il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Stefano Gugliotta

Stefano Gugliotta

(11 Maggio 2010) Enzo Apicella
Dopo che le tv hanno trasmesso il video di Stefano Gugliotta che viene pestato immotivatamente dalla polizia e poi arrestato per "resistenza a pubblico ufficiale", il capo della polizia Manganelli "dispone una ispezione".

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • E' uscito il n. 64 di "Alternativa di Classe"
    (18 Aprile 2018)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Storie di ordinaria repressione)

    • Senza Censura
      antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

    DIRITTI DEI LAVORATORI

    FABIO E MARIA LIBERI!

    FELTRE, 12 LUGLIO: PRESIDIO SOLIDALE IN LARGO CASTALDI

    (11 Luglio 2017)

    HAMBURG NO•G20 COME GENOVA 2001

    QUELLO CHE LA DEMOKRAZIA PUÒ OFFRIRCI

    repressione ad amburgo

    In questi giorni ad Amburgo decine di migliaia di persone hanno opposto rabbia e lotta all’ennesimo vertice tra i padroni del mondo. Venti carogne che regolarmente si incontrano per pianificare miseria, decidere sfere di influenza, affinare lo sfruttamento, distruggere il pianeta (senza peraltro mettersi d’accordo).

    La risposta da parte dei loro naziservi, al solito, è stata micidiale: un massacro indiscriminato, pugni in faccia, spray urticanti, blindati per le strade, armi spianate, campeggi autorizzati rasi al suolo, retate anni ’30, centinaia di fermi e arresti.

    Il tentativo dichiarato dal capo della polizia tedesca è di dimostrare che migliaia di black bloc venuti dal “sud” Europa (Italia, Grecia, Spagna…) siano saliti ad Amburgo per fomentare disordini. Lo scopo è quello triste e vecchio di coprire lo schifo della macchina da guerra della repressione con la patetica divisione tra manifestanti buoni, che rimangono nei binari di ciò che la demokrazia consente, e i cattivi da schiacciare. La solita maxioperazione senzazionalistica, l’ennesimo teorema da dare in pasto ai pennivendoli. Peccato che anche questa volta, come a Genova e in mille altre occasioni, nessuno è scampato al massacro sbirresco…

    Tra i fermati ci sono una compagna e un compagno a cui teniamo particolarmente, a cui siamo legati dalla stessa voglia insopprimibile di libertà: faremo sentire loro tutta la nostra vicinanza, fino a quando potremo riabbracciarli!

    A tutte le compagne e i compagni arrestate va la nostra solidarietà!

    Fabio e Maria liberi! Tutti liberi! Tutte libere!

    Come prima risposta indiciamo un presidio solidale mercoledì 12 luglio in Largo Castaldi a Feltre, dalle ore 17.30.

    Partecipiamo numerosi per esigere l’immediata liberazione di tutt* i fermati!

    Postaz_per una vita non imposta

    2326