il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

I furbetti del quartetto

I furbetti del quartetto

(25 Settembre 2011) Enzo Apicella
Usa, Russia, UE e Onu cercano di rinviare la richiesta di riconoscimento della Palestina alla fine dei "negoziati di pace".

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Palestina occupata)

DIRITTI DEI LAVORATORI

Napoli, 13 giugno: presentazione del libro "Israele, mito e realtà"

(11 Giugno 2018)

Ne parliamo con Michele Giorgio, autore del libro, giornalista de il manifesto e Nena NewsAgency mercoledì 13 giugno alle 18.30 all' Ex OPG Occupato - Je so' pazzo (via Imbriani, 218).

israele mito e realtà

A 70 anni dalla Nakba, un libro che indaga la realtà dello Stato israeliano, la sua storia e la sua attualità.

Il movimento sionista, la sua genesi, i presupposti ideologici alla base dell'istituzione dello Stato ebraico e le politiche coloniali di segregazione e occupazione che ne scaturiscono e alle quali il popolo palestinese oppone resistenza, saranno i temi al centro del dibattito.

Perché parlare oggi dell'occupazione sionista della Palestina? Che ruolo assume oggi l'occupazione (e, ad esempio, l'accelerazione imposta dal trasferimento dell'ambasciata Usa a Gerusalemme) nel quadro regionale?

Proviamo a rispondere alla luce di alcuni dei punti centrali della costruzione ideologica e della realizzazione politica del progetto sionista: l'uso della terra e del lavoro, cittadinanza e nazionalità, la proprietà e la sua confisca, il concetto di ritorno, lo Stato unico, il sionismo e il neosionismo.

"Oggi a prevalere è la narrazione sionista della storia della Palestina e una costante rimozione: che nella terra promessa del racconto biblico dove i sionisti intendevano fondare uno Stato c'era un altro popolo, che sentiva quella terra come propria per il semplice fatto che ci viveva da secoli e secoli. Ed è questa l'origine della contraddizione irrisolta tra il mito di un focolare ebraico dove far tornare un popolo a lungo perseguitato, e la realtà di un progetto coloniale di insediamento".
Ne parleremo con Michele Giorgio, corrispondente del quotidiano il Manifesto da Gerusalemme, dove vive e lavora da una ventina di anni. Per il suo giornale è stato inviato in Libano, Siria, Egitto, Libia, in altri Paesi della regione e in Asia centrale.

Potere al Popolo - Napoli

3224