il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Università munnezza

Università munnezza

(25 Novembre 2010) Enzo Apicella
La riforma Gelmini In discussione alla Camera

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(La controriforma dell'istruzione pubblica)

DIRITTI DEI LAVORATORI

PRECARIZZARE PER GOVERNARE: LE NUOVE MODALITÀ DI ACCESSO AI RUOLI PER I DOCENTI

(16 Febbraio 2017)

cub sur

In perfetta continuità con la legge 107/2015 (“Buona scuola”) il Governo ha inviato alle Camere uno schema di decreto legislativo sull’accesso ai ruoli e la formazione del personale docente.

È previsto un complesso percorso ad ostacoli con la conseguente precarizzazione totale dei docenti (quanto al personale ATA si procederà – probabilmente – con la progressiva esternalizzazione dei servizi)
Il primo step è costituito dal superamento di un impegnativo concorso pubblico nazionale su base regionale o interregionale (art 2, 6)
I fortunati vincitori entreranno in una graduatoria di merito sulla cui base sottoscriveranno un “contratto triennale retribuito di formazione iniziale e tirocinio” (art. 8)

RETRIBUITO QUANTO ?

La retribuzione nei primi due anni sarà definita dalla contrattazione nazionale (non dovrà superare di 117 milioni annui la spesa attuale) nel terzo anno sarà pari a quella di una supplenza annuale (art. 8)
da notare che, in base alla normativa attuale, il tirocinio formativo – introdotto dal c.d. pacchetto Treu (legge 196 del 1997) – non costituisce rapporto di lavoro e quindi non prevede il versamento di contributi (salvo quelli anti infortunistici INAIL). C’ è da supporre che questi principi varranno anche per questo nuovo tipo di tirocinio. Come pure si può immaginare che i compensi previsti per i primi due anni saranno di poche centinaia di euro (così come per gli altri tirocini)

Al termine di ogni anno è prevista una valutazione per poter accedere all’anno successivo
Primo anno: prevista attività di formazione a tempo pieno + tirocinio nelle scuole. Obbligatorio conseguire il diploma di specializzazione con esame finale (pena risoluzione del contratto)
Secondo e terzo anno: si accede al secondo anno previo conseguimento del diploma di specializzazione e al terzo previo superamento della prova intermedia alla fine del secondo anno: il tirocinio si svolge presso le scuole e con attività di formazione presso le università.
E’ prevista la presenza di un tutor scolastico ed uno universitario, però solo “con le risorse umane allo stato disponibili” (art. 12). Il docente in formazione“può effettuare supplenze nell’ambito scolastico di appartenenza e, nel terzo anno, su posti vacanti e disponibili” (art. 10) e così viene risolto il problema delle supplenze, sottopagando i docenti.

Per l’accesso al ruolo c’è una valutazione complessiva delle attività svolte (art. 13) in base a questa si entra in una graduatoria regionale sulla cui base si potrà successivamente essere immessi in ruolo.
Con l’immissione in ruolo effettiva il docente sceglie l’ambito di assegnazione nell’ordine della graduatoria.
Fine del calvario ? NO. A questo punto si entra nel limbo degli ambiti territoriali da cui si riceveranno le proposte di incarico triennali ad arbitrio dei Dirigenti scolastici !

NORME TRANSITORIE (ART. 17)
Le nuove disposizioni relative al percorso triennale di formazione e tirocinio entreranno pienamente in vigore nell’a.s 2020/2021
nelle more potrà essere indetto un nuovo corso di TFA. Una quota degli accessi sarà riservata ai già abilitati e a coloro che sono inseriti nelle graduatorie di terza fascia con almeno 36 mesi di servizio (anche non continuativo).
I vincitori di concorso – se già abilitati nella disciplina – accederanno direttamente al secondo anno di formazione e tirocinio, e se hanno già almeno 36 mesi di servizio accederanno direttamente al terzo anno.
I vincitori di concorso non abilitati ma inseriti in terza fascia con almeno 36 mesi di servizio sono tenuti a conseguire il diploma di specializzazione e poi passeranno direttamente al terzo anno di formazione.


Torino, 2 febbraio 2017

CUB SUR

2049