il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Quelli che avranno voluto la mia morte saranno altri

Altri

(20 Luglio 2010) Enzo Apicella
Anniversario della morte del giudice Borsellino

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

DIRITTI DEI LAVORATORI

Ventimiglia: al Chiostro di Sant'Agostino prosegue con successo la mostra 'Foibe e crimini fascisti in Jugoslavia 41-45'

(10 Febbraio 2012)

Prosegue con successo di critica e di pubblico la mostra su 'Foibe e crimini fascisti in Jugoslavia 1941-1945”, organizzata dall’Associazione culturale intemelia XXV Aprile/Arci fino al 14 febbraio con orario 9-19 nel chiostro di S. Agostino - Biblioteca civica, via Cavour, a Ventimiglia. L'esposizione è composta da 28 pannelli e manifesti fotografici ed è strutturata in due sezioni strettamente intrecciate dal punto di vista storico e documentario: "fascismo-foibe-esodo", edita dall'Associazione nazionale Aned ex deportati ed internati, e "crimini fascisti in Jugoslavia 1941-1945" a cura di Resistenza storica - CNJ.Con un documentato excursus storico l'esposizione ripercorre il succedersi dei drammatici eventi: dall'origine - (italianizzazione forzata e violenta dell'Istria assegnata all'Italia dai trattati di pace dopo la 1^ guerra mondiale), - all'occupazione italiana della Jugoslavia nel 1941 con le deportazioni e i crimini fascisti, alle foibe, all'esodo. Vengono anche contestualizzati i fatti e gli antefatti senza reticenze e omissioni inserendoli nella cornice storica che li ha determinati.La mostra si prefigge l'obiettivo, sulle foibe di contrastare manipolazioni e strumentalizzazioni ideologiche, persino razziste, soprattutto in occasione della "giornata del ricordo" e, sui crimini italiani in Jugoslavia, di fornire uno strumento didattico e culturale che serva da stimolo per colmare un grave "vuoto" di in-formazione nella memoria storica collettiva, soprattutto nei giovani, per ricordare, riflettere ed imparare dalla storia a non ripetere gli stessi errori e le stesse tragedie, a recuperare ulteriormente e a rafforzare con sempre più ampia consapevolezza i valori della Resistenza antifascista. L’ingresso è libero e gratuito.

Francesco Mulè

3248