il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

De profundis

De profundis

(28 Ottobre 2012) Enzo Apicella
Silvio Berlusconi condannato a 4 anni per frode fiscale nel processo sui diritti Mediaset

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

DIRITTI DEI LAVORATORI

L’ALFAD DI VELLETRI RICORDA DARIO FO ED IL SUO NOBEL PER I DISABILI

(17 Ottobre 2016)

dario fo

Era il 1997 quando Dario Fo vinse il Premio Nobel per la letteratura e già questa era una bella notizia che rendeva onore ad una carriera straordinaria fatta di impegno civile, cultura, conoscenza trasmesse a tutti, per dare ad ognuno una chiave diversa di lettura della realtà e renderci cittadini e persone più consapevoli.
Nelle motivazioni del Premio, Dario veniva descritto "figura preminente del teatro politico che, nella tradizione dei giullari medievali, ha fustigato il potere e riabilitato la dignità degli umiliati".

Ecco, ricordiamo la parola dignità riferita agli ultimi, a chi spesso – per motivi diversi – non ha voce. Il Premio, con una arguta decisione, veniva esteso anche a Franca Rame, senza la quale Dario non sarebbe stato Dario Fo.
Ma questo premio, che consisteva anche in un assegno di oltre un miliardo e mezzo di lire, ad un certo punto assume un altro significato, grazie a Dario e Franca, che decidono di devolvere l'intero ammontare del Premio Nobel a favore dei disabili e così nel 1998 nasce il Comitato "Il Nobel per i disabili".
Una scelta non scontata e che non avevamo mai visto prima. Tra i diversi modi di impiegare il denaro a favore dei disabili si decise anche quello di acquistare pulmini attrezzati da donare ad Associazioni che si occupano di persone con diversa abilità. Ancor più interessante il fatto che la donazione, dopo attenta disamina da parte di Dario e Franca, si rivolge anche a realtà piccole o piccolissime, associazioni di livello locale, le quali grazie ad un pulmino adeguatamente attrezzato riescono a dare nuova linfa alla loro attività.
Tra queste associazioni c’è anche l’ALFAD, Associazione Libera Fanciulli Adulti Disabili di Velletri, che nell’estate del 2000, insieme a tante altre associazioni, riceve un pulmino attrezzato donato proprio dal Premio Nobel.
Da quel giorno non è più un pulmino, ma IL pulmino dell’ALFAD. L’associazione con questo regalo riesce ad ampliare la propria attività, facilitando le cose a tutti gli associati, rendendo più autonomi i ragazzi sulla sedia a rotelle e facendo di ogni spostamento una gita ed una nuova esperienza. Oggi, a distanza di 16 anni, l’ALFAD utilizza ancora quel pulmino, perfettamente funzionante grazie alla cura di tutti coloro che lo usano.
Ma quel pulmino, oltre ad un mezzo essenziale e necessario, ha tutta una sua valenza emotiva e simbolica, sin dalla cerimonia di consegna ha mostrato in modo tangibile che a parole e vite importanti, come quelle di Dario Fo e Franca Rame, possono conseguire azioni altrettanto importanti, che vanno a cambiare altre vite. Anche le vite di persone che faticano e lottano ogni giorno per far valere i propri diritti, tra mille difficoltà e ostacoli, tra tante barriere che non sono solo quelle materiali, ma anche quelle dell’indifferenza. Ricordando questa donazione, l’Alfad vuole rendere omaggio a Dario Fo, alla sua arte, al suo impegno ed alla sua straordinaria umanità.


ALFAD VELLETRI

dirittidistorti.it

3458