il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

La fatalità dominante

La fatalità dominante

(26 Novembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Di lavoro si muore)

DIRITTI DEI LAVORATORI

Operai si muore anche ad agosto

(21 Agosto 2010)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.operaicontro.it

Il muletto che stava manovrando si è ribaltato, schiacciandolo. E lui è morto sul colpo, mentre le persone che gli stavano intorno fuggivano, immortalate da una telecamera. E' morto così Niang Elhadji, operaio trentatreenne senegalese, irregolare in Italia e impiegato al nero da un artigiano marmista, che questa mattina stava lavorando alla ristrutturazione di una concessionaria automobilistica a Campi Bisenzio, nella piana fiorentina.

Le telecamere della ditta hanno ripreso le fasi della tragedia, immortalando un fuggi fuggi di persone subito dopo il ribaltamento del muletto. I carabinieri stanno adesso identificando i presenti: sembrerebbe alcuni artigiani. La vittima avrebbe tentato di saltare dal muletto che si stava ribaltando, rimanendo schiacciato e, probabilmente, morendo sul colpo. Il pm ha disposto l'autopsia.

Dai primi accertamenti emergerebbero anche altre irregolarità: l'operaio non aveva la cintura allacciata e sul muletto sarebbero mancati diversi dispositivi di sicurezza, fra cui gli sportelli, che avrebbero potuto salvarlo. Sembra che l'uomo fosse alle dipendenze di un artigiano e che stesse lavorando alla posa di marmi, nell'ambito di lavori di ristrutturazione di una concessionaria di automobili. L'artigiano sarà con ogni probabilità indagato. Il muletto sarebbe stato preso in affitto dall'azienda che ha fornito i marmi e poi prestato all'artigiano per i lavori nella concessionaria.

"Se le informazioni che abbiamo risultano confermate, non si può parlare di fatalità ma di precise e grossissime responsabilità", ha commentato l'episodio Daniela Cappelli della Cgil toscana. E cordoglio è stato espresso anche dal presidente del consiglio regionale Alberto Monaci, che ha definito le morti sul lavoro "un'emergenza nazionale", dal presidente della Provincia di Firenze Andrea Barducci e dal coordinatore toscano dell'Idv Fabio Evangelisti.

www.operaicontro.it

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Di lavoro si muore»

Ultime notizie dell'autore «Operai contro-aslo»

10128