara e ferisce un contadino.
Tutto questo, anche se si tratta di fatti riportati dagli stessi quotidiani israeliani, per la stampa italiana non fa notizia.

Lo stesso 24 giugno, dopo i due assassini mirati di Nablus, vengono lanciati da Gaza alcuni missili contro la cittadina israeliana di Sderot ferendo due persone.
Questo invece fa notizia e un laconico articolo di Repubblica titola "Razzi su Sderot violata la tregua". All'interno dell'articolo neppure un cenno alle precedenti violazioni da parte di Israele.
[ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/06/25/razzi-su-sderot-violata-la-tregua.html]

Il 3 luglio una seconda notizia, sempre da Repubblica: "Con un bulldozer contro un bus palestinese fa strage a Gerusalemme". E nell'articolo viene sottolineato che si tratta di "Un' azione che rompe la tregua appena siglata da Hamas e Israele".
[ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/07/03/con-un-bulldozer-contro-un-bus-palestinese.html]

Prima di questa "violazione" se ne erano verificate altre. La più grave di tutte a Hebron dove l'esercito israeliano aveva ucciso un ragazzo di 14 anni, Muhammad Anwar Jamil Abu Sara. Poi incursioni militari all'interno del territorio palestinese della Cisgiordania, tentativi di assassini mirati, rapimenti di cittadini Palestinesi, ferimenti, distruzioni di abitazioni, aggressioni di coloni israeliani contro cittadini palestinesi e ancora razzi artigianali sparati da coloni israeliani contro villaggi palestinesi.
Ma durante tutto questo anche Repubblica e il Corriere erano in "tregua" e osservavavano un rigido silenzio stampa.

Il Corriere tace fino 23 luglio quando informa i propri lettori del secondo episodio di attacco con bulldozer: "Kamikaze su una ruspa terrorizza Gerusalemme".
L'articolista del Corriere cita con enfasi l'esternazione di Barack Obama, in quei giorni in visita in Medio Oriente: «Ci ricorda la violenza che gli israeliani hanno affrontato con coraggio ogni giorno, ormai da troppo tempo».
Sulle violenze che i Palestinesi devono affrontare giorno dopo giorno tace Barack Obama e tace anche Davide Frattini che firma l'articolo.
[archiviostorico.corriere.it/2008/luglio/23/Kamikaze_una_ruspa_terrorizza_Gerusalemme_co_9_080723068.shtml]

Altri due articoli del Corriere il 5 e il 6 agosto informano della missione del Movimento Free Gaza che tenta di raggiungere Gaza con due imbarcazioni da Cipro.
Due articoli di impostazione molto "gossip" centrati sul fatto che una delle militanti del Free Gaza è la cognata di Blair: "Il personaggio Giornalista e star di un reality, sostiene la causa palestinese".
[archiviostorico.corriere.it/2008/agosto/05/Gaza_dal_mare_per_sfidare_co_9_080805068.shtml]
[archiviostorico.corriere.it/2008/agosto/06/sorella_Cherie_Blair_sfida_barca_co_9_080806039.shtml]

Un terzo articolo il 25 agosto informa che i 2 battelli pacifisti sono arrivati a Gaza.
[archiviostorico.corriere.it/2008/agosto/24/Gaza_battelli_pacifisti_forzano_blocco_co_9_080824026.shtml]

Nessuna parola sul mitragliamento delle imbarcazioni palestinesi in attesa dei due battelli pacifisti, nessuna parola sui tentativi israeliani di bloccare le imbarcazioni, fosse solo per spiegare come mai hanno impiegato ben 20 giorni per arrivare a Gaza.

Il 17 settembre anche Repubblica pubblica una notizia dal fronte Palestinese. E' coinvolto un volontario italiano, Vittorio Arrigoni ferito mentre si trovava su un peschereccio palestinese e l'articolista deve comunque tranquillizzare l'opinione pubblica "All' Ansa il pacifista ha riferito di «stare bene»".
Neppure un cenno invece all'infinita serie di aggressioni della marina militare israeliana ai danni dei pescherecci palestinesi. Il fatto è trattato come un episodio isolato.
[ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/09/17/israeliani-contro-palestinesi-attacco-in-mare-pacifista.html]

Poi Repubblica tace. E tace sempre il Corriere.
Tacciono quando Israele uccide, quando Israele ferisce, tacciono anche quando il 4 novembre 2008 Israele attacca Gaza uccidendo 5 palestinesi e decretando così la fine della tregua.

Repubblica si risveglia solo il 16 novembre, quando ormai la tregua è rotta da due settimane e titola "Gaza, ancora attacchi di Hamas. Barak: pronti a una rappresaglia".
[ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/11/16/gaza-ancora-attacchi-di-hamas-barak-pronti.html]

E il giorno successivo rincara la dose: "I razzi di Hamas rompono la tregua rappresaglia israeliana su Gaza"
[ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/11/17/razzi-di-hamas-rompono-la-tregua.html]

Né Repubblica, né il Corriere si degnano di informare i propri lettori quando il 18 novembre un cittadino italiano, Vittorio Arrigoni, viene sequestrato e detenuto illegalmente nei carceri israeliani.

Dopo aver così bene informato i propri lettori Repubblica si può permettere di "inorridire" di fronte allo slogan "Israele assassina, giù le mani dalla Palestina" durante la manifestazione del 30 novembre a Roma.
Nel pezzo un'altra chicca di disiformazione: scrivendo del muro costruito da Israele all'interno del territorio palestinese della Cisgiordania, che ne riduce l'estensione territoriale della metà, l'articolista scrive il "muro sorto sul territorio di Israele". (!)
[ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/11/30/corteo-per-la-palestina-roma-scontro-sugli.html]

Il Corriere, che nel frattempo ha continuato a tacere, esce con un articolo su Gaza il 15 dicembre: "Hamas: «La tregua è finita» Ma Israele non chiude la porta" .
L'onesto lettore del Corriere, ignorando tutto quanto è successo, gli assassini, i ferimenti, le distruzioni a questo punto dovrebbe naturalmente pensare che i palestinesi sono pazzi. Ed è questo l'obiettivo abbastanza esplicito di Francesco Battistini che firma l'articolo.
Un unico elemento degno di nota in questo articolo è il fatto che si parla dei "venti palestinesi uccisi alla frontiera l' ultimo mese", anche se citando una dichiarazione di Hamas e provvedendo immediatamente ad aggiungere "sorvolando sui Kassam che bersagliano Sderot".
Questo dovrebbe rassicurare un lettore attento del Corriere che avesse dei dubbi sull'elenco dei palestinesi assassinati riportato in questo dossier (e sarebbe legittimo averli per chi si informa solo su certa stampa).
[archiviostorico.corriere.it/2008/dicembre/15/Hamas_tregua_finita_Israele_non_co_9_081215030.shtml]

Se invece fosse un lettore di Repubblica ad avere dubbi lo invitiamo a rileggere con attenzione l'articolo "Gaza si tinge di verde per la festa di Hamas 'Non rinnoveremo la tregua con Israele'" del 15 dicembre.
Nel suo pezzo l'ignoto articolista a ad un certo punto si tradisce e scrive: "una tregua indegna di questo nome viene a scadenza il prossimo venerdì 19 novembre. Non è che non si sia combattuto. L' esercito israeliano ha continuato a fare le sue incursioni nel territorio della Striscia, ma meno di prima. Una ventina di palestinesi, la stragrande maggioranza miliziani, sono stati uccisi. Meno di prima."
[ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/12/15/gaza-si-tinge-di-verde-per-la.html]

Si tratta di due delle rarissime tracce sulla stampa italiana di quello che è successo durante la tregua sionista e che riportiamo nella cronologia che segue.

CRONOLOGIA

19 GIUGNO

Con la mediazione dell’Egitto viene siglata un tregua tra Hamas e il governo israeliano.

Hamas ha accolto tutte le richieste israeliane, compresa la fine del contrabbando di armi, del lancio dei missili e l’inizio del dialogo per la liberazione del soldato Gilad Shalit, in mano alla resistenza palestinese.
In cambio Israele si impegna a fare cessare l’embargo che sta dissanguando la già disastrata economia nella Striscia.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8699]

In una conferenza stampa Khalil al-Hayyah (dirigente di Hamas) precisa i punti dell’accordo:
1-accettare la fine reciproca di tutte le attività militari nella Striscia di Gaza, a partire dalle sei del mattino di giovedì 19 giugno.
2-La durata della tregua è di sei mesi, in base a quanto è stato concordato dalle fazioni palestinesi al Cairo.
3-La tregua verrà eseguita in accordo con tutte le fazioni palestinesi.
4-Apertura di tutti i passaggi commerciali della Striscia di Gaza entro pochi giorni dall’inizio della tregua.
5- Ingresso di tutti i prodotti di cui hanno bisogno gli abitanti della Striscia.
6-L’Egitto si attiverà per riportare la tregua in Cisgiordania.
7-Dopo una settimana dall’inizio della tregua, l’Egitto si adopererà per promuovere l’incontro dei movimenti di Hamas e Fatah con l’Unione Europea, al Cairo, per discutere i meccanismi della riattivazione del valico di frontiera di Rafah.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8694]

... ma il valico di Rafah non aprirà prima della liberazione di Shalit.

La radio pubblica in lingua ebraica ha confermato che l’Egitto ha promesso che non aprirà il valico di Rafah prima che venga liberato Shalit [soldato israeliano sequestrato due anni fa dalla resistenza palestinese - ndr] e ha indicato il tipo di merci che entreranno nella Striscia di Gaza. Il Cairo ha sottolineato che aprirà il valico solo per due settimane e per motivi umanitari.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8694]

... e l’esercito israeliano bombarda preventivamente Gaza, provocando la reazione palestinese

Ieri sera, mentre le tv occidentali e quelle arabe trasmettevano la notizia della tregua tra Israele e le fazioni palestinesi, le forze israeliane sferravano un bombardamento contro il nord della Striscia di Gaza, uccidendo un cittadino palestinese e ferendone altri due.
I Comitati di Resistenza Popolare una delle formazioni della resistenza palestinese, hanno risposto al fuoco israeliano sparando due razzi artigianali contro la colonia di Nahel ‘Oz.
Le brigate al-Quds, ala militare del Jihad islamico - un’altra formazione che ha aderito alla tregua -, ha lanciato 18 missili artigianali “Quds” contro le cittadine di Ashkelon e Sderot.
Poi alle 6 di mattina del 19 giugno è entrata in vigore la tregua tra Israele e Hamas nella Striscia di Gaza.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8704]

20 GIUGNO

Coloni israeliani lanciano razzi Qassam contro cittadine palestinesi.

Il quotidiano israeliano Maariv, ha riferito del lancio di razzi dalla colonia [israeliana - ndr] Yatsahar, nei pressi di Nablus, verso una vicina cittadina palestinese.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8713]

21 GIUGNO

Striscia di Gaza: Israele spara su pescatori e contadini.

L’esercito israeliano ha violato la calma diverse volte, sparando contro i pescatori palestinesi al largo delle coste di Gaza mentre carri armati israeliani hanno sparato contro contadini palestinesi che stavano coltivando i campi a Khuza’a, a est di Khan Younes, nel sud della Striscia. Un terzo attacco è avvenuto contro abitazioni palestinesi a Qarara.
Non ci sono stati feriti.
I media israeliani hanno confermato di tali violazioni della tregua.
[http://www.infopal.it/leggi.php?id=8718]

23 GIUGNO

Tregua, la Corte israeliana chiede la sospensione dell’apertura dei valichi. Hamas avverte Israele: ci riterremo sollevati dai nostri impegni.

[La famiglia del soldato israeliano sequestrato due anni fa dalla resistenza palestinese, Gilad Shalit, ha chiesto alla Corte suprema israeliana di mantenere la chiusura dei valichi di frontiera con la Striscia di Gaza fino alla sua liberazione - ndr]
Fawzi Barhoum, portavoce di Hamas nella Striscia di Gaza, ha ricordato che le autorità di occupazione si sono impegnate di fronte all’Egitto di accogliere la tregua e le sue condizioni, compresa l’apertura dei valichi, ma ora Israele, con l’escamotage della Corte israeliana, intende violare una delle parti salienti dell’accordo.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8726]

24 GIUGNO

Esecuzione dell’esercito israeliano contro due studenti universitari di Nablus.

Questa notte, a Nablus, le forze di occupazione israeliane hanno ucciso due palestinesi. Uno era uno studente dell’Università nazionale an-Najah e l’altro un militante delle Brigate al-Quds, ala militare del Jihad islamico.
I soldati hanno bussato alla porta dell’appartamento dove i due studenti risiedevano, Eyad Khanfar ha aperto e i militari gli hanno sparato più di 15 colpi uccidendolo all’istante.
Poi i cannoni israeliani hanno preso a sparare e hanno ucciso un altro studente, Tareq Abu Ghali, che si trovava ancora all’interno dell’appartamento.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8735]

Incursioni dell’esercito contro diverse cittadine palestinesi.

Questa notte, l’esercito israeliano ha assaltato le cittadine di Arraba, Kafr Ra’i, Fahma e Silat al-Harithiya e poi è entrato in Jenin.
Durante le incursioni, le forze israeliane hanno fatto uso di bombe al suono che hanno terrorizzato la popolazione addormentata.
Questa mattina, invece, l’esercito ha invaso il villaggio di Obiyyat, nei pressi di Betlemme, assaltando le abitazioni civili.
Un giovane, Mustafa Jubran, 22 anni, è stato sequestrato.
Sempre questa mattina, le forze di occupazione israeliane hanno invaso il villaggio di Yatta, nei pressi di Hebron, e hanno rapito un cittadino, Hamzah Shoureteh, 22 anni.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8741]

Striscia di Gaza, tregua israelo-palestinese violata: Israele spara a un contadino.

Ieri sera, nel nord della Striscia di Gaza, un anziano agricoltore è rimasto gravemente ferito dai colpi sparati dall’esercito israeliano.
Il contadino, Jamil Abdul-Rahman al-Ghoul, 68 anni, è stato colpito alla schiena mentre lavorava nel suo campo, vicino al confine nord della Striscia.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8742]

Razzi artigianali contro cittadine israeliane.

Il sito web del quotidiano ebraico “Yediot Aharonot” ha riferito che questa mattina dalla Striscia di Gaza sono stati lanciati colpi di mortaio contro gli insediamenti israeliani nel deserto del Negev occidentale, senza causare feriti.
Nel pomeriggio, è giunta la notizia del lancio di missili artigianali palestinesi contro la cittadina israeliana di Sderot.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8742]

Le tre granate, lanciate dalla Striscia di Gaza e cadute su Sderot, hanno lievemente ferito due persone, mentre altre sono state ricoverate per lo shock.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8749]

Il successivo 26 giugno le brigate al-Quds, ala armata del Jihad islamico, responsabili di aver lanciato una scarica di razzi contro Sderot in rappreaglia all’assassinio israeliano di due giovani di Nablus, hanno diramato un comunicato che elenca ben 15 violazioni israeliane alla tregua entrata in vigore da una settimana.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8756]

Le Brigate, in un comunicato, hanno affermato che “il bombardamento è una risposta all’uccisione di un capo delle brigate, Tareq Abu Ghali nella città di Nablus, in Cisgiordania, per mano israeliana”. E hanno aggiunto che “il movimento risponderà a ogni violazione della tregua”.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8749]

25 GIUGNO

Striscia di Gaza, un’altra violazione israeliana alla tregua: spari contro contadini.

Un’altra violazione israeliana alla tregua entrata in vigore giovedì scorso: questa mattina, un contadino palestinese di 80 anni è stato ferito dai soldati che pattugliavano nei pressi della barriera elettronica di confine, nell’area di Khan Younes, nel sud della Striscia di Gaza.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8748]

Barak ordina la chiusura di tutti i valichi della Striscia.

All’alba di oggi, la radio pubblica israeliana ha diffuso la notizia della decisione presa ieri sera dal ministro della Difesa Ehud Barak di chiudere i valichi commerciali di collegamento con la Striscia di Gaza.
L’ordine è diventato esecutivo da questa mattina ed è stato emanato in risposta al lancio di razzi artigianali dalla Striscia verso il deserto del Negev e Sderot, compiuto dalle brigate al-Quds ieri pomeriggio.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8749]

26 GIUGNO

Incursioni in Cisgiordania dell’esercito israeliano: 7 palestinesi sequestrati.

Questa mattina all’alba, l’esercito israeliano ha condotto incursioni in Tulkarem, Nablus, Ramallah, sequestrando 7 cittadini palestinesi “ricercati”.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8751]

Le brigate al-Aqsa lanciano un missile contro Sderot.

Questo pomeriggio, le brigate al-Aqsa, ala militare di Fatah, hanno lanciato un missile contro la cittadina israeliana di Sderot.
Non ci sono stati feriti.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8759]

27 GIUGNO

Lancio di razzi contro il deserto del Negev.

Ancora lanci di razzi artigianali dalla Striscia: questa mattina, due missili hanno colpito il deserto del Negev.
Non ci sono stati feriti.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8764]

Il governo Hamas chiede il rispetto del cessate il fuoco alle brigate della resistenza e a Israele.

La tregua tra la Striscia di Gaza e Israele è ormai in forse. Le forze di occupazione israeliane l’hanno violata ben 15 volte, e anche le brigate al-Quds, ala militare del Jihad islamico, e le brigate al-Aqsa, ala militare di Fatah, non sono state in grado di rispettarla, lanciando razzi contro cittadine israeliane lungo il confine con la Striscia.
In questi giorni, il governo Hamas della Striscia di Gaza continua a richiamare agli accordi nazionali per la tregua e all’”interesse generale” del popolo palestinese: un invito alle fazioni a non violare la calma offuscando la seppur debole possibilità che Israele sollevi davvero l’assedio contro un milione e mezzo di palestinesi.
Hamas ha messo in guardia le fazioni della resistenza sul fatto che chi agisce contro il consenso nazionale, che ha portato alla tregua, “sarà ritenuto responsabile davanti al popolo e alla legge”. E si è rivolto alle autorità egiziane affinché intervengano contro “coloro che tentano di sabotare il cessate il fuoco per portare avanti proprie agende politiche”.
Il portavoce del governo Hamas An-Nunu ha anche aggiunto che il perdurare della chiusura dei valichi, da parte di Israele, è una chiara violazione degli accordi di cessate il fuoco. E ha chiesto all’Egitto di esercitare pressioni per convincere il governo di Tel Aviv a rispettarli riaprendo tutti i passaggi.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8763]

28 GIUGNO

Beit Ummar, le forze di occupazione israeliane uccidono un ragazzo di 14 anni.

Hebron. Ieri sera, l’esercito ha sparato e ucciso un giovane del villaggio di Beit Ummar, a nord della città.
Si tratta di Muhammad Anwar Jamil Abu Sara, di 14 anni. Proiettili israeliani lo hanno raggiunto alla testa durante scontri scoppiati tra giovani, che lanciavano pietre, e le forze di occupazione invasione, che hanno risposto sparando.
Le truppe si sono ritirate dopo aver sequestrato 9 cittadini.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8768]

La Pax israeliana: 18 palestinesi feriti e 3 uccisi in una settimana.

Il Palestinian Centre for Human Rights fa il bilancio della prima settimana di tregua: nella settimana dal 19 al 25 giugno, l’esercito israeliano ha ucciso 3 palestinesi e ne ha feriti 18, tra cui 5 bambini e 2 anziani.
In due casi, si è trattato di “omicidi mirati”, una pratica piuttosto utilizzata dalle forze israeliane [i due palestinesi assassinati a Nablus il 24 giugno - ndr].
La terza vittima è un attivista ucciso a Gaza da un bombardamento dell’aviazione da guerra israeliana che ha preso di mira una brigata della resistenza.
Tzahal [l’esercito israeliano - ndr] ha eseguito anche 36 incursioni militari all’interno dei territori della Cisgiordania e ha sequestrato 48 cittadini, tra cui 14 minori. Inoltre, 5 abitazioni sono state demolite. I coloni hanno quotidianamente aggredito la popolazione locale e distrutto campi e ulivi.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8769]

30 GIUGNO

Cisgiordania. Raid dell’esercito israeliano in diverse cittadine: 4 palestinesi sequestrati e 3 feriti.

Questa mattina all’alba, l’esercito israeliano ha invaso la città di Jenin e le cittadine di ‘Arabeh e Ta’nak. Due civili sono stati sequestrati e portati in località non identificate.
Anche Jenin è stata attaccata: corazzati dell’esercito hanno invaso le strada sparando alla cieca. Un uomo dell’area di Isakan è stato rapito: Ghassan al-Zoghbi, 38 anni.
Alle 3 di mattina, l’esercito ha invaso la cittadina di ‘Arabeh.
Le truppe israeliane sono entrate nella città di Ramallah, nel villaggio di Remon e Bani Zeod, e nel campo profughi di Qalandiya, a nord di Gerusalemme.
I soldati hanno fatto irruzione nell’edificio Alwahdi, a Ramallah, e hanno sequestrato Mahmoud Shamsaneh, di 37 anni.
A Qalandiya hanno rapito Samer Sami, 27 anni.
A Hebron, i militari israeliani hanno ferito 3 civili durante due diverse aggressioni.
A Nablus, dieci jeep militari israeliane hanno fatto irruzione alle 2 del mattino, assaltando le abitazioni civili. I soldati hanno rapito Ra’ed Zahran, 19 anni, e suo fratello Bader, di 15.
Altre truppe sono entrate nel villaggio di Kafr Qalil e hanno sequestrato Ali Nasser Hussein Mansour, 17 anni, e Ammar Samer Baker Mansour, 18.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8778]

1 LUGLIO

Tentativo di assassinio mirato contro combattente del Jihad islamico.

Jenin. Questa mattina, una forza speciale israeliana ha sparato e ferito un militante delle brigate al-Quds, ala armata del Jihad islamico: Alaa’ Abu ar-Rub, di Qabatiya, a sud Jenin.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8780]

Gaza, militari israeliani sparano contro una donna che pascolava le pecore.

Questa mattina, le forze di occupazione israeliane hanno sparato a una donna palestinese, ‘Aishah Juma’ah ‘Ataya di 35 anni, mentre si trovava nei pressi del valico di Sufa, a est di Khan Younes, nel sud della Striscia di Gaza.
Testimoni oculari palestinesi hanno dichiarato che la donna stava pascolando le pecore quando da una jeep i militari israeliani hanno aperto il fuoco, ferendola.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8783]

L’esercito israeliano assalta città e villaggi della Cisgiordania: 10 palestinesi sequestrati.

Una nuova mattinata di aggressioni dell’esercito israeliano ai danni di numerose tra città e villaggi della Cisgiordania.
Le forze di occupazione israeliane hanno arrestato 10 cittadini palestinesi durante vari attacchi contro i Territori arabi.
Fonti israeliane hanno dichiarato che i soldati hanno compiuto arresti a Nablus, Belemme e Hebron e che i sequestrati sono stati portati in centri per gli interrogatori.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8784]

Coloni israeliani lanciano razzi artigianali contro villaggio palestinese.

Nablus. Oggi pomeriggio, un gruppo di coloni israeliani dell’insediamento di Brakha ha bombardato con razzi artigianali il villaggio di Buren.
Fonti palestinesi hanno dichiarato che due missili hanno colpito una zona scarsamente popolata, e non hanno provocato né vittime né danni.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8786]

2 LUGLIO

Un palestinese di Gerusalemme lancia bulldozer contro bus e auto israeliane: 4 morti e 36 feriti.

Fonti israeliane hanno reso noto che un cittadino palestinese residente a Gerusalemme est, un trentenne di Sur Bahir e con carta di identità blu israeliana, ha spinto il bulldozer dentro un autobus israeliano pieno di viaggiatori, che transitava in Jaffa Road, a Gerusalemme ovest, provocando 4 morti e 36 feriti.
I servizi di sicurezza israeliani affermano che l’assalitore ha agito da solo e per proprio conto.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8789]

5 LUGLIO

I pescatori di Gaza sotto il tiro delle motovedette israeliane

All’alba di oggi, sabato 5 luglio, le motovedette hanno aperto il fuoco contro i pescatori palestinesi della zona di as-Sudaniyah, a nord della Striscia di Gaza. Non ci sarebbero feriti.
Anche ieri sera, venerdì, le motovedette israeliane avevano sparato due granate contro le barche dei pescatori della zona di Taal as-Sultan, a ovest di Rafah, danneggiandole.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8806]

7 LUGLIO

Nil’in. Un soldato israeliano spara a un giovane palestinese arrestato durante gli scontri nella West Bank

Una bambina riprende in un video l’episodio. Il documento-denuncia, è stato diffuso dall’associazione pacifista B’Tselem Il giovane palestinese viene ferito ad una gamba mentre ha le mani legate e gli occhi bendati. L’episodio sarebbe avvenuto alla presenza di un tenente colonnello dell’esercito israeliano
[tv.repubblica.it/copertina/video-choc-gli-spara-a-freddo/22333?video]

L’esercito israeliano si è visto costretto ad aprire un indagine sul caso, ma nel frattempo ha arrestato il padre della ragazza che ha girato il video, accusandolo di aggressione a un soldato israeliano, e lo ha condannato a cento giorni di carcere. Invece il comandante israeliano del battaglione che ha ordinato ad un suo soldato di sparare ad Ashraf Abu Rahma, è stato semplicemente sospeso per dieci giorni dal suo incarico.
[www.osservatorioiraq.it/modules.php?name=News&file=article&sid=6245]

Il 22 luglio la procura militare israeliana ha rilasciato il soldato che il 7 luglio sparò a sangue freddo contro Ashraf Abu Rahmah, un giovane dimostrante palestinese di Nil’in.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8900]
Saccheggiate le associazioni di beneficenza a Nablus

Più di 40 mezzi corazzati israeliani hanno invaso all’una di stanotte la città di Nablus, perquisendo la moschea ar-Rawda, il circolo sportivo e la scuola islamica femminile appartenenti all’associazione at-Tadamon e la sede del Waqf Islami. Qui i soldati hanno sequestrato tutto il contenuto caricandolo su grandi camion, e hanno poi affisso all’ingresso dell’associazione l’ordine militare per la sua chiusura, in quanto farebbe parte “delle infrastrutture del terrorismo palestinese”.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8810]

8 LUGLIO

Le forze di occupazione invadono di nuovo la città di Nablus

Dopo la mezzanotte di oggi, martedì 7 luglio, più di 120 corazzati israeliani hanno invaso la città di Nablus e i suoi tre campi profughi Balata, Askar e Ain Bait al-Maa, sparando all’impazzata e perquisendo le case dei cittadini. Altre forze hanno nuovamente invaso le associazioni perquisite ieri, completando il sequestro del loro contenuto.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8815]

9 LUGLIO

Terzo giorno di attacchi contro Nablus

L’esercito di occupazione israeliano prosegue per il terzo giorno consecutivo i suoi attacchi contro le organizzazioni e le associazioni civili della città di Nablus, a nord della Cisgiordania. Oggi, mercoledì 9 luglio, è stata chiusa, dopo un’operazione generale di sequestro, la scuola di “Dar al-Coran”, un istituto per l’insegnamento del Corano.
Il sindaco di Nablus, Adli Yaish, è detenuto nelle prigioni israeliane da un anno, per effetto della campagna israeliana contro i deputati, i sindaci e i consiglieri considerati vicini a Hamas.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8819]

Due arresti e due ragazzini feriti a Tubas

All’alba di oggi, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato due giovani e ferito due minorenni durante un’operazione militare nel campo profughi al-Far’a nella provincia di Tubas, nord della Cisgiordania.
Fonti della sicurezza hanno riferito che le forze israeliane hanno invaso il campo profughi sparando all’impazzata e ferendo Mohammad Shawish (12 anni) all’addome e Iyad Milhem (13 anni) alla spalla.
Le fonti hanno chiarito che durante quest’operazione, durata diverse ore, le forze di occupazione hanno anche arrestato i due fratelli Hamada e Mohammad Abdelqader Salim.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8819]

10 LUGLIO

Ucciso un comandante delle brigate Abu Ammar a Jenin

Le forze speciali israeliane hanno freddato il dirigente delle brigate “Abu Ammar”, Talal Said Abed (32 anni), poco dopo averlo ferito e arrestato, insieme ad un altro mujahid, Mohammad Burhan Abed (25 anni). Il tutto è avvenuto nella cittadina di Kufr Dan, a ovest di Jenin.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8825]

Ucciso un cittadino palestinese a Khan Yunes

L’esercito di occupazione israeliano ha dichiarato che, durante la mattinata, le sue forze hanno ucciso un cittadino palestinese vicino alla postazione militare di Kissofim, a nord est di Khan Yunes, nella Striscia di Gaza.
Il giovane è stato colpito da due pallottole – una nel cuore e l’altra nel piede – sparate dall’esercito di occupazione, con il pretesto che il ragazzo si stava avvicinando al cancello della postazione militare. Il giovane ucciso si chiama Salim Jumaa Humaid di 16 anni.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8826]

Coloni israeliani lanciano missili nella zona di Nablus

Ieri, mercoledì 9 luglio, fonti palestinesi hanno confermato la caduta di cinque missili di fabbricazione locale sparati dai coloni israeliani contro le piccole città palestinesi a sud della città di Nablus, nord della Cisgiordania. È il terzo incidente di questo tipo.
Le fonti hanno riferito che, dei cinque missili, “tre sono caduti a 150 metri dalle due cittadine di Burin e Madma, tra le nove e le dieci di martedì,” per fortuna senza causare danni.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8828]

11 LUGLIO

Cisgiordania: invaso l’ospedale di Ramallah

All’alba di ieri, giovedì 10 luglio, l’esercito di occupazione israeliano ha invaso l’ospedale statale della città di Ramallah perquisendo i reparti di degenza e di cure intensive.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8829]

Le forze di occupazione uccidono un resistente in Cisgiordania

Stamattina le forze di occupazione israeliane hanno ucciso il combattente Mahmud Othman Asi di 45 anni, del villaggio di Bani Hassan, a ovest di Salfeet in Cisgiordania. Fonti mediche hanno riferito che il cadavere è arrivato in ospedale completamente senza vestiti, colpito da quattro pallottole sparate dai soldati dell’occupazione che lo hanno ucciso all’istante.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8832]

12 LUGLIO

La Pax israeliana: 130 arresti in una settimana.

Il Centro Palestinese per la Difesa del Detenuto, nel suo rapporto diramato sabato 12 luglio, ha dichiarato che nella prima settimana di questo mese, l’esercito di occupazione israeliano ha arrestato circa 130 cittadini palestinesi della Cisgiordania. La media è di 13 al giorno, compresi invalidi, bambini e ragazzi.
Il rapporto ha aggiunto che Nablus è la città più colpita, con 47 cittadini rapiti, a cui fa seguito Ramallah, con 23, Betlemme con 21, Hebron con 14, Jenin con 14, Tulkarem con 11.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8858]

Gerusalemme, palestinese ferisce 2 coloni israeliani.

Le forze di occupazione israeliane hanno reso noto il ferimento di due coloni israeliani – forse due poliziotti – da parte di un resistente palestinese, poco prima della mezzanotte, nella città occupata di Gerusalemme.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8835]

14 LUGLIO

Tsahal ferisce un cittadino nel sud della Striscia.

Gaza. Fonti locali hanno reso noto che questa mattina, nel sud della Striscia di Gaza, al confine con Israele, un cittadino palestinese è stato ferito da proiettili sparati da truppe di occupazione israeliane.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8850]

Assalti dell’esercito israeliano a Jenin, Hebron e Betlemme.

Cisgiordania. Questa mattina all’alba, l’esercito israeliano ha invaso la città di Hebron e ha sequestrato un palestinese. Si tratta di Hamada Abu Aisha, 22 anni.
Sempre questa mattina, le forze israeliane hanno assaltato il villaggio di Cofferdam, nei pressi di Jenin.
Fonti locali hanno riferito che decine di veicoli militari hanno invaso la città. I soldati hanno lanciato bombe al suono e sparato alla cieca contro le abitazioni civili; hanno inoltre utilizzato cani poliziotto durante gli assalti nelle case.
Aggressioni da parte di Tsahal anche contro la cittadina Nahalin, a Betlemme, lanciando una vasta campagna di perquisizioni nelle abitazioni.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8849]

L’esercito israeliano invade nuovamente Nablus e il campo di Askar. 5 giovani sequestrati.

Nelle prime ore di questa mattina, un vasto spiegamento dell’esercito israeliano ha invaso il vecchio campo profughi di Askar, vicino alla città di Nablus, e il centro commerciale. Cinque giovani sono stati arrestati: Yusef Abdelqader, Ahmad Eid Munther, Abdullah ad-Dumiati, Ahmad Abdelgani al-Ghandur.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8848]

La direzione dell’UNRWA a Gaza: ‘Nonostante il rispetto della tregua da parte dei palestinesi i valichi rimangono chiusi’.

John Ging, direttore operativo dell’UNRWA (l’agenzia Onu per i profughi palestinesi) nella Striscia di Gaza, ha dichiarato che “nonostante l’impegno palestinese alla tregua e alla fine del lancio dei missili contro obiettivi israeliani, i passaggi non sono stati aperti e la situazione continua a peggiorare”.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8851]

15 LUGLIO

L’esercito israeliano assedia Beit Fajjar: la popolazione bloccata all’interno della cittadina.

Fonti della sicurezza palestinese hanno dichiarato che, questa mattina all’alba, un vasto spiegamento di forze dell’esercito israeliano ha assaltato la cittadina di Beit Fajjar, a sud di Betlemme, in Cisgiordania.
Numerosi veicoli militari hanno invaso la città, chiuso le entrate e imposto il coprifuoco.
Un edificio di quattro piani è stato trasformato in caserma, dopo l’espulsione dei suoi abitanti. Anche ai giornalisti è vietato l’accesso. Non si conoscono le ragioni di questa invasione
[www.infopal.it/leggi.php?id=8853]

L’esercito israeliano sequestra 24 cittadini palestinesi.

Fonti della sicurezza palestinese hanno reso noto che tra questa notte e questa mattina, le forze di occupazione israeliane hanno compiuto numerose operazioni di sequestro nei confronti di cittadini palestinesi in diverse città della Cisgiordania.
Le fonti hanno aggiunto che 24 palestinesi “ricercati” da Israele sono stati arrestati a Jenin, Betlemme, Ramallah, Nablus, Qalqilya e Hebron e condotti in centri per gli interrogatori.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8854]

16 LUGLIO

Le forze di occupazione israeliane sequestrano 11 cittadini palestinesi.

All’alba di oggi, le forze di occupazione israeliane hanno sequestrato 11 cittadini palestinesi in Cisgiordania.
I sequestri si sono concentrati nella città di Nablus: le forze dell’esercito israeliano hanno invaso la città e hanno effettuato una vasta operazione di perquisizioni.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8865]

17 LUGLIO

Truppe di occupazione israeliane invadono Beit Umar e impongono il coprifuoco.

Hebron. Questa mattina all’alba, le forze di occupazione israeliane hanno invaso con numerosi veicoli militari la cittadina di Beit Umar, a nord di Hebron, in Cisgiordania, e imposto il coprifuoco.
Fonti della sicurezza palestinese hanno affermato che truppe israeliane hanno attraversato la cittadina, facendo incursioni e perquisizioni nelle abitazioni e sparando in aria.
Un veicolo israeliano pare sia stato colpito dal lancio di molotov.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8872]

19 LUGLIO

L’esercito israeliano assalta la cittadina di Kufr Ra’i.

Jenin. Questa mattina, l’esercito israeliano ha invaso la cittadina di Kufr Ra’i.
Fonti locali hanno riferito che uno spiegamento di veicoli militari ha assaltato la cittadina e fatto irruzione nelle abitazioni civili.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8885]

21 LUGLIO

Tregua israelo-palestinese, continuano le aggressioni israeliane contro Nablus: 25 cittadini arrestati.

Questa notte, l’esercito israeliano ha condotto un nuovo assalto contro la città di Nablus e il campo profughi di Balata. 25 cittadini sono stati sequestrati, compresa la parlamentare Muna Mansour, del gruppo “Riforma e Cambiamento” di Hamas, e un’altra donna.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8857]

Arrestata volontaria italiana.

L’associazione Zaatar scrive in un comunicato: “La nostra volontaria Gabriella (segnaliamo solo il nome per motivi di sicurezza) ci ha appena comunicato di essere stata arrestata, stamane, mentre si trovava nel villaggio di Susia, presso Hebron, e assisteva un gruppo di pastori, per aiutarli a difendersi dalle aggressioni di coloni ebraici.
Lei ed altri 3 volontari internazionali dell’I.S.M. (International Solidarity Movement), quando sono stati fermati da militari della Border Police e condotti, senza motivo, in una stazione di polizia di Hebron, dove si trovano tuttora.
Nella giornata di ieri, altri coloni avevano aggredito a sassate altri 2 volontari, ferendone leggermente uno.”
[www.infopal.it/leggi.php?id=8887]

395 cittadini arrestati in un mese

395 cittadini palestinesi sono stati arrestati dalle forze di occupazione israeliane in Cisgiordania dal 19 giugno a oggi, giorno di inizio del cessate il fuoco tra le fazioni della resistenza e Israele. E’ la denuncia diffusa ieri dal ministero per i Prigionieri del governo della Striscia di Gaza.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8891]

Coloni israeliani lanciano razzi artigianali contro cittadine palestinesi.

Nablus. Continuano i lanci di razzi artigianali da parte di coloni israeliani contro i villaggi palestinesi della Cisgiordania. Oggi pomeriggio, missili hanno raggiunto zone agricole nelle aree di Orta e Odala, nel sud di Nablus.
Non ci sono stati feriti.
Fonti locali hanno dichiarato che si tratta del quarto episodio del genere nelle ultime settimane.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8895]

22 LUGLIO

Gerusalemme, un bulldozer guidato da un palestinese si schianta contro auto israeliane: 18 feriti. Ucciso l’attentatore.

Gerusalemme. E’ successo nuovamente: oggi pomeriggio, un bulldozer guidato da un giovane palestinese ha travolto diverse auto nei pressi dell’hotel King Solomon, in King David Street, a Gerusalemme ovest. Diversi cittadini israeliani sono rimasti feriti.
Le tv hanno mostrato la cabina del bulldozer perforata da diversi proiettili: il guidatore, un giovane sui vent’anni, è stato ucciso dalle forze di sicurezza.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8906]

23 LUGLIO

Militari israeliani sparano contro contadino a Beit Hanoun.

Gaza. Fonti mediche palestinesi hanno reso noto che oggi a mezzogiorno un contadino palestinese residente nella cittadina di Beit Hanoun, nella Striscia di Gaza, è stato ferito dai proiettili dell’esercito di occupazione israeliano.
Le fonti hanno riferito che Mohammad Abdelaziz Hamdan, 20 anni, è stato raggiunto dai proiettili sparati dai soldati contro un gruppo di contadini che stavano lavorando i loro campi, a Beit Hanoun.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8923]

24 LUGLIO

Aggressioni israeliane contro varie aree della Cisgiordania.

Cisgiordania. Questa mattina, nel nord della Cisgiordania, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato il giovane Mohammad Abdelghani Abu Iqthila (21 anni), studente presso l’università arabo-americana di Jenin, dopo averne perquisito l’abitazione.
Sempre all’alba di oggi, le forze di occupazione israeliane hanno invaso la città di al-Bireh, il villaggio di Biteen, a est di Ramallah, nella Cisgiordania centrale. Sei corazzati hanno percorso le vie nel nord di al-Bireh, mentre un’altra truppa ha assaltato le strade di Biteen.
Parallelamente, fonti locali hanno raccontato che un gruppo di coloni israeliani ha attaccato le tende dei beduini nella zona di Samia, vicino a Ramallah, aggredendoli nel tentativo di indurli ad andarsene e poter, così, ampliare l’insediamento costruito sulla terra palestinese.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8933]

L’esercito israeliano arresta 10 palestinesi in varie città.

Cisgiordania. All’alba di oggi, l’esercito israeliano ha condotto una nuova, vasta campagna di arresti e aggressioni in varie città della Cisgiordania.
Dieci palestinesi “ricercati” sono stati sequestrati.
La radio israeliana ha fatto sapere che le forze di occupazione hanno arrestato 3 persone a Jenin, altre 3 a Ramallah, e 4 a Nablus.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8941]

27 LUGLIO

Protesta pacifista a Nil’in, l’esercito israeliano spara e lancia lacrimogeni: 7 i feriti, decine gli intossicati.

Ieri pomeriggio a Nil’in, si è svolta una protesta contro il Muro di Annessione, a cui hanno preso parte, a fianco della popolazione locale, attivisti israeliani e internazionali.
L’esercito israeliano ha aperto il fuoco e lanciato lacrimogeni contro i manifestanti: 7 palestinesi sono rimasti feriti, tra cui un bimbo, Mustafa Amira, colpito al petto da un proiettile di acciaio rivestito di gomma, e decine di altri attivisti sono rimasti soffocati dai gas. Anche tre soldati sono stati feriti a seguito degli scontri scoppiati poco dopo.
La manifestazione di ieri, organizzata come consueto dal Comitato contro il Muro di Ni’lin, è parte di un programma di proteste contro la costruzione del muro e la confisca di nuove terre palestinesi da destinare alle colonie.
Le autorità israeliane hanno iniziato a scavare un tunnel che rappresenterà un ingresso alla città controllato da Israele, una volta terminato il Muro di Annessione. La cittadina si troverà quindi chiusa in gabbia, come è accaduto a molte altre in tutta la Cisgiordania.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8958]

28 LUGLIO

Incursioni in Cisgiordania dell’esercito israeliano: arresti e assalti nelle case.

Cisgiordania. L’esercito israeliano sta conducendo numerose incursioni contro città e villaggi della Cisgiordania.
Questa mattina ha assaltato diverse zone della provincia di Jenin e ha arrestato tre cittadini: Mu’ayyad Maqaldah, 24 anni; Ahmad Jaradat, 20; Abdullah Amarnah, 26.
Sempre questa mattina, le forze di occupazione israeliane hanno assaltato la zona ovest di Tulkarem, arrestando un adolescente, Mu’ath al-Haroun.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8957]

Coloni israeliani attaccano bambini palestinesi.

Domenica 27 luglio, alle 1:50 del pomeriggio, almeno tre coloni israeliani hanno attaccato dei bambini palestinesi e due accompagnatori internazionali mentre stavano camminando, di ritorno verso il loro villaggio di Tuba. I bambini stavano frequentando il campo estivo organizzato nel villaggio di At-Tuwani.
Il volontario del Christian Peacemaker Teams, Joel Gulledge, stava filmando l’aggressione. Non appena il colono mascherato notò Gulledge con la videocamera, cominciò a lanciargli contro delle pietre. Il colono colpì Gulledge ad una gamba con una pietra tanto che egli non fu più in grado di muoversi. A questo punto il colono lo affrontò, gli strappò la videocamera e cominciò a percuoterlo con una pietra e con la videocamera. Dopo di ciò il colono si allontanò portandosi dietro la videocamera.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8963]

29 LUGLIO

L’esercito israeliano invade nuovamente Nablus: distrutto un centro commerciale.

Questa mattina, le forze di occupazione israeliane hanno nuovamente invaso la città di Nablus, nel nord della Cisgiordania, e hanno lanciato bombe al suono contro le case dei cittadini.
Fonti locali e testimoni oculari hanno riferito che le forze di occupazione hanno anche lanciato gas lacrimogeni e bombe al suono dentro un centro commerciale, incendiandolo e distruggendolo.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8979]
Nil’in, bimbo ucciso da soldati israeliani durante manifestazione contro il Muro.

Questa sera, a Ni’lin, a ovest di Ramallah, durante scontri tra la popolazione locale e le forze di occupazione israeliane, è stato ucciso un bambino di 12 anni, Ahmad Husam Yousef Musa. 12 i cittadini feriti.
Testimoni locali hanno riferito che il ragazzino è stato colpito alla testa ed è morto sul colpo. I militari hanno aperto il fuoco contro la folla che manifestava davanti al Muro di Annessione.
I cittadini di Ni’lin hanno marciato, come consueto, contro il Muro in costruzione e il furto di terre palestinesi, mentre le forze di occupazione hanno risposto sparando lacrimogeni, bombe al suono, proiettili di metallo rivestiti di gomma.
[www.infopal.it/leggi.php?id=8983]

31 LUGLIO

Nil’in, soldati sparano sulla folla: un ragazzo in coma e altri 6 feriti.

Ramallah. Ieri, a Nil’in, è stata un’altra tragica giornata di sangue: le forze di occupazione israeliane hanno aperto il fuoco contro un ragazzo di 17 anni, Yousef Ahmad Amira, colpendolo alla testa.
L’adolescente si ritrova in coma da ieri sera.
Testimoni oculari hanno riferito che soldati israeliani hanno sparato ad Amira un paio di volte, e a distanza ravvicinata
[www.infopal.it/leggi.php?id=9001]

Il 4 agosto Yousef Ahmad Younes Amira è morto.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9026]

Bambini palestinesi aggrediti da coloni israeliani.

Nel pomeriggio di ieri, 30 luglio, 14 bambini palestinesi di età compresa tra i 6 e i 12 anni, mentre tornavano alle proprie case nei villaggi di Tuba e Magher Al-abeed, dopo essere stati ad un campo di animazione estiva, sono stati attaccati da un gruppo di coloni israeliani.
“Li hanno aspettati in cinque lungo la strada e quando i bambini si sono avvicinati i coloni hanno iniziato ad urlare, insultandoli e lanciando pietre verso di loro” questo è quanto riferiscono i volontari dell’Operazione Colomba, Corpo Nonviolento di Pace della Comunità Papa Giovanni XXIII, presenti nell’area a sud di Hebron da oltre 3 anni
[www.infopal.it/leggi.php?id=9062]

L’esercito israeliano conduce arresti e invasioni in varie aree della Cisgiordania.

Cisgiordania. Fonti israeliane e palestinesi hanno riferito che, all’alba di oggi, l’esercito israeliano ha arrestato 8 cittadini palestinesi in varie aree della Cisgiordania.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9002]

1 AGOSTO

Cisgiordania: due manifestazioni nonviolente represse con la forza dall’esercito israeliano.

Bil’in (Ramallah). Oggi pomeriggio, le forze di occupazione israeliane hanno aggredito il pacifico corteo che, come consuetudine da tre anni a questa parte, manifestava contro il Muro di Annessione e la confisca di terre palestinesi.
A al-Ma’sara, nei pressi di Betlemme, durante una manifestazione nonviolenta svoltasi oggi pomeriggio, alcuni bambini sono rimasti feriti.
Un gruppo di pacifisti internazionali, palestinesi e israeliani hanno marciato contro il Muro di Annessione costruito sulle terre del villaggio e in segno di solidarietà con gli abitanti di Nil’in.
Fonti locali hanno riferito che l’esercito ha bloccato i manifestanti aggredendoli con violenza e ferendo alcuni bambini.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9015]

2 AGOSTO

Le forze di occupazione israeliane attaccano 3 feste di matrimonio: 4 cittadini palestinesi feriti e altri 4 arrestati.

Ramallah. Ieri sera, 4 cittadini palestinesi residenti nel campo profughi di al-Jalazon, a nord di Ramallah, in Cisgiordania, sono stati feriti dai proiettili israeliani.
Fonti locali hanno riferito che i soldati hanno invaso il campo profughi al-Jalazon e hanno aggredito tre feste di matrimonio sparando pallottole vere, di acciaio rivestite di gomma e gas lacrimogeni. Il risultato sono 4 feriti e diversi intossicati dai lacrimogeni.
Le fonti hanno aggiunto che i militari hanno arrestato tre fratelli - Ashraf, Sharif e Mohammad Ahmad Yusef al-Bayed -, dopo averne invaso la casa, e un nipote, Abderrahim an-Natsheh.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9020]

5 AGOSTO

Le forze di occupazione israeliane invadono diverse città della Cisgiordania. 8 i cittadini arrestati.

Cisgiordania. All’alba di oggi, le forze di occupazione israeliane hanno invaso diverse città della Cisgiordania, e hanno arrestato 8 cittadini palestinesi.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9034]

Coloni israeliani feriscono un palestinese di 80 anni.

Hebron. Fonti locali e testimoni oculari hanno reso noto che, questa mattina, un gruppo di coloni israeliani ha assaltato la città e ferito un uomo di 80 anni, Aish al-Ja’bari .
I coloni hanno attaccato alcune auto palestinesi lanciando pietre.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9036]

6 AGOSTO

Le forze di occupazione israeliane hanno invaso Betlemme e arrestato un avvocato.

Betlemme. Le forze di occupazione israeliane hanno invaso la città e assaltato l’abitazione di Abd as-Salam Jindeb, 45 anni, avvocato.
Jindeb è stato arrestato e condotto in un centro per gli interrogatori.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9045]

7 AGOSTO

Gli abitanti di Gerusalemme si oppongono a un’aggressione di ebrei estremisti.

Gerusalemme. Decine di cittadini del campo profughi di Shufat, nella città occupata di Gerusalemme, si sono opposti alle aggressioni di un gruppo di ebrei estremisti, provenienti da una colonia vicina, che ieri sera hanno tentato di invadere una casa nel quartiere as-Salaam.
Dopo la reazione dei cittadini palestinesi, un vasto spiegamento di forze dell’esercito israeliano è intervenuto per proteggere e riportare alla colonia il gruppo di estremisti.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9057]

8 AGOSTO

Le forze di occupazione israeliane hanno assaltato Nablus e arrestato 7 civili.

Nablus. Questa mattina, l’esercito israeliano ha invaso la città e ha arrestato 7 persone, tra cui un consigliere municipale, Majida Fidda, 42 anni.
I militari hanno invaso Nablus sparando all’impazzata, e hanno preso d’assalto numerose abitazioni, aggredendo alcuni cittadini.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9044]

Insediamenti israeliani: 816 nuove unità abitative a Gerusalemme Est e Cisgiordania.

Gerusalemme. Saranno 400 le nuove abitazioni costruite nella colonia di Neve Ya’akov, a Gerusalemme Est, e 416 quelle edificate in altri insediamenti.
Ne hanno dato notizia ieri il ministero degli Interni israeliano e il ministero per le Politiche abitative.
A partire dalla conferenza di Annapolis, svoltasi negli Usa nel novembre scorso, Israele ha aumentato le attività coloniali in Cisgiordania, in particolare nella città occupata di Gerusalemme.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9070]

9 AGOSTO

Coloni estremisti danno l’assalto alla moschea di Ibrahim.

Ieri, un banda di 50 coloni israeliani ha cercato di assaltare la moschea di Ibrahim.
Il gruppo, armato, ha tentato di entrare nell’area “musulmana” della moschea -il resto è già in mano ai coloni, che la usano come sinagoga -, ma sono stati respinti dai soldati che la pattugliano costantemente, monitorando l’accesso dei fedeli islamici.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9080]

Le forze di occupazione israeliane arrestano tre cittadini palestinesi in Cisgiordania.

Cisgiordania. Questa mattina, a un checkpoint militare, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato un giovane palestinese residente nella cittadina di Beit Fujjar, a sud di Betlemme, in Cisgiordania.
Si tratta di Imad Ahmad Mohammad Taqatqa, 20 anni. I soldati, appostati al checkpoint, lo hanno fatto scendere dall’auto pubblica su cui viaggiava, lo hanno interrogato e portato via.
Ieri sera, le forze di occupazione hanno arrestato due cittadini di Tulkarem, in Cisgiordania: Amer Rdwan, studente all’università di an-Najah, e Mahmud Awadallah, originario della Striscia di Gaza.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9081]

11 AGOSTO

Assalti dell’esercito israeliano in diverse città: 8 palestinesi arrestati.

Cisgiordania. All’alba di oggi, l’esercito di occupazione israeliano ha arrestato 8 cittadini palestinesi “ricercati”.
Secondo quanto riferito dalla radio ebraica, gli arresti sono avvenuti nelle zone di Nablus, Qalqiliyah, Jenin e Ramallah.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9102]

Missile dalla Striscia di Gaza contro Sderot.

Gaza. Questo pomeriggio, la radio israeliana ha riportato la notizia del lancio di un piccolo missile palestinese contro Sderot, nel sud di Israele.
Il razzo artigianale è stato lanciato dal nord della Striscia di Gaza verso le 16,15.
Non ci sono stati né feriti né danni.
Non ci sono state rivendicazioni da parte di alcun gruppo della resistenza.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9107]

22 AGOSTO

Le forze di occupazione israeliane hanno arrestato 11 cittadini palestinesi.

Cisgiordania. Questa mattina all’alba, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato 11 cittadini palestinesi.
La radio israeliana ha dichiarato che gli arresti sono stati eseguiti a Ramallah e Betlemme: i prigionieri sono stati trasferiti in centri per gli interrogatori.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9130]

Proiettili di ‘gomma’ contro pacifisti di Nil’in: un ragazzo gravemente ferito.

Ramallah. Ieri pomeriggio, a Nil’in, l’esercito israeliano ha ferito 7 pacifisti che manifestavano contro il Muro di Annessione. Uno versa in gravi condizioni: si tratta di Haytham Ellayan, 20 anni, raggiunto alla testa da un proiettile di acciaio rivestito di gomma. Il soldato che lo ha colpito gli ha sparato da distanza ravvicinata.
Testimoni oculari hanno dichiarato che dopo le violenze di ieri contro la pacifica manifestazione di protesta, le truppe israeliane hanno assaltato la cittadina e sparato alla cieca. Giovani locali hanno risposto lanciando pietre e bottiglie vuote.
I soldati hanno sparato lacrimogeni contro la popolazione, provocando decine di casi di intossicazione.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9132]

23 AGOSTO

Le forze di occupazione israeliane invadono le città di Ramallah, al-Bireh e Silwad.

Ramallah. Questa mattina, le forze di occupazione israeliane hanno invaso le città di Ramallah, al-Bireh e Silwad.
Fonti di sicurezza hanno riferito che, all’alba di oggi, diversi corazzati militari israeliani hanno scorrazzato per i quartieri delle due città, e jeep militari hanno assaltato le strade di Silwad. Non ci sono informazioni di arresti.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9135]

La Marina israeliana spara alle imbarcazioni palestinesi in attesa del Free Gaza Movement

Gaza. Le navi da guerra israeliane hanno aperto il fuoco contro le imbarcazioni palestinesi, appostate sulla riva del mare di Gaza in attesa di accogliere i vascelli del Free Gaza Movement.
Sulle 11 imbarcazioni palestinesi si trovano 20 giornalisti e cittadini.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9141]

Alle 18 ora locale le due imbarcazioni, Liberty e Free Gaza, sono entrate nel porto di Gaza e l’equipaggio è sceso in spiaggia, dove una folla di palestinesi lo ha accolto con gioia.
L’assedio è stato rotto, almeno a livello simbolico, nonostante i ripetuti tentativi israeliani di impedire il viaggio delle due imbarcazioni.
A ricevere il coraggioso e determinato equipaggio di Liberty e Free Gaza ci sono centinaia di cittadini, tra giornalisti, politici, dignitari e di civili.
Il sito online del quotidiano israeliano “Ha’aretz” ha citato una fonte politica che afferma che lo Stato israeliano ha deciso di autorizzare l’accesso delle due barche a Gaza per impedire ai passeggeri di “attuare il loro piano di provocazione”.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9142]

25 AGOSTO

Carica esplosiva contro una jeep israeliana.

Nablus. Questa mattina, fonti della sicurezza palestinese hanno riferito che una carica esplosiva di fabbricazione locale ha investito una jeep israeliana.
Le fonti hanno aggiunto che secondo i calcoli delle forze di sicurezza palestinesi la carica pesava da 15 a 20 kg, non ci sono notizie di vittime.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9149]

Nil’in, pacifica protesta contro il Muro repressa con la forza. Diversi i feriti.

Ramallah. Ieri, la consueta protesta nonviolenta contro il Muro di Annessione israeliano, organizzata dagli abitanti di Nil’in, sostenuti da pacifisti israeliani e internazionali, è stata nuovamente repressa con la forza dalla truppe di occupazione.
I militari hanno lanciato bombe a gas, che hanno causato diverse intossicazioni, sparato proiettili di acciaio rivestiti di gomma, e hanno arrestato un attivista israeliano.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9150]

26 AGOSTO

Israele informa i palestinesi di Gaza: i valichi rimarranno chiusi a tempo indeterminato.

Gaza, martedì 26 agosto. Questa mattina Israele ha sigillato nuovamente i valichi di confine con la Striscia di Gaza. La decisione è giunta a seguito del lancio di un razzo artigianale caduto in territorio israeliano ieri sera.
A tarda notte, le autorità di occupazione israeliane hanno informato i palestinesi che i valichi di Gaza rimarranno chiusi “tempo indeterminato
[www.infopal.it/leggi.php?id=9157]

Il 28 agosto le autorità israeliane hanno riaperto i valichi con la Striscia di Gaza.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9172]

28 AGOSTO

Le forze di occupazione israeliane hanno arrestato diversi studenti dell’università an-Najah a Nablus.

Nablus. La notte scorsa, durante un’operazione nel quartiere al-Makhfiyah, a Nablus, nel nord della Cisgiordania occupata, le forze di occupazione hanno arrestato diversi studenti dell’università an-Najah.
Testimoni oculari hanno riferito che, alle 22 di ieri, più di 20 corazzati israeliani sono penetrati all’improvviso dal passaggio di Beit Eba in direzione della zona dietro l’ospedale specializzato di Nablus e hanno circondato diversi palazzi sparando e lanciando bombe al suono.
I soldati hanno arrestato 6 studenti dell’università an-Najah.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9174]

29 AGOSTO

Manifestazioni nonviolente a Bil’in, Nil’in e al-Ma’sara represse dai soldati israeliani con lacrimogeni e sostanze urticanti.

Bil’in-Ramallah. L’esercito israeliano ha aggredito la settimanale manifestazione nonviolenta contro il Muro di Annessione organizzata a Bil’in, lanciando lacrimogeni contro la folla pacifica.
Decine di palestinesi e attivisti israeliani e internazionali sono stati ricoverati per soffocamento da lacrimogeni.
Un gruppo formato da 150 cittadini ha sfilato verso il Muro, ma l’esercito lo ha attaccato usando bastoni, granate, lacrimogeni e una sostanza chimica mescolata in acqua colorata che provoca bruciori alla pelle.
Un giovane è rimasto ferito alla testa, mentre decine di altre persone sono rimaste intossicate.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9186]

30 AGOSTO

Aperto il valico di Rafah in entrambi i sensi.

Gaza. Il valico di Rafah, che collega la Striscia di Gaza con l’Egitto è stato finalmente riaperto: i cittadini egiziani e palestinesi rimasti bloccati su entrambi i lati del confine potranno finalmente far ritorno a casa, dopo mesi.
A febbraio di quest’anno, infatti, l’Egitto aveva nuovamente sigillato il passaggio, dopo che a gennaio i gazesi assediati avevano abbattuto le barriere che dividono i due territori, egiziano e palestinese.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9192]

1 SETTEMBRE

La Marina israeliana spara contro i pescatori palestinesi e gli attivisti del Free Gaza.

Fuoco sui pescatori. Questo pomeriggio, le navi israeliane hanno sparato ai pescherecci palestinesi al largo delle coste di Beit Lahiya, nel nord della Striscia. Sui pescherecci si trovano anche gli attivisti internazionali del Free Gaza e dell’ISM che si trovavano sulle imbarcazioni per “monitorare le aggressioni israeliane”.
Due pescatori sono rimasti feriti: Husam Sultan, 32 anni, è stato raggiunto alla testa da un frammento di proiettile; Muhammad Sultan, 19, ha il corpo lacerato da schegge.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9198]
[video: http://www.youtube.com/watch?v=
yTUYivihoTE]

Arresti nelle diverse città della Cisgiordania.

Cisgiordania. All’alba di oggi, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato tre cittadini palestinesi “ricercati”.
Militari israeliani hanno invaso la cittadina di Hu’san, in provincia di Betlemme, e hanno sparato contro le abitazioni, ferendone una persona. Parallelamente, altre truppe hanno invaso Beit Amer, in provincia di Hebron, e hanno arrestato tre cittadini con l’accusa di appartenere a “un’organizzazione terroristica”.
Le fonti hanno aggiunto che le forze di occupazione, appoggiate da diversi corazzati, hanno assaltato Jenin e le cittadine di al-Araqa e Kufr Dan, nel nord della Cisgiordania, sparando all’impazzata
[www.infopal.it/leggi.php?id=9201]

3 SETTEMBRE

Le forze di occupazione israeliane arrestano 10 cittadini palestinesi. Guerriglia delle brigate al-Quds contro truppe di invasione.

Cisgiordania. L’esercito di occupazione israeliano ha reso noto di aver arrestato 10 cittadini palestinesi “ricercati”, in varie aree della Cisgiordania: Qabatiya, Nablus e Halhul.
Guerriglia delle brigate al-Quds contro le truppe di invasione. Parallelamente, le brigate al-Quds, ala militare del Jihad islamico, hanno comunicato di essersi scontrate con le forze di invasione israeliane, a Qabatiya, in provincia di Jenin.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9210]

70 cittadini di Nablus sequestrati dall’esercito israeliano nel mese di agosto.

Nablus. Durante il mese di agosto, le forze di occupazione israeliane hanno rapito 70 cittadini di Nablus.
Lo rivela oggi l’”Istituto Tadamun per i Diritti umani”.
Tra le persone sequestrate vi è la consigliere comunale Majda Fidda.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9224]

5 SETTEMBRE

Le forze di occupazione israeliane arrestano 16 palestinesi.

Cisgiordania. Questa mattina, le forze di occupazione israeliane hanno sequestrato 16 cittadini palestinesi: 12 a Beit Khalil, nel nord di Hebron e 4 in provincia di Ramallah.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9238]

9 SETTEMBRE

Nil’in, anniversario del movimento di resistenza nonviolenta: l’esercito spara sulla folla.

Ramallah. Ieri, il movimento di resistenza nonviolenta di Nil’in ha celebrato i cinque anni di attività. Centinaia di palestinesi e di pacifisti internazionali e israeliani hanno marciato lungo le strade della cittadina e verso i terreni confiscati da Israele per far spazio al Muro di Annessione. I negozi hanno scioperato per due ore, a sostegno della manifestazione.
Il corteo ha bloccato per qualche ora il lavoro di scavo dei bulldozer, mentre l’esercito israeliano lanciava lacrimogeni e sparava proiettili di acciaio rivestiti di gomma.
Decine di cittadini sono rimasti intossicati e altri feriti.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9258]

10 SETTEMBRE

Appalti per la costruzione di 450 nuove unità coloniale in Cisgiordania.

Cisgiordania. Il movimento israeliano “Peace Now” ha dichiarato che il Dipartimento nazionale israeliano per il territorio ha pubblicato appalti per costruire 32 nuove unità coloniali nell’insediamento di Bitar Elit, edificata sui terreni di Betlemme in Cisgiordania.
Secondo il movimento di “Peace Now”, dall’inizio dell’anno Israele ha reso pubblici appalti per costruire 450 nuove unità coloniali.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9273]

11 SETTEMBRE

Navi da guerra israeliane sparano contro pescherecci palestinesi.

Gaza. Fonti palestinesi hanno affermato che, ieri sera, pescherecci palestinesi sono stati bombardati da una delle navi da guerra israeliane che pattugliano il mare di Gaza. Le fonti hanno aggiunto che una barca ha subito seri danni. Alcune altre hanno fatto rientro sulla spiaggia. Non ci sono state vittime.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9279]

Nave da guerra israeliana investe deliberatamente peschereccio palestinese.
Gaza. Ieri sera, una nave da guerra israeliana ha investito deliberatamente un’imbarcazione da pesca palestinese che si trovava al largo delle coste di Gaza.
Il peschereccio è stato distrutto e il pescatore a bordo, Ahmed al-Hassi, è rimasto ferito.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9285]

12 SETTEMBRE

Il ministro dei Trasporti israeliano: dobbiamo riprendere a uccidere i leader della resistenza palestinese.

Il ministro dei Trasporti israeliano, Shaul Mofaz, dalle pagine di oggi del quotidiano conservatore Maariv, ha chiesto la ripresa degli “assassinii mirati” dei leader della resistenza palestinese.
Mofaz è uno dei quattro candidati per le elezioni della leadership del partito Kadima.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9294]

13 SETTEMBRE

Violenze dell’esercito contro la pacifica manifestazione di Nil’in.

Ramallah. Ancora violenze contro la consueta manifestazione nonviolenta contro il Muro di Annessione, a Nil’in: decine di palestinesi, pacifisti israeliani e internazionali, tra cui un attivista belga, sono rimasti soffocati dai lacrimogeni lanciati dall’esercito israeliano.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9295]

Striscia di Gaza, fuoco dell’esercito israeliano contro un palestinese.

Gaza. Fonti ospedaliere palestinesi hanno reso noto che un cittadino di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, questa notte è rimasto ferito alle spalle dai colpi sparati dall’esercito israeliano appostato nei pressi del valico di Karm Abu Salam.
Testimoni oculari hanno riferito che i soldati hanno sparato alla cieca e che le ferite riportate dal cittadino sono gravi.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9297]

Bimbo palestinese investito da automezzo militare israeliano: è grave.

Hebron. Un bimbo palestinese di 5 anni, Mahran al-Ja’bari, è stato investito da un automezzo militare israeliano mentre si trovava di fronte a casa.
Il piccolo è stato ricoverato in ospedale in condizioni critiche.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9300]

Palestinese accoltella bambino israeliano. L’esercito e i coloni danno l’assalto a due villaggi: 10 feriti.

Nablus. Questa mattina all’alba, un palestinese ha accoltellato un bambino israeliano di 9 anni, residente nell’insediamento illegale di Shalhevet, nei pressi di Yitshar, nel distretto di Nablus, ferendolo lievemente e dando fuoco alla sua casa.
Secondo quanto riferito da testimoni oculari, dopo l’aggressione da parte del cittadino palestinese, bande di coloni israeliani dell’insediamento di Yitshar hanno assaltato alcune abitazioni palestinesi del villaggio di Asira ash-Shamalia, mentre i soldati vi hanno imposto il coprifuoco, sparando contro le abitazioni.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9299]

L’esercito uccide un ragazzo palestinese.

Betlemme: l’esercito israeliano uccide un adolescente di Tuqu’. Si chiamava Hasan Muhammad Hamaid e aveva 16 anni.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9301]

Brigate al-Quds lanciano razzo contro Sderot. Barak sigilla i valichi con Gaza.

Gaza. Ieri pomeriggio, le Brigate al-Quds, ala militare del Jihad islamico, hanno rivendicato il lancio di un missile artigianale contro Sderot, nel sud di Israele.
In un comunicato stampa, la fazione ha dichiarato che il bombardamento è “una risposta alle atrocità israeliane in corso”.
Da parte sua, come rappresaglia, il ministro della Difesa israeliano, Ehud Barak, ha deciso la chiusura di tutti i valichi di frontiera con la Striscia di Gaza.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9304]

I valichi verranno riaperti due giorni dopo, tranne quello di Rafah, controllato dall’Egitto, che rimarrà chiuso fino al 20 settembre per rimanere aperto due soli giorni.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9333]
[www.infopal.it/leggi.php?id=9365]
[www.infopal.it/leggi.php?id=9367]

15 SETTEMBRE

L’esercito israeliano ha sequestrato 4 giovani di diverse fazioni palestinesi.

Tulkarem. Oggi, durante un’incursione contro la cittadina di Attil, l’esercito israeliano ha sequestrato 4 palestinesi.
Si tratta di Amir Sha’ban, 30 anni, Majdi Yasin, 27, entrambi di Fatah; Eyhab al-Ajami, 22 anni, del Jihad islamico, e Bashar Ratib, 26, di Hamas.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9315]

16 SETTEMBRE

L’esercito israeliano sequestra 7 palestinesi in varie aree della Cisgiordania.

Cisgiordania. Questa mattina, in diverse aree dei Territori occupati, l’esercito israeliano ha arrestato 7 palestinesi “ricercati”.
Il sito web del quotidiano israeliano Yediot Aharonot ha riferito che i prigionieri, di cui non è stata rivelata né l’identità né il gruppo di appartenenza, verranno interrogati.
La campagna di sequestri ha preso di mira città e villaggi di Jenin, Ramallah, Betlemme e Hebron.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9322]

Aggressioni israeliane contro imbarcazione di pescatori: ferito Vittorio Arrigoni del Free Gaza.

Gaza, martedì 16 settembre. Siamo in mare con i pescatori palestinesi. Una nave israeliana, più grande del solito, ci ha investiti con un getto d’acqua potentissimo che ha distrutto i vetri della cabina da cui stavo guidando la barca.
Fortunatamente, mi sono girato in tempo, ma non ho potuto evitare che la mia schiena fosse colpita e ferita da parecchi pezzi di vetro.
Un ulteriore gesto di aggressione mentre i pescatori e i due internazionali a bordo stavano solamente pescando.
Vittorio Arrigoni, attivista del Free Gaza.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9324]
[video su www.youtube.com/watch?v=zRPSXQOjzKo]

17 SETTEMBRE

Cittadini palestinesi denunciano aggressione da parte di coloni.

Nablus. Fonti palestinesi hanno reso noto che due cittadini di Nablus hanno denunciato alcuni coloni dell’insediamento di Yitsahar.
I due palestinesi sono stati condotti in un ospedale israeliano per le ferite causate loro dalle pietre lanciate dai coloni.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9330]

Il ministro della Sicurezza interna israeliana: ‘Dobbiamo distruggere le fazioni palestinesi della Striscia di Gaza’.

Il ministro della Sicurezza interna israeliana, Avi Dichter, ha chiesto la distruzione di tutte le fazioni della resistenza palestinese nella Striscia di Gaza, sottolineando che Israele “non può permettersi l’esistenza di un’entità ostile nell’area”.
“Dobbiamo eliminare le fazioni palestinesi a Gaza - ha detto - non appena l’esercito sarà pronto per questa missione”.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9338]

18 SETTEMBRE

Protesta nonviolenta a Nil’in in ricordo di Sabra e Chatila, l’esercito israeliano carica la folla: 6 feriti.

Ramallah. Ieri, in occasione dell’anniversario del massacro di Sabra e Chatila, il villaggio di Nil’in, noto per le sue settimanali proteste nonviolente contro il Muro e le colonie israeliane, ha organizzato una marcia pacifica a cui hanno aderito numerosi cittadini e membri del gruppo ebraico non-sionista Naturei Carta.
I manifestanti hanno sventolato bandiere palestinesi e striscioni che riportavano la scritta “No all’occupazione, sì a uno stato palestinese indipendente”.
I soldati israeliani, come consueto, hanno aggredito con violenza il corteo ferendo 6 palestinesi e arrestando 5 attivisti internazionali. Altri sono rimasti intossicati dai lacrimogeni. Anche un giornalista straniero ha subito il brutale assalto dei militari.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9348]

20 SETTEMBRE

La polizia israeliana uccide un palestinese: stava tentando di infiltrarsi in un insediamento.

Nablus. La polizia di frontiera israeliana ha ucciso un cittadino palestinese nei pressi dell’insediamento ebraico di Yitzhar, a sud della città.
La polizia ha dichiarato che l’uomo stava tentando di infiltrarsi nella colonia dopo aver acceso una Molotov, ma che è stato ucciso prima che riuscisse a lanciarla.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9363]

22 SETTEMBRE

Checkpoint di Huwwara: donna palestinese ferisce soldato israeliano con dell’acido. L’esercito apre il fuoco: 3 feriti.

Una giovane, Sanabil Break, 19 anni, studentessa presso l’Università An-Najah, a Nablus, in attesa di attraversare il checkpoint di Huwwara, ha lanciato dell’acido sul volto di un soldato israeliano. I soldati hanno risposto sparando alla ragazza e a due altri uomini. I tre sono stati ricoverati all’ospedale di Rafedia.
L’esercito ha chiuso il valico di Huwwara in entrambe le direzioni.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9369]

Soldati israeliani sparano a bambino disabile.

Betlemme. Questa mattina all’alba, a sud di Betlemme, in Cisgiordania, un bambino disabile è stato ferito da soldati israeliani. Fonti palestinesi hanno riferito che un bimbo, Mohammed Khalil Qasim Abu Dayyah, 10 anni, residente a Beit Umar, handicappato psichico, è stato ferito dai colpi sparati dalle forze israeliane, mentre si trovava vicino a Safa, un villaggio situato nei pressi dell’insediamento ebraico illegale di Kefar Etzion.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9370]

L’esercito israeliano invade Nil’in e arresta diversi cittadini.

Ramallah. Questa mattina all’alba, le forze di occupazione israeliane hanno invaso la cittadina di Nil’in e hanno arrestato due palestinesi. Si tratta dei fratelli Hussein e Saddam Nafi. Altri giovani hanno ricevuto mandati di comparizione davanti agli uffici dell’intelligence israeliana.
L’esercito ha fatto sapere di essere alla ricerca di “attivisti” sospettati di “incitare alla violenza” durante le manifestazioni contro il Muro. Nil’in, va ricordato invece, è nota per le pacifiche proteste settimanali, a cui partecipano, a fianco della popolazione locale, sostenitori israeliani e internazionali.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9372]

Valico di Karni, le forze israeliane aprono il fuoco contro un gruppo di palestinesi.

Gaza. Fonti mediche hanno reso noto che, nella tarda serata di ieri, due cittadini sono stati feriti dal fuoco delle forze di occupazione israeliane a ovest di Gaza.
Le fonti hanno aggiunto che i militari israeliani hanno sparato a un gruppo di cittadini dalla loro postazione in prossimità del valico commerciale di Mintar (Karni).
[www.infopal.it/leggi.php?id=9373]

23 SETTEMBRE

Le forze di occupazione israeliane hanno assaltato Jenin. Sequestrato un medico.

Jenin. Questa mattina, le forze di occupazione israeliane hanno assaltato la città di Jenin e i villaggi di Al-Yamun e Kafr Dan.
Al checkpoint militare di Tayasir, a est di Tubas, i militari hanno sequestrato un medico palestinese, il dott. Daleh Mahmoud Sawaftah, che si stava dirigendo verso la clinica dove lavora.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9392]

24 SETTEMBRE

Manifestazione nonviolenta a Nil’in: ferito il presidente del Comitato popolare contro il Muro.

Ramallah. L’International Solidarity Movement ha comunicato che ieri, a Nil’in, il presidente del Comitato popolare contro il Muro, Ahed al-Khawaja, è stato colpito alla testa da un candelotto lacrimogeno, lanciato a breve distanza dalle forze di occupazione israeliane, che gli ha provocato escoriazioni e emorragie.
L’attacco è avvenuto durante una pacifica manifestazione contro il Muro di Annessione che ha sottratto numerosi appezzamenti di terre al villaggio. I militari, come consueto, hanno aggredito il corteo nonviolento con lacrimogeni.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9393]

25 SETTEMBRE

Arrestati 16 palestinesi dalle forze israeliane.

Cisgiordania. Ieri, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato quattro uomini e una ragazza della cittadina di Bala’a, a est di Tulkarem. Fonti della sicurezza palestinese hanno dichiarato che le truppe israeliane, appoggiate da circa quindici jeep militari, hanno invaso Balaa e il quartiere Dhinnaba e hanno assaltato le case dei cittadini danneggiandone gli interni. Poi, hanno sequestrato cinque persone, tra cui Rima Tabbal (23 anni) e suo fratello Islam.
Da parte sua, l’esercito israeliano ha affermato di aver arrestato 16 palestinesi “ricercati” in diverse province della Cisgiordania.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9408]

Le forze di occupazione israeliane assaltano campo di Dheisha.

Betlemme. Questa mattina all’alba, le forze di occupazione israeliane hanno assaltato il campo profughi di Dheisha, a Betlemme, e hanno rapito un ragazzino palestinese, Ibrahim Munir Arafah.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9401]

Estremisti ebrei di destra feriscono lo storico israeliano anti-occupazione.

(ANSA)- GERUSALEMME,25 SET-Lo storico Zeev Sternhell è rimasto ferito alla gamba destra la notte scorsa per l’esplosione di un ordigno nella sua casa a Gerusalemme. Sternhell, noto per le sue posizioni contrarie alla colonizzazione dei Territori palestinesi, ha riportato ferite leggere alla gamba destra. Sul posto la polizia ha trovato volantini della destra radicale ebraica nei quali si promette una taglia a chi ucciderà militanti del movimento ‘Peace Now’ o di simili organizzazioni pacifiste
[www.infopal.it/leggi.php?id=9411]

26 SETTEMBRE

Molotov contro veicoli israeliani.

Nablus. Ieri sera, alcuni palestinesi hanno lanciato delle Molotov contro veicoli israeliani. Non ci sono stati feriti.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9417]

27 SETTEMBRE

Manifestazione a Nil’in: 10 cittadini feriti e 10 arrestati.

Ramallah. Ieri, a Nil’in, durante una protesta contro il sequestro di terre palestinesi, 10 persone sono state ferite dall’esercito israeliano.
Un gruppo di cittadini ha lanciato sassi contro i bulldozer in procinto di confiscare terreni palestinesi per costruire una discarica tossica. I militari hanno risposto lanciando lacrimogeni. Altri 10 giovani sono stati arrestati.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9421]

3 OTTOBRE

Escalation di aggressioni dei coloni ebrei contro la popolazione palestinese.

Coloni ebrei stanno commettendo continue violenze contro i palestinesi in Cisgiordania.
Ne ha dato conferma anche il capo dell’esercito israeliano, ieri, in un’intervista su Ha’aretz.
I coloni stanno incentivando anche gli attacchi contro i soldati israeliane.
“In passato - ha spiegato il Generale Gadi Shamni al quotidiano -, soltanto alcune decine di persone prendevano parte a queste attività, ma oggi i numeri sono diventati centinaia. Questo è un cambiamento molto significativo”.
Gli attacchi dei coloni contro i palestinesi, ha aggiunto il generale, non ricorrono come atti sporadici atti di violenza, ma come “cospirazioni contro i cittadini”. Molti attacchi vengono pianificati e compiuti da rabbini ebrei, e questo garantisce molta popolarità.
L’ONU ha riferito di 222 incidenti separati entro il primo semestre del 2008.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9459]

6 OTTOBRE

Le forze di occupazione arrestano leader del Jihad islamico.

Cisgiordania. Questa mattina, a Qabatiya, l’esercito israeliano ha sequestrato un leader delle brigate al-Quds, ala armata del Jihad islamico.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9472]

Le forze israeliane distruggono rete elettrica in una cittadina a sud di Hebron.

Hebron. Ieri, le forze di occupazione israeliane hanno tagliato la corrente elettrica alla cittadina di Um Lasfa, ad ovest di Yatta, nel sud di Hebron, in Cisgiordania. I militari hanno distrutto una parte della rete elettrica e hanno sequestrato un’escavatrice utilizzata per bonificare i terreni.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9475]

7 OTTOBRE

Raid, aggressioni e arresti dell’esercito israeliano in diverse città del WB.

Cisgiordania. Questa mattina, le truppe israeliane hanno fatto irruzione in numerose aree della West Bank, arrestando diversi cittadini.
La città di Jenin, in particolar modo la zona di Marah Sa’d, è stata assaltata all’alba. Due persone sono state arrestate, dopo che le loro abitazione sono state invase e messe a soqquadro dai soldati.
I militari hanno lanciato bombe a gas contro gruppi di cittadini, ferendo due ragazze.
Nel campo profughi di Deheisha e nelle cittadina di Al-Khader, a Betlemme, l’esercito israeliano ha sequestrato 5 palestinesi.
Molte case sono state assaltate e diverse persone aggredite duramente.
A Hebron, un colone israeliano ha ferito un cittadino palestinese residente nel campo profughi di Far’a.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9488]

8 OTTOBRE

L’esercito blocca al valico di Erez delegazione di medici israeliani diretta a Gaza

Gaza. Accesso negato a tutti, a Gaza. Anche a una missione di medici israeliani diretta nella Striscia per portare medicine e strumenti sanitari alla popolazione palestinese assediata.
Questa mattina, l’esercito ha bloccato i dottori al valico di Erez, impedendo loro di entrare nella Striscia.
La delegazione, formata da 9 medici, sia palestinesi con cittadinanza israeliana sia israeliani, è organizzata da “Physicians for Human Rights”. Essi portano con sé medicine, strumentazione medica e protesi per un valore di 22 milioni di dollari.
Al di là del valico, negli ospedali, ci sono centinaia di malati in attesa di cure.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9499]

9 OTTOBRE

Ebrei estremisti assaltano la Moschea di al-Aqsa.

Gerusalemme. Ieri, centinaia di ebrei estremisti, protetti dall’esercito israeliano, hanno preso d’assalto la moschea al-Aqsa.
Ne ha dato notizia la Fondazione Al-Aqsa per la tutela dei luoghi sacri islamici.
Secondo quanto denunciato dalla Fondazione, gli estremisti erano divisi in bande tra i 5 e i 90 membri che hanno espletato rituali dentro la moschea, protetti dall’esercito. All’invasione hanno preso parte anche rabbini e politici israeliani.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9509]

10 OTTOBRE

Acri. Progrom contro gli arabi d’Israele.

Ieri, durante la Giornata ebraica del Yom Kippur, centinaia di estremisti ebrei hanno posto d’assedio e assaltato l’abitazione di una famiglia araba gli Sha’aban, residente ad Acri, nei Territori del ‘48. Analisti e politici palestinesi hanno definito l’aggressione un “pogrom anti-arabo”, molto simile, per violenza e ignoranza, a quelli scatenati in Europa, un secolo fa, contro le comunità ebraiche.
Al pogrom ha fatto seguito una sommossa urbana tra ebrei e arabi. Spiega Khalid Amayreh in un editoriale pubblicato oggi su Palestine-info, che gli ebrei hanno accusato la famiglia araba, e musulmana, che vive nel sobborgo ebraico di Porla, di aver “violato la santità dello Yom Kippur”, una festa ebraica, guidando l’auto.
Centinaia di giovani palestinesi sono accorsi in difesa della famiglia assediata dalla banda di estremisti, ma la polizia li ha aggrediti con violenza lanciando lacrimogeni e usando la forza. I ragazzi hanno preso ad attaccare proprietà e auto israeliane.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9524]

11 OTTOBRE

L’esercito israeliano attacca pacifica manifestazione contro l’occupazione di case palestinesi.

Hebron. Ieri, a Beit Ummar, attivisti internazionali e cittadini palestinesi hanno cercato di fermare l’occupazione di due abitazioni da parte dell’esercito israeliano. Le due case, come spesso accade, sono state trasformate in postazione militari.
Decine di pacifisti hanno organizzato una protesta contro l’aggressione e il sopruso dei soldati, chiedendo loro di evacuare le case per non lasciare le famiglie senza tetto.
L’esercito ha reagito attaccando i manifestanti con lacrimogeni, bastoni e il calcio di fucili e ferendo 7 persone, tra cui alcuni internazionali.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9532]

14 OTTOBRE

Giovane palestinese ferito a un checkpoint.

Nablus -Infopal. Ieri sera, un giovane palestinese è rimasto ferito dai colpi sparati dall’esercito israeliano, mentre attraversava il checkpoint di Huwwara, a sud di Nablus, in Cisgiordania.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9546]

15 OTTOBRE

Soldati israeliani uccidono un adolescente palestinese del campo di Jalazoun.

Ramallah. Questa notte, un giovane palestinese è stato ucciso dalle forze di occupazione israeliane mentre camminava in compagnia di altri due ragazzi nel campo profughi di Al-Jalazoun, vicino alla città di Ramallah.
Fonti mediche dell’ospedale governativo di Ramallah hanno affermato che la vittima, Abd Al-Qadir Ziyad, di 17 anni, è stato ferito a morte dai soldati israeliani che stazionano su torrette militari vicino all’insediamento ebraico di Beit El, a nord di Ramallah. E hanno aggiunto di non sapere che fine abbiano fatto gli altri due ragazzi.
Da parte loro, i soldati israeliani hanno affermato di aver sparato a tre giovani palestinesi che “trasportavano bombe molotov”, vicino all’insediamento ebraico di Beit El, e di aver ucciso Abd Al-Qadir.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9556]

16 OTTOBRE

Ramallah: soldati israeliani sparano a un ragazzo che lanciava pietre e lo lasciano sanguinare a morte.

Ramallah. Continua a crescere il numero delle vittime della violenza militare israeliana: all’alba di oggi, è deceduto il giovane Aziz Arar (20 anni), della cittadina di Kufr Malek, a est di Ramallah, in Cisgiordania, ucciso a sangue freddo dai soldati israeliani. Un altro è stato ferito a distanza di pochi metri, perché “tentava di lanciare pietre contro le volanti dell’esercito israeliano”.
All’ambulanza, arrivata sul posto, è stato impedito fino al mattino di recuperare il ferito sanguinante. All’ospedale statale di Ramallah i medici non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9564]

Campo di Jalazoun, l’esercito israeliano uccide un altro giovane palestinese.

Ramallah. Ieri sera, fonti mediche palestinesi hanno dichiarato il decesso del giovane Mohammad Jamal ar-Ramahi.
Il ragazzo era stato ferito dal fuoco delle forze di occupazione israeliane durante gli scontri scoppiati nel campo profughi al-Jalazoun, nord della città di Ramallah, al centro della Cisgiordania.
Testimoni oculari hanno riferito che Mohammad ar-Ramahi è stato raggiunto al cuore da una pallottola israeliana durante la sparatoria scatenatasi dall’esercito mentre si svolgeva il funerale di Abd Al-Qadir Ziyad al-Baddawi, 17 anni, ucciso dai soldati israeliani la sera prima.
[www.infopal.it/testidet.php?id=9563]

Folla di coloni invade la spianata di al-Aqsa.

Gerusalemme. Una folla di coloni, protetti dalla polizia israeliana, ha invaso ieri sera lo spiazzo antistante la moschea di Al-Aqsa passando dalla Porta dei Maghrebini.
I guardiani palestinesi si sono precipitati a impedire che l’orda di estremisti, sembra circa 500, assaltasse la moschea, ma la polizia israeliana li ha protetti.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9571]

17 OTTOBRE

L’esercito israeliano sequestra 10 palestinesi in diverse località della West Bank.

Cisgiordania-Infopal. Questa mattina, le forze di occupazione israeliane hanno sequestrato 10 cittadini palestinesi “ricercati” in diverse aree della Cisgiordania.
Sei persone sono state sequestrate a Ramallah, 2 a Khader (Betlemme), una a Jenin e un’altra a Hebron.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9572]

18 OTTOBRE

Raccolta delle olive: pacifisti palestinesi e israeliani aggrediti da banda di coloni. Ferito anche un giornalista.

Hebron. Questa mattina, un gruppo di attivisti israeliani e palestinesi hanno aiutato i contadini nella raccolta delle olive, nella provincia di Hebron, ma sono stati attaccati da coloni ebrei dell’insediamento di Tal Ar-Ramida.
Tra i feriti, un giornalista, Abdel Hafiz Al-Hashlamon, un attivista internazionale e un palestinese.
Testimoni oculari hanno riferito che i coloni hanno aggredito il giornalista e un cameraman che stavano filmando il lavoro dei pacifisti.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9586]

20 OTTOBRE

Nuovo violento assalto di coloni israeliani contro la Moschea di Al-Aqsa. Scontri e feriti a Gerusalemme.

Ieri mattina, centinaia di coloni hanno invaso la moschea di Al-Aqsa, a Gerusalemme, protetti da un cordone di poliziotti israeliani.
Testimoni oculari hanno raccontato che i coloni estremisti hanno assaltato la moschea a gruppi di 20-30 e hanno iniziato a recitare preghiere a voce alta. Ne sono nati scontri con le guardie di al-Aqsa.
Ieri, a mezzogiorno, ebrei estremisti hanno aggredito cittadini palestinesi di Gerusalemme ferendone 7.
La radio israeliana ha riferito che 6 giovani palestinesi sono stati feriti a seguito di scontri con estremisti ebrei in una piazza di Gerusalemme, e ha aggiunto che la polizia ha arrestato tre degli ebrei coinvolti.
In un altro incidente, i via Bar Eilan, estremisti ebrei hanno lanciato pietre contro un camion guidato da un arabo, che è rimasto ferito. La polizia ha fermato uno degli aggressori

[www.infopal.it/leggi.php?id=9587]

Iniziati i lavori di ampliamento di insediamenti ebraici illegali.

Hebron. Ieri, le autorità di occupazione israeliane hanno iniziato i lavori per l’ampliamento di un insediamento illegale nella città di Hebron.
Il “Comitato popolare palestinese per la difesa delle terre”, a Hebron, ha dichiarato che le autorità israeliane hanno iniziato a costruire tre unità abitative nella colonia di Charsina, e infrastrutture collegate di circa 4 mila metri quadrati.
Le nuove costruzioni hanno sottratto altra terra palestinese, appartenente alla famiglia Almohtaseb, dell’area di Baq’a.
Altri tre insediamenti illegali sono in costruzione a Ramallah e a Nablus.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9588]

Proseguono le aggressioni dei coloni contro i contadini della Cisgiordania.

Cisgiordania. Coloni estremisti ieri hanno attaccato contadini palestinesi del villaggio di Arraba, a sud di Jenin, che stavano raccogliendo le olive. Nei pressi della cittadina si trova la colonia ebraica di Dotan.
Fonti locali hanno riferito che coloni hanno impedito ai contadini di raggiungere i propri uliveti e li hanno aggrediti, ferendo Naji Zuhair, 45 anni.
Notizie di altri attacchi sono giunte da Ya’bad, sempre nei pressi di Jenin, dove i coloni hanno anche rubato le olive raccolte, e da Amout, vicino a Nablus, dove, per la terza volta in 24 ore, gli estremisti ebrei hanno lanciato sassi contro i contadini.
Anche a Salfit gli agricoltori palestinesi sono stati aggrediti da bande di coloni inferociti.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9594]

Cisgiordania, escalation di aggressioni dei coloni contro i contadini palestinesi.

Cisgiordania. Ormai è guerra aperta: orde di coloni inferociti contro agricoltori palestinesi e attivisti internazionali. Obiettivo: fermare, ostacolare la raccolta delle olive, fonte di reddito e sopravvivenza per migliaia di famiglie palestinesi, e “liberare” altra terra da destinare agli insediamenti, tutti illegali e condannati dalle leggi internazionali.
Questa mattina, a Jabal Odala, nei pressi di Kafr Qaddum, nel nord-est di Qalqiliya, oltre un centinaio di coloni israeliani ha aggredito un gruppo di contadini e volontari stranieri che stavano raccogliendo le olive.
Diversi agricoltori e internazionali, tra cui alcuni inglesi, sono rimasti feriti, e anche i macchinari hanno subito danni.
La banda di coloni ha bloccato l’accesso agli oliveti, impedendo la raccolta delle olive.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9595]

L’esercito israeliano invade Nablus e Jenin: 6 cittadini palestinesi arrestati.

Nablus. Questa mattina, in diverse zone della Cisgiordania, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato 6 cittadini palestinesi “ricercati”.
Fonti locali hanno riferito che, all’alba di oggi, le truppe israeliane hanno invaso il campo profughi di Askar, nei pressi di Nablus, e hanno assaltato le case dei cittadini alla caccia di “ricercati”. Sei persone sono state arrestate.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9596]

Israeliano ferito dal lancio di pietre e molotov.

Qalqiliya. Ieri sera un cittadino israeliano è stato lievemente ferito dal lancio di sassi: stava percorrendo in auto una strada che attraversa il villaggio palestinese di Al-Zawiya, nei pressi di Qalqiliya, quando è stato raggiunto da pietre e molotov tirate da un gruppo di adolescenti.
Truppe dell’esercito di occupazione sono prontamente intervenute per dare la caccia ai ragazzini.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9592]

21 OTTOBRE

L’esercito israeliano arresta 3 giornalisti che tentano di filmare le aggressioni di una banda di coloni.

Qalqiliya. Questa mattina, nel villaggio di Kafr Qaddoum, a est di Qalqiliya, in Cisgiordania, l’esercito di occupazione israeliano ha arrestato 3 giornalisti del locale canale TV “Al-Watan”, e li ha condotti in una località non identificata.
Fonti locali hanno riferito che i soldati israeliani hanno impedito alla troupe di documentare gli attacchi dei coloni contro i contadini palestinesi che raccoglievano le olive.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9603]

22 OTTOBRE

Barak ordina la chiusura dei valichi di Gaza a seguito della caduta di un missile.

Tel Aviv -Infopal. Ieri sera, il ministro della Difesa israeliano, Ehud Barak, ha deciso la chiusura di tutti valichi di frontiera con la Striscia di Gaza. La motivazione addotta è la caduta di un missile palestinese, di fabbricazione locale, lanciato dalla Striscia verso Ashkelon.
La radio israeliana ha diramato la notizia della caduta di un razzo palestinese caduto in una zona desertica del Negev. Non ci sono state vittime né danni.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9608]

23 OTTOBRE

Le forze di occupazione israeliane feriscono 2 cittadini palestinesi.

Cisgiordania. Ieri, nel campo profughi al-Fare’a, in provincia di Tubas, un ragazzo di 17 anni, Muath Isa Gazlawi, è stato ferito alla testa da una pallottola sparata dai soldati israeliani. Le sue condizioni sono stabili.
Le forze di occupazione hanno invaso il campo profughi e hanno imposto il coprifuoco impedendo ai cittadini di muoversi.
A seguito di scontri scoppiati tra i soldati e i cittadini nel campo, l’esercito ha arrestato un ragazzino, Mohammad Shahada Subh (14 anni).
Sempre ieri, le forze di occupazione hanno invaso la cittadina di Idhna e hanno ferito una persona. Inoltre, hanno assaltato diverse abitazioni nei campi profughi al-Fawar e al-Arrub, in provincia di Hebron.
Fonti mediche hanno riferito che le forze di occupazione hanno aperto il fuoco contro il cittadino Awad Ahmad abderrahman Sulaimiyah (26 anni), residente a Idhna, colpendolo con due pallottole, una al piede e l’altra al petto. Il giovane è stato stato ricoverato in ospedale con ferite di media entità.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9618]

24 OTTOBRE

Giovane palestinese pugnala a morte colono israeliano.

Gerusalemme. Ieri, un israeliano della colonia di Gilo, a sud di Gerusalemme, è stato pugnalato a morte da un giovane palestinese.
La radio israeliana ha riferito che una volante della polizia israeliana, che stava facendo un giro di routine all’interno della colonia, si è insospettita per la presenza di un giovane palestinese e lo ha fermato, ma questi ha pugnalato uno dei poliziotti, prima di essere a sua volta ferito da una scarica di proiettili.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9632]

Fatah e il Jihad islamico rivendicano attacco congiunto contro due israeliani.

Cisgiordania. In un comunicato stampa, le brigate al-Quds, ala armata del Jihad islamico, e al-Aqsa, milizia di Fatah, hanno rivendicato congiuntamente la sparatoria contro due israeliani, avvenuto ieri sera nei pressi della cittadina di Qalneswa, in provincia di Tulkarem.
Nel comunicato le due brigate hanno affermato che l’operazione rappresenta una “risposta alle aggressioni israeliane”.
I due israeliani sono rimasti gravemente feriti.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9636]

Le forze di occupazione israeliane invadono Nablus e Asira al-Shamaliyah e proseguono con la demolizione dei terreni agricoli a sud di Jenin.

Nablus. Questa mattina, le forze di occupazione hanno invaso diverse zone nella provincia di Nablus, nel nord della Cisgiordania.
Fonti locali hanno riferito che truppe israeliane hanno invaso la città di Nablus e assaltato le abitazioni nella zona orientale. Un’altra forza ha invaso la cittadina di Asira al-Shamaliyah, ma poi si è ritirata. Non ci sono notizie di arresti.
Parallelamente, per il secondo giorno consecutivo, i bulldozer israeliani proseguono la distruzione dei terreni agricoli di Um ar-Rihan e Tura al-Sharqiyah, a sud di Jenin.
Bilal Zaid, sindaco di Um ar-Rihan, ha riferito che i terreni, che si estendono per di 4,5 ettari, sono coltivati a ulivi e sono di proprietà della famiglia di Mohammad Khader Qubbaha. Si trovano dietro il Muro di Annessione.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9638]

25 OTTOBRE

L’esercito israeliano invade il campo di Al-Fara’a: 2 giovani feriti.

Cisgiordania. Questa notte alle 1,30, truppe dell’esercito israeliano hanno invaso il campo profughi di Al-Fara’a, a Nablus, aprendo il fuoco contro un gruppo di ragazzi: due sono stati colpiti e feriti.
Si tratta di Imad Tayih, 17 anni, e di Thabit Raja, 23. Le ambulanze del Palestinian Red Crescent li hanno portati in ospedale.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9639]

Navi da guerra israeliane bombardano pescherecci palestinesi.

Gaza. Questa mattina, pescherecci palestinesi al largo delle spiagge di Rafah sono stati bombardati da navi da guerra israeliane.
Non ci sono stati feriti.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9640]

L’esercito israeliano sequestra una casa palestinese e la trasforma in postazione militare.

Betlemme -Infopal. Alle 3,30 di questa mattina, decine di veicoli militari israeliani hanno invaso il villaggio di Husan, a Betlemme, e assaltato l’abitazione di Bassam Za’ul, 47 anni. L’uomo ha riferito che i soldati hanno lasciato a lui e alla sua famiglia, che comprende anche una neonata di pochi mesi, cinque minuti di tempo per sgombrare la casa, trasformata poi in postazione militare. Gli invasori l’hanno recintata con filo spinato, rimosso finestre e piazzato sacchi di sabbia al loro posto, e issato bandiere israeliane sul tetto.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9646]

28 OTTOBRE

Incursioni delle truppe israeliane in varie località della Cisgiordania. Diversi arresti.

Cisgiordania. Questa mattina l’esercito di occupazione israeliano ha condotto diverse incursioni e aggressioni contro città e villaggi palestinesi.
Alle 2 del mattino, le truppe israeliane hanno assaltato il campo profughi di Nour Shams, a Tulkarem, e hanno sequestrato Ra’fat Hussein Said, 21 anni, dopo aver fatto irruzione nella sua abitazione.
Soldati hanno assaltato la cittadina di Bal’a e irrotto in diverse abitazioni, distruggendone gli interni.
Incursioni sono state condotte anche contro il villaggio di Ash-Shawawra, a Betlemme, dove è stato arrestato Ghaleb Mohammad Salem, 30 anni.
Un altro spiegamento di forze ha invaso il campo di Ad-Duheisha e ha sequestrato Bilal Omar As-Suleibi e suo fratello Hamza.
Altre sei persone sono state sequestrate in diverse aree della Cisgiordania.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9664]

29 OTTOBRE

L’esercito israeliano fa irruzione a Yamon e uccide un anziano.

Jenin. All’alba di oggi, le forze di occupazione israeliane hanno ucciso un anziano residente nel villaggio di Yamun, a ovest di Jenin, in Cisgiordania. Si tratta di Mohammed Tahir ‘Abahra, di 67 anni.
I soldati gli hanno sparato a bruciapelo mentre si trovava fuori casa.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9678]

Dopo Acri tocca a Lidda: Israele ordina la demolizione di 13 case arabe.

Acri. Gli abitanti del quartiere “Shner” a Lidda, occupata nel 1948, hanno deciso di opporsi ai piani di demolizione e di restrizioni che prendono di mira la presenza araba nella città, e hanno installato una tenda di protesta contro gli ordini di evacuazione e demolizione consegnate ultimamente a tredici famiglie del quartiere.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9683]

30 OTTOBRE

Israele denuncia il lancio di un razzo sul Negev. Nessuna fazione palestinese lo rivendica.

Gaza. L’esercito israeliano ha dichiarato che questa mattina dal nord della Striscia di Gaza è stato lanciato un razzo artigianale verso il sud di Israele.
Nessuna fazione palestinese di Gaza ha rivendicato la responsabilità dell’operazione.
In risposta al lancio del razzo, il ministro della Difesa israeliano, Ehud Barak, ha chiuso i valichi con la Striscia.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9688]

31 OTTOBRE

Proseguono le aggressioni israeliane contro istituzioni scolastiche palestinesi: 15 studenti arrestati.

Hebron. Ieri, nella città di Al-Arrub, l’esercito israeliano ha assaltato il “Palestine Technical College” e sequestrato 15 studenti.
Camionette militari hanno fatto irruzione nel campus sparando alla cieca e lanciando granate. I soldati hanno aggredito diversi ragazzi della scuola di agraria e dell’università, compreso il decano, Issa Al-A’mlah, 43 anni, e danneggiato aule e attrezzature.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9694]

Due israeliani accoltellano due panettieri palestinesi.

Gerusalemme. La radio israeliana ha riferito che questa mattina a Talpiyot, nei pressi di Gerusalemme, due panettieri palestinesi sono stati accoltellati da due israeliani. A giustificazione dell’atto violento hanno dichiarato che i due palestinesi non volevano vendere loro del pane.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9697]

La Marina israeliana apre il fuoco contro pescatori palestinesi e attivisti del Free Gaza.

Gaza. Fuoco sui pescherecci palestinesi. Questa mattina, la marina israeliana ha sparato contro pescatori palestinesi e attivisti del Free Gaza movement che si trovavano in mare, a pescare.
Ne hanno dato notizia l’on. Jamal Al-Khudari, presidente del Comitato popolare contro l’Assedio, e Vittorio Arrigoni, membro del Free Gaza, che era a bordo di uno dei pescherecci.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9700]

Coloni israeliani feriscono giornalista palestinese.

Hebron. Questa mattina, un giornalista palestinese è stato ferito alla testa da un gruppo di coloni estremisti.
Alcuni cronisti palestinesi stavano coprendo le aggressioni perpetrate dai residenti dell’insediamento di Kharsana ai danni degli abitanti di Hebron.
Fonti palestinesi hanno dichiarato che il giornalista Hazem Badr è rimasto ferito alla testa dai coloni ed è stato ricoverato in ospedale.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9701]

1 NOVEMBRE

Fuoco dell’esercito israeliano contro pacifisti di Nil’in: 7 feriti. Tra i manifestanti, Luisa Morgantini.

Ramallah. Ieri, a Bil’in, nei pressi di Ramallah, 7 manifestanti - tra cui due pacifisti francesi - sono rimasti feriti dai soldati israeliani che hanno sparato contro il pacifico corteo settimanale di protesta contro il Muro di Annessione e gli insediamenti ebraici illegali.
Tra i partecipanti alla manifestazione nonviolenta c’erano la vice-presidente del Parlamanto Europeo, Luisa Morgantini, e l’europarlamentare inglese Chris Davies. Entrambi sono stati picchiati dai soldati.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9707]

3 NOVEMBRE

Le truppe israeliane invadono il campo di al-Far’a e impongono il coprifuoco. 3 ragazzi feriti.

Nablus. Questa mattina, le forze di occupazione israeliane hanno invaso il campo profughi di Al-Far’a, a nord di Nablus. Fonti locali hanno riferito che 40 corazzati hanno fatto irruzione e imposto il coprifuoco. Ne sono nati scontri con giovani locali, che hanno tentato di proteggere l’area.
Tre sono rimasti feriti: Mohammad Fu’ad Sawalmah, 22 anni, è stato colpito al petto e alla coscia da tre proiettili. Versa in gravi condizioni. Anche un bambino di 11 anni, Ihab Ghaleb Balaydah, ferito alla schiena, è grave.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9717]

L’esercito israeliano apre il fuoco contro contadini palestinesi.

Gaza. Le forze di occupazione israeliane dislocate a est della città di Khan Younis, nella Striscia di Gaza, hanno aperto il fuoco contro contadini palestinesi che si trovavano nei pressi del villaggio di Khuz’ah. Non ci sono stati feriti.
Testimoni oculari hanno riferito che quotidianamente le forze israeliane sparano, deliberatamente, contro gli agricoltori che raccolgono le olive, nel tentativo di impedire loro l’accesso ai campi, e contro le case palestinesi situate vicino al confine.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9718]

4 NOVEMBRE

Bande di coloni estremisti attaccano cittadini palestinesi.

Hebron. Fonti palestinesi hanno dichiarato che, ieri sera, diversi coloni estremisti dell’insediamento illegale di Kiryat Arba hanno attaccato la famiglia al-Ja’bari a Hebron, nel sud della Cisgiordania, ferendo tre persone.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9732]

5 NOVEMBRE

Attacco israeliano alla Striscia di Gaza: la tregua è finita. Fatto a pezzi un palestinese. Altri 4 feriti.

Gaza, mercoledì 5 novembre. Questa notte, nella zona al-Qarara, a est di Khan Yunes, nel sud della Striscia di Gaza, e a Juhr Ad-Dik, nel centro, 6 resistenti palestinesi sono stati uccisi da diversi attacchi aerei israeliani contro postazioni dei resistenti delle brigate al-Qassam, ala militare di Hamas.
Separatamente, un drone israeliano ha lanciato un missile che si è abbattuto contro un gruppo di Al-Qassam a Al-Qarara, uccidendone 4 combattenti. Il dott. Mu’awiya Hassanein, direttore del servizio di pronto soccorso del ministero della Sanità, ha identificato: Muhammad Ba’lusha, Omar Al-Alami, Muhammad Awad e Wajdi Muharib.
Testimoni oculari hanno riferito che le forze di occupazione hanno bombardato con l’artiglieria pesante, e con la copertura degli elicotteri apache, la zona di frontiera vicino a Deir al-Balah. Inoltre, un gran numero di corazzati e di forze speciali sono penetrate per centinaia di metri a est di Deir al-Balah: “All’inizio sembrava solo un addestramento - hanno raccontato i testimoni -, ma poi è stato chiaro che si trattava di un attacco contro la resistenza”.
La risposta. In un comunicato, le Brigate Al-Qassam hanno dichiarato di aver lanciato 8 mortai contro le forze israeliane nella Striscia di Gaza centrale, vicino alla postazione di Kissufim.
Il giornale ebraico “Haaretz” riferisce che l’esercito di occupazione ha attaccato la Striscia dopo aver scoperto “piani” di Hamas per il rapimento di soldati israeliani, attraverso un tunnel costruito nei pressi della linea di confine.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9738]

Sale la tensione nella Striscia dopo i raid israeliani.

Gaza. Sale la tensione nella Striscia di Gaza, dopo il bombardamento notturno dell’artiglieria e dell’aviazione israeliane.
Il movimento di Hamas, la cui ala militare, le Brigate Qassam, è stata attaccata dalle forze israeliane, ha messo in guardia il governo ebraico sulle “conseguenze provocate dal protrarsi dei raid e delle invasioni” nella Striscia e ha promesso che “la rappresaglia non si limiterà solo a una particolare zona di azione”.
Il dott. Sami Abu Zuhri, portavoce di Hamas, ha dichiarato che le incursioni israeliane contro la Striscia di Gaza centrale e orientale, rappresentano una “seria escalation e una grave rottura dell’accordo di tregua”.
Il governo di Gaza, da parte sua, ha dichiarato che l’occupazione israeliana è “pienamente responsabile per le conseguenze politiche e militari dell’aggressione”.
In un comunicato stampa, Taher An-Nunu, portavoce del governo, ha affermato che l’attacco di questa notte, è “la più grave violazione della tregua siglata a giugno con la mediazione egiziana”.
Le Brigate Qassam, a loro volta, hanno sottolineato che “gli accordi di tregua non impediranno di difendere la Striscia di Gaza dagli attacchi israeliani”.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9744]

Tre soldati israeliani sono stati feriti durante l’invasione della Striscia di Gaza.

Gaza. La radio israeliana ha annunciato che tre soldati dell’esercito di occupazione israeliano sono stati feriti durante l’operazione di invasione al centro e al sud della Striscia di Gaza.La radio ha aggiunto che l’esercito ha ritirato le sue forze dai territori della Striscia di Gaza.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9740]

Un israeliano è stato ferito a pugnalate.

Betlemme. Questa mattina, fonti di informazione israeliane hanno rivelato che, questa notte, nei pressi di al-Walaja, a ovest di Betlemme in Cisgiordania, un israeliano è stato accoltellato.
La radio ha riferito che il ferito è stato ricoverato all’ospedale di Hadassa, a Ain Karem, a Gerusalemme. L’uomo è stato ritrovato vicino alla sua auto, nella strada di al-Walaja, a ovest di Betlemme.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9742]

6 NOVEMBRE

Prosegue l’attacco a Gaza

Gaza, giovedì 6 novembre. Questa notte, l’aviazione israeliana ha attaccato la zona di az-Zatar, nel nord della Striscia di Gaza, uccidendo un resistente delle brigate al-Quds, ala militare del Jihad Islamico, e ferendone altri.
Fonti mediche palestinesi hanno riferito che Ghassan at-Tramsi, 29 anni, è arrivato nell’ospedale “Martire Kamal Odwan” a pezzi: un missile lo ha colpito in maniera diretta, riducendolo a brandelli. Altri 4 sono rimasti feriti, di cui uno versa in gravi condizioni.
Testimoni oculari hanno riferito che un drone israeliano ha lanciato almeno un missile contro un gruppo di combattenti delle brigate al-Quds che stavano camminando nella zona di Taal az-Zatar, a est del campo profughi di Jabalia, nel nord della Striscia di Gaza.
Subito dopo il bombardamento le ambulanze sono accorse sul posto.
Diversi carri militari israeliani sono penetrati per 100 metri nella zona del cimitero dei Martiri, a est del quartiere ash-Shujaiyah, a est della città di Gaza, e hanno sparato all’impazzata.
Le fazioni palestinesi hanno chiesto ai loro combattenti di mantenere l’allerta.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9738]

Israele annuncia la demolizione di 21 case e strutture agricole palestinesi.

Tubas. Il tribunale militare israeliano ha deciso di demolire 21 abitazioni e strutture agricole nella zona di al-Aghwar Ash-Shamaliyah, nella provincia di Tubas, nel nord della Cisgiordania.
Aref Diraghmah, responsabile dei pascoli della zona, ha riferito che il tribunale Beit Ayl ha dato tempo due settimane per evacuare case, stalle, strutture agricole e pascoli prima della demolizione.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9763]

7 NOVEMBRE

Missile israeliano terra-terra ferisce resistente palestinese. Due razzi contro la città israeliana di Kfar Ezza

Gaza. Ieri sera, un resistente palestinese è stato ferito in maniera leggera da un missile israeliano “terra – terra” lanciato contro un gruppo di combattenti che si trovavano nella zona est della cittadina di Jabalia, nel nord della Striscia di Gaza.
Le Brigate della Resistenza nazionale, ala militare del FDLP, hanno rivendicato il lancio di due razzi di fabbricazione locale contro la cittadina israeliana di “Kfar Ezza”, a est della città di Gaza.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9774]

Israele ha fermato il rifornimento di cemento alla Striscia di Gaza per ‘motivi di sicurezza’.

Gaza. Nabil az-Zaim, direttore generale della ditta gazese che importa cemento, ha fatto sapere che, dalla fine della settimana scorsa, l’azienda israeliana che rifornisce la Striscia di Gaza ha interrotto le consegne. La sicurezza israeliana, infatti, ha proibito l’ingresso di cemento per “ragioni di sicurezza”.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9753]

10 NOVEMBRE

Corazzati israeliani invadono Qalqiliya.

Cisgiordania. Ieri sera, l’area di Qalqiliya è stata invasa da numerosi corazzati israliani che si sono fatti strada sparando con intensità.
I veicoli militari si sono diretti verso una parte del Muro di Annessione che, secondo fonti dell’esercito, sarebbe stata aperta dai cittadini.
Altre zone limitrofe sono state attaccate dall’esercito. La popolazione locale ha risposto alle aggressioni lanciando pietre.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9789]

11 NOVEMBRE

Le forze di occupazione israeliane arrestano 9 cittadini palestinesi.

Cisgiordania. Fonti di sicurezza palestinesi hanno riferito che le forze di occupazione israeliane hanno arrestato 9 cittadini palestinesi in diverse zone della Cisgiordania.
La radio israeliana di lingua ebraica ha mandato in onda le dichiarazioni di un portavoce dell’esercito di occupazione, secondo cui gli arrestati erano persone “ricercate”.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9804]

12 NOVEMBRE

Nuovo attacco israeliano alla Striscia di Gaza: bombardamenti dell’artiglieria e dell’aviazione, 4 combattenti uccisi.

Gaza. Nuovo attacco dell’esercito e dell’aviazione israeliani contro la Striscia di Gaza: questa mattina, tank e corazzati hanno invaso la cittadina di Al-Qarara, scontrandosi con la resistenza palestinese, e aerei da guerra hanno bombardato un gruppo di combattenti.
Le Brigate Al-Qassam, ala armata di Hamas, hanno comunicato di essersi scontrate con le forze di invasione.
L’aviazione ha ucciso 4 combattenti: fonti mediche hanno reso confermato di aver recuperato i cadaveri di quattro militanti delle brigate Qassam. Le vittime sono: Mahmoud Siyam, Rami Freinah, Muhsen Al-Qidrah e Isma’il Abu Al-Ola.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9818]

13 NOVEMBRE

Striscia di Gaza, le brigate militari palestinesi lanciano pioggia di razzi contro aree israeliane.

Gaza. Nella notte, diverse brigate palestinesi hanno lanciato razzi e mortai contro i territori israeliani al di là del confine con la Striscia, in “risposta” all’uccisione, avvenuta ieri, di 4 combattenti da parte dell’aviazione israeliana.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9829]

Le forze di occupazione arrestano 5 cittadini in Cisgiordania.

Cisgiordania. Oggi, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato 5 cittadini palestinesi nelle province di Nablus, Ramallah e Hebron, in Cisgiordania, durante una campagna di invasioni contro le abitazioni civili.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9831]
Le forze israeliane demoliscono due case palestinesi in un villaggio di Ramallah: ‘Erano senza permessi’.

Ramallah. Ieri sera, le forze israeliane hanno demolito due abitazioni situate nella cittadina di Shaqba, a ovest di Ramallah. La giustificazione è sempre la stessa: mancanza di permessi. Permessi che Israele non concede. Si tratta di una delle tante forme di “pulizia etnica” dei territori palestinesi.
Nelle case, di proprietà di Bassem Hassan Subhi Ibrahim, vivevano 18 persone, che ora sono senza tetto.
Altre cinque abitazioni sono in attesa di demolizione.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9833]

14 NOVEMBRE

Pioggia di missili artigianali sui territori israeliani. L’esercito bombarda Beit Lahiya. 4 combattenti feriti.

Gaza. Undici razzi palestinesi si sono abbattuti contro Sderot e Ashkelon questa mattina all’alba. Altri cinque sono stati lanciati alle 11,30 ora locale.
In risposta, l’esercito israeliano ha bombardato l’area di al-Atatra, a nord di Beit Lahiya, da cui forse sono partiti i missili artigianali.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9847]

15 NOVEMBRE

Bombardamento aereo israeliano contro il nord della Striscia di Gaza: 2 combattenti palestinesi uccisi.

Gaza. Due palestinesi sono morti nell’attacco israeliano contro il nord della Striscia di Gaza.
Oggi a mezzogiorno, 2 resistenti palestinesi sono stati uccisi e un terzo è stato ferito durante un attacco aereo israeliano che ha preso di mira un gruppo di combattenti nel nord della Striscia.
La resistenza risponde colpendo le colonie israeliane.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9853]

16 NOVEMBRE

Devastante attacco aereo israeliano contro Gaza est: 4 resistenti fatti a pezzi.

Gaza. Questa mattina, un altro devastante attacco aereo israeliano ha colpito l’area a est di Gaza, nella Striscia assediata, uccidendo 4 resistenti delle Brigate An-Nasser Salahuddin, ala armata dei Comitati di Resistenza popolare.
Le forze di occupazione israeliane hanno infranto la tregua stipulata a giugno di quest’anno: il bilancio degli attacchi aerei e di terra è di 16 morti e decine di feriti.
Le brigate hanno lanciato alcuni razzi artigianali in risposta alle atrocità israeliane.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9861]

17 NOVEMBRE

Black-out e assedio: punizione collettiva contro la Striscia di Gaza.

Gaza. La Striscia è al buio (il 70% della popolazione). Israele non permette l’entrata dei camion per il rifornimento di combustibile.
Durante una conferenza stampa, Kan’an Ubeid, vice-presidente dell’Autorità palestinese per l’Energia a Gaza, ha dichiarato che oltre alla chiusura degli impianti alimentati a diesel, anche la rete elettrica gazese alimentata da Israele è collassata.
Da giovedì, la Striscia vive sotto black-out giornalieri: dal 4 novembre Israele ha sigillato i confini con Gaza, impedendo i rifornimenti alimentari, di carburante, di medicine, di pezzi di ricambio per macchinari sanitari e domestici e impianti.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9867]

Le forze di occupazione israeliane hanno invaso la cittadina di Jayyus.

Qalqilyah. Ieri sera, grandi forze dell’occupazione israeliana hanno invaso la cittadina di Jayyus, nella provincia di Qalqilyah in Cisgiordania e l’hanno dichiarata zona militare chiusa.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9863]

Incursione israeliana in provincia di Jenin: 4 ragazzi arrestati.

Jenin. Questa mattina all’alba, le forze di occupazione israeliane hanno sequestrato 4 giovani palestinesi. Tre sono adolescenti e il quarto è uno studente dell’Università americana di Jenin.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9871]

Le forze di occupazione israeliane sequestrano 14 palestinesi.

Cisgiordania. La radio israeliana ha riferito che l’esercito di occupazione ha sequestrato questa mattina 14 “ricercati” palestinesi a Ramallah, Nablus, Hebron e nella Valle del Giordano.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9872]

18 NOVEMBRE

Striscia di Gaza, la Marina israeliana rapisce attivista italiano insieme a pescatori palestinesi e altri attivisti internazionali.

Vittorio Arrigoni ha telefonato alla sua famiglia e ha comunicato che sono rinchiusi nel carcere dell’aeroporto, in tre celle separate.
Sono stati colpiti con le pistole che sprigionano scariche elettriche e poi immersi in acqua.
Attendono l’arrivo di due avvocati e del Console italiano.
Le navi da guerra hanno circondato diverse barche da pesca, sequestrando 14 pescatori e 3 attivisti internazionali. Tra i pacifisti arrestati, Andrew Muncie, Darlene Wallach (Usa) e Vittorio Arrigoni. Sono state informate del rapimento le ambasciate della Gran Bretagna, degli Stati Uniti e dell’Italia. I pescatori stavano pescando in acque gazesi.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9875]

I pescatori sequestrati vengono rilasciati il 19 novembre
[www.infopal.it/leggi.php?id=9892]

Il 20 novembre i tre attivisti internazionali hanno cominciato uno sciopero della fame per protestare contro la loro detenzione illegale da parte di Israele.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9905]

20 NOVEMBRE

Striscia di Gaza, ucciso militante di al-Qassam.

Gaza. Questa mattina, a est del quartiere di Ash-Shujaiyah, un combattente delle Brigate al-Qassam, ala armata di Hamas, è stato ucciso dal fuoco dell’artiglieria israeliana
[www.infopal.it/leggi.php?id=9897]

Le forze di occupazione israeliane arrestano 21 cittadini palestinesi.

Cisgiordania. Le forze di occupazione israeliane hanno arrestato 21 cittadini palestinesi durante un’operazione, partita all’alba di oggi, che ha coinvolto le aree di Nablus, Tulkarem e Ramallah.
Testimoni oculari hanno riferito che le forze di occupazione hanno eseguito una campagna di perquisizioni contro diverse zone della Cisgiordania, sparando all’impazzata, e hanno arrestato 21 cittadini palestinesi.
Le truppe di invasione, sostenute da più di 15 corazzati, hanno anche invaso la cittadina di Qafin, sparando alla cieca e lanciando bombe al suono.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9899]

21 NOVEMBRE

L’esercito israeliano assalta la zona di Deir al-Balah.

Gaza. L’esercito israeliano ha assaltato Wadi as-Salaqa, a est di Deir al-Balah, nella Striscia di Gaza centrale.
Testimoni locali hanno riferito di aver visto diversi corazzati israeliani invadere la zona est di Deir al-Balah, mentre sparavano alla cieca contro le case.
Le brigate della resistenza palestinese si sono scontrate con le truppe di invasione: le Naser Salah ad-Din, ala armata dei CPR, hanno lanciato un mortaio contro l’avamposto militare di Kissufim.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9912]

22 NOVEMBRE

Le motovedette israeliane sparano contro i pescherecci di Khan Yunes e Rafah.

Gaza. Finalmente libere dalla presenza degli osservatori per i diritti umani del Free Gaza mov. e dell’International Solidarity Movement, pronti a documentare e denunciare i quotidiani abusi, ieri sera le motovedette israeliane hanno aperto il fuoco contro le barche dei pescatori palestinesi al largo di Khan Yunes e Rafah, nel sud della Striscia di Gaza.
Testimoni oculari hanno riferito che le navi da guerra israeliane hanno sparato contro i pescherecci, terrorizzando i pescatori, ma non hanno causato vittime.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9916]

24 NOVEMBRE

Bombardata Beit Hanoun: due palestinesi feriti

Un’area nei pressi di Beit Hanoun, a nord della Striscia di Gaza, è stata bombardata sabato notte dalle forze di occupazione israeliane con un missile terra – terra.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9923]

Ancora blindata la Striscia di Gaza. Tre missili contro le colonie israeliane

Ieri, domenica 23 novembre, il ministro della difesa israeliano Ehud Barak ha stabilito di mantenere chiusi i passaggi della Striscia di Gaza. Tale misura, che si protrae da quasi tre settimane, è stata rinnovata in seguito al lancio di tre missili da parte di resistenti palestinesi contro le colonie israeliane.
Secondo l’esercito israeliano, la resistenza avrebbe infatti lanciato tre missili di fabbricazione locale, uno contro Askalona e gli altri due contro Sderot. Non è stato chiarito se si siano avute vittime o danni materiali, e nemmeno in quali zone siano caduti esattamente i missili.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9924]

Arrestati tre cittadini palestinesi a Jenin

Ieri, domenica 23 novembre, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato in serata tre civili palestinesi nella cittadina di Zbuba, nella provincia di Jenin in Cisgiordania.
Testimoni oculari hanno riferito che ingenti forze dell’esercito di occupazione hanno invaso la cittadina, arrestando Kamal Adnan Shabaneh (19 anni), Bilal Ahmad Zagal (20) e Walid Jaradat (17).
[www.infopal.it/leggi.php?id=9926]

Le forze di occupazione israeliane arrestano 3 palestinesi

Fonti di sicurezza palestinesi hanno riferito che le forze di occupazione israeliane hanno arrestato in mattinata tre civili palestinesi, originari di Gaza ma residenti a Tulkarem.
I testimoni oculari hanno riferito che decine di mezzi corazzati delle forze di occupazione hanno invaso la città di Tulkarem, perquisito diverse abitazioni civili e arrestato i tre palestinesi.
Tra gli arrestati si conosce solo Ramzi Abu Dahduh, originario di Jabalia, a nord della Striscia di Gaza.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9931]

26 NOVEMBRE

Feriti e arresti a seguito delle aggressioni dei coloni israeliani

Fonti palestinesi hanno riferito che almeno due cittadini sono stati feriti e un altro è stato arrestato in seguito alle aggressioni dei coloni – sostenuti dalle forze di occupazione israeliane – contro i quartieri vicini alla colonia di Kriat Arba, a nord est della città di Hebron in Cisgiordania.
Le fonti hanno riferito che “i due civili Jumaa al-Jabari e Minwer al-Jabari sono stati feriti per le aggressioni da parte dei coloni che occupano illegalmente il palazzo di ar-Rajabi da marzo dell’anno scorso”.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9957]

Distrutte le proprietà agricole di Khan Yunes dalle forze di occupazione israeliane

Questa mattina – martedì 26 novembre – diversi carrarmati e bulldozer israeliani hanno oltrepassato la zona di al-Fakhari, a est di Khan Yunes (sud della Striscia di Gaza), distruggendo i terreni agricoli di quell’area.
Testimoni oculari e contadini della zona hanno riferito che 9 carrarmati e 2 bulldozer appartenenti all’esercito israeliano sono penetrati all’improvviso per circa 200 metri nelle terre a est di al-Fakhari.
Le fonti hanno confermato che i bulldozer israeliani hanno distrutto vaste porzioni di terreni agricoli, oltre alle piscine per l’irrigazione e alle serre di proprietà familiare, sparando all’impazzata sulle abitazioni civili.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9940]

Invaso il campo profughi di Qalandia: muore una donna

Questa mattina, mercoledì 26 novembre, fonti mediche palestinesi hanno dichiarato il decesso della palestinese Hikmat Odeh Said Khalil (48 anni), per un infarto avuto durante l’irruzione dell’esercito israeliano nella sua abitazione nel campo profughi di Qalandia, situato tra Ramallah e Gerusalemme. Secondo le fonti, la donna aveva problemi di pressione.
Durante l’invasione sono scoppiati scontri tra le forze di occupazione e decine di giovani del campo profughi: non si hanno notizie di feriti.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9950]

Le forze di occupazione sequestrano quattro palestinesi in Cisgiordania

Cisgiordania. Le forze di occupazione israeliane hanno sequestrato quattro civili palestinesi nelle province di Qalqilyah, Betlemme e Hebron, in Cisgiordania, dopo aver invaso e perquisito le loro case, danneggiatone l’interno e seminato un clima di terrore tra i cittadini sparando all’impazzata e lanciando bombe suono.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9954]

27 NOVEMBRE

Israele continua a tenere Gaza sigillata

Gaza. Le autorità di occupazione israeliane hanno deciso di mantenere la chiusura dei passaggi commerciali di Gaza, compreso Karm Abu Salem (zona sud della Striscia di Gaza), che doveva essere riaperto oggi. La chiusura è avvenuta dopo che, alle 11:30 (ora locale), fonti israeliane hanno annunciato la caduta di due missili contro Sderot, lanciati questa mattina dalla Striscia. Tuttavia, fino adesso, nessuna fazione palestinese ha rivendicato il lancio dei missili.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9965]

Invasa per la terza volta Khan Yunes

Gaza – Infopal. Questa mattina, giovedì 27 novembre, le forze di occupazione israeliane hanno fatto irruzione nella zona est della provincia di Khan Yunes, a sud della Striscia di Gaza, devastando i terreni agricoli.
Testimoni oculari hanno riferito che, come nei giorni scorsi, diversi mezzi militari accompagnati da due bulldozer e due carrarmati hanno sparato all’impazzata nella zona est di Khuza’a, prima d’iniziare a distruggere grandi aree coltivate con alberi da frutta.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9969]

Le autorità di occupazione arrestano 23 palestinesi

Cisgiordania – Infopal. All’alba di oggi, giovedì 27 novembre, le forze di occupazione israeliane hanno arrestato 23 palestinesi durante una campagna di arresti nelle zone di Nablus, Qalqilyah, Tulkarem, Ramallah e Hebron.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9970]

1 DICEMBRE

Contro ogni legalità: le navi da guerra israeliane costringono la fregata libica a tornare indietro. Era in acque gazesi.

Gaza. Il deputato Jamal al-Khudari, presidente del Comitato popolare per rompere l’assedio, ha dichiarato che questa mattina le navi da guerra israeliane hanno costretto la fregata libica “Al- Marwah”, con a bordo 3.000 tonnellate di aiuti umanitari alla popolazione gazese assediata, a tornare indietro subito dopo aver raggiunto le acque territoriali palestinesi. La barca ha fatto rotta verso il porto di al-Arish, in Egitto.
[www.infopal.it/leggi.php?id=9999]

Decine di coloni israeliani attaccano le case dei cittadini a Hebron.

Hebron. Decine di coloni estremisti, della colonia “Kiryat Arba”, costruita sulla terra della città di Hebron, in Cisgiordania, hanno attaccato il palazzo di ar-Rajabi e altre numerose case nella zona del Wadi al-Hasin e nei quartieri a est della città.
Oggi, i testimoni oculari hanno raccontato che “più di cento coloni hanno effettuato attacchi organizzati contro le case dei cittadini e le loro proprietà, e hanno impedito loro di muoversi nell’unica via che collega la zona con il santuario di Ibrahim”. E hanno aggiunto che le nuove aggressioni hanno danneggiato diverse case, e che esse sono avvenute sotto gli occhi della polizia israeliana, che non ha fatto nulla per fermarli.
[www.infopal.it/leggi.php?id=10004]

2 DICEMBRE

Israele pianifica l’espulsione di 1500 cittadini palestinesi dalla città di Gerusalemme.

Gerusalemme. Il Fronte cristiano-islamico per la Difesa di Gerusalemme e dei luoghi sacri ha accusato le autorità di occupazione sioniste di commettere “crimini di guerra” contro le proprietà dei gerosolemitani, di pianificare l’espulsione di 1500 palestinesi e di isolare la Città vecchia
[www.infopal.it/leggi.php?id=10007]

Ex combattente di al-Aqsa ucciso dalle forze israeliane.

Nablus. Questa notte, nel campo profughi di Balata, a Nablus, l’esercito israeliano ha ucciso un ex combattente delle Brigate Al-Aqsa, ala armata di Fatah.
Si tratta di Mohammad Abu Thraa, 27 anni, militante “amnistiato” da Israele nell’ambito di un accordo con l’ANP di Mahmoud Abbas.
Le forze israeliane hanno dichiarato di aver sparato a Abu Thraa nel “tentativo di arrestarlo”.
[www.infopal.it/leggi.php?id=10010]

Incursioni notturne israeliane in West Bank: 9 palestinesi sequestrati.

Cisgiordania. Le forze di occupazione israeliane hanno sequestrato 9 palestinesi durante incursioni notturne in varie aree della Cisgiordania - Jenin, Ramallah e Betlemme.
[www.infopal.it/leggi.php?id=10011]

Cisgiordania, bande di coloni aggrediscono cittadini palestinesi.

Cisgiordania. Questa mattina all’alba, bande di coloni israeliani hanno attaccato 5 cittadine palestinesi della Cisgiordania, assaltando moschee e aggredendo contadini e cittadini.
[www.infopal.it/leggi.php?id=10013]

Attacco aereo israeliano contro il sud della Striscia: 2 adolescenti fatti a pezzi.

Gaza. Elicotteri israeliani hanno bombardato la strada che porta al dismesso aeroporto Yasser Arafat, a est di Rafah. Fonti mediche hanno reso noto che le vittime sono arrivate all’ospedale Abu Yousif An-Najjar “a pezzi”.
[www.infopal.it/leggi.php?id=10018]

3 DICEMBRE

Assedio alla Striscia di Gaza, prosegue per il 29° giorno consecutivo la chiusura dei valichi.

Gaza. Le forze di occupazione israeliane hanno reso noto il proseguimento della chiusura dei passaggi della Striscia di Gaza per il 29° giorno consecutivo.
La radio israeliana ha riferito che, a seguito delle sue consultazioni con i responsabili della sicurezza, il ministro della Difesa israeliano, Ehud Barak, ha deciso di mantenere chiusi tutti i valichi della Striscia.
Si ricorda che i valichi rimangono sigillati, salvo qualche apertura parziale, nonostante gli appelli che le Nazioni Unite hanno rivolto a Israele.
[www.infopal.it/leggi.php?id=10032]

Palestinese pugnalato da israeliani a Gerusalemme versa in gravi condizioni.

Gerusalemme. Questa mattina, un cittadino palestinese è stato accoltellato e ferito gravemente nel quartiere ebraico estremista di Maya Shirim, a Gerusalemme ovest. Lo ha riferito la polizia israeliana.
[www.infopal.it/leggi.php?id=10023]

Hebron, orde di coloni inferociti attaccano cittadini e proprietà palestinesi.

Hebron. Questa mattina, a Hebron, bande di coloni israeliani hanno dato fuoco a un’abitazione palestinese.
Le aggressioni dei fanatici coloni contro la popolazione di Hebron vanno avanti da settimane.
Ieri e lunedì, estremisti ebrei hanno attaccato con sassi e bastoni dei cittadini palestinesi sotto lo sguardo indifferente dei soldati israeliani.
[www.infopal.it/leggi.php?id=10029]

Robot-killer israeliano bombarda le case di al-Qarara.

Gaza. Le forze di occupazione israeliane, questa sera, hanno bombardato con armi pesanti le case dei palestinesi nella cittadina di al-Qarara, nella provincia di Khan Yunes, a sud della Striscia di Gaza.
I testimoni oculari hanno riferito che gli spari sono partiti da un robot, dalla postazione di Kissovim.
[www.infopal.it/leggi.php?id=10037]

4 DICEMBRE

Le autorità di occupazione israeliane hanno demolito una casa palestinese nella città occupata di Gerusalemme.

Gerusalemme. Ieri, le autorità di occupazione israeliane hanno demolito la casa del dott. Samir Shuqair, situata nella zona di Salmon, a sud della moschea di al-Aqsa.
Il pretesto è sempre lo stesso: la casa era “abusiva”. Israele, infatti, non concede permessi né di costruzione né di restauro abitativo ai cittadini palestinesi.
[www.infopal.it/leggi.php?id=10046]

Continuano le aggressioni dei coloni israeliani contro Hebron: feriti una bambina di due anni e suo padre.

Hebron. Una bambina di due anni, Sundus al-Jabari, e suo padre Nitham al-Jabari, sono stati feriti a seguito delle aggressioni dei coloni israeliani, che occupano il palazzo di ar-Rajabi, nella zona di ar-Ras, nella città veccia di Hebron.
Le forze di occupazione israeliane, invece di vietare le aggressioni dei coloni fanatici contro i cittadini palestinesi, hanno aumentato la repressione: hanno sparato pallottole vere e hanno lanciato gas lacrimogeni contro i palestinesi inermi, seminando terrore tra i bambini e gli scolari che tornavano da scuola.
[www.infopal.it/leggi.php?id=10039]

Hebron nel mirino: invasione delle forze israeliane. 2 cittadini palestinesi arrestati.

Hebron. Le forze di occupazione israeliane hanno arrestato due cittadini palestinesi nella città di Hebron, nel sud della Cisgiordania, dopo avere invaso le loro abitazioni.
Testimoni oculari hanno riferito che, all’alba di oggi, le forze israeliane sono penetrate nella città, sostenute da corazzati militari, hanno sparato all’impazzata, seminando il terrore tra i cittadini, in particolare tra le donne e i bambini. Poi, hanno perquisito diverse abitazioni e hanno arrestato due cittadini.
[www.infopal.it/leggi.php?id=10041]

5 DICEMBRE

Si estendono ad altre città della Cisgiordania le aggressioni dei coloni israeliani: bruciate due moschee

Ramallah. Le aggressioni dei coloni israeliani contro i civili palestinesi si sono verificate ieri anche a Ramallah e Tulkarem, dopo aver causato gravi danni nella città di Hebron: due moschee sono state bruciate e diverse case e autovetture danneggiate; decine i civili aggrediti.
Fonti locali di Hebron hanno riferito gli ultimi dati delle violenze nella città: 40 feriti, tutti palestinesi, di cui 5 in gravissime condizioni. Le forze israeliane non sarebbero intervenute per fermare le aggressioni, partecipandovi anzi attivamente.
Altre fonti, da Ramallah, hanno comunicato che centinaia di coloni sionisti sono scesi nella via principale, distruggendo decine di automobili e tentando di scagliarsi contro i giornalisti di al-Jazeera, che stavano riprendendo l’accaduto.
[www.infopal.it/leggi.php?id=10053]

6 DICEMBRE

Guerra contro i pescatori palestinesi: le forze israeliane sequestrano un peschereccio.

Rafah. Le motovedette israeliane hanno sequestrato un peschereccio palestinese davanti alla spiaggia di Rafah, a sud della Striscia di Gaza.
Fonti di sicurezza hanno riferito che le motovedette israeliane, alle sei di ieri sera, hanno sequestrato un peschereccio palestinese, e hanno aggiunto che il destino dei tre pescatori, che erano a bordo, è ancora sconosciuto.
Uno dei pescatori che erano vicini ha riferito che “il sequestro dell’imbarcazione è avvenuto contemporaneamente ai violenti bombardamenti contro i pescherecci nella stessa zona, che hanno costretto i pescatori di ritirarsi verso la spiaggia”.
[www.infopal.it/leggi.php?id=10058]

Pogrom contro i palestinesi. Case bruciate, violenze e soprusi: orde di coloni calano su Hebron.

Oggi, una folla di coloni israeliani ha dato fuoco a un’abitazione palestinese nella Città Vecchia di Hebron.
Il proprietario della casa, Nidal Al-’Uweiwi, ha raccontato che diversi coloni si sono arrampicati sul tetto e dando fuoco al salotto e distruggendo la cucina, mentre la famiglia era all’interno dei locali, nascosta.
[www.infopal.it/leggi.php?id=10059]
[www.haaretz.com/hasen/spages/1043795.html]
[video: www.youtube.com/results?search_query=b+tselem&search_type=&aq=f]

11 DICEMBRE

Scontri tra le brigate della resistenza palestinese e le truppe di invasione israeliane.

Gaza. In un comunicato diffuso ai media, le brigate Al-Quds, ala armata del Jihad islamico, e le Brigate della Resistenza nazionale hanno reso noto che, ieri sera, a est Juhor Ad-Dik, nella Striscia di Gaza centrale, si sono scontrate con le truppe di invasione israeliane.
[www.infopal.it/leggi.php?id=10080]

Il pane e le rose

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Allegati scaricabili

Ultime notizie del dossier «Palestina occupata»

Ultime notizie dell'autore «Il pane e le rose»

10840