il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Addio compagne

Addio compagne

(23 Febbraio 2010) Enzo Apicella
Il logo della campagna di tesseramento del prc 2010 è una scarpa col tacco a spillo

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

DIRITTI DEI LAVORATORI

CU dalla parte di Luca Furlan

(18 Ottobre 2011)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.comunistiuniti.it

CU dalla parte di Luca Furlan

foto: www.comunistiuniti.it

I Comunisti Uniti esprimono la propria solidarietà al compagno Luca Furlan, sottoposto a una sospensione dal PRC per aver enunciato pubblicamente le proprie idee in netto dissenso con l'operato del partito in sede comunale.

Vogliamo ricordare innanzitutto, che questa non è la prima volta che la dirigenza del Prc di San Canzian d'Isonzo ha cercato di tacitare Furlan, già pochi mesi fa, infatti, era stata iniziata una procedura simile, per il solo fatto che il compagno oltre ad essere iscritto a Rifondazione, aderisce anche all’appello per l'unità dei comunisti, come del resto fanno centinaia di persone iscritte a Rifondazione in tutta Italia.

Crediamo, invece, sia la prima volta che provincia di Gorizia il Prc sospende un proprio appartenente, usano pretesti del tutto estranei alla dialettica politica, nel chiaro intento di emarginare una voce di dissenso verso la linea governista del partito.

Questa sospensione, ad orologeria, mira chiaramente a distruggere la minoranza interna del Prc che in vista del congresso di circolo che si terrà tra qualche settimana e nello stesso tempo cerca di spazzare via uno dei rappresentanti più attivi del Comitato contro il centro commerciale.

Furlan, inoltre, ha avuto la grave colpa di chiedere ripetutamente un’assemblea degli iscritti dove si discutesse del progetto di Centro Commerciale prima dell'adozione in consiglio comunale, trovando un vero e proprio muro di gomma da parte della dirigenza locale, indisponibile al confronto interno.

Al di là dei tatticismi che nell’ultimo periodo hanno caratterizzato l’ondivaga posizione del Prc rispetto l’operato della giunta comunale, siamo convinti che la sospensione di Furlan sia voluta anche al fine di usarla sull'altare dell’accordo con il Pd.

In definitiva siamo nella più paradossale delle situazioni, nella quale in un partito che si richiama al comunismo un militante è punito in quanto coerentemente comunista.
Malgrado questa brutta pagina che non fa onore ai militanti seri che ancora credono nel progetto di Rifondazione e malgrado ciò vengono rappresentati da un gruppo dirigente a loro in siderale distanza, Cu non cesserà di lavorare, anche a livello locale, per la ricomposizione di un partito di massa, scevro dagli opportunismi che si annidano da troppo tempo nelle formazioni dell’arcipelago comunista e sono parte integrante delle sconfitte di questi anni.

Comunisti Uniti

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Dove va Rifondazione Comunista?»

Ultime notizie dell'autore «Comunisti Uniti»

3558