il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Anniversario

Anniversario

(11 Settembre 2010) Enzo Apicella
Anniversario del golpe in Cile

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Imperialismo e guerra)

SITI WEB
(America latina: un genocidio impunito)

  • C.I.C.A
    Collettivo Italia Centro America

DIRITTI DEI LAVORATORI

America latina: un genocidio impunito

(137 notizie dal 2 Luglio 2002 al 12 Settembre 2017 - pagina 1 di 7)

L’eredità di Allende

Editoriale di “Punto Final” (*) Rovesciato l’11 settembre 1973 con un cruento golpe militare che né il suo governo né i partiti popolari erano in condizioni di affrontare, Salvador Allende entrò nella storia, tuttavia, con il piglio di un leader vittorioso. La sua eredità politica e morale fornisce insegnamenti importanti per i rivoluzionari di oggi. In...

(12 Settembre 2017)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto San Giovanni

11 settembre 1973: Golpe Militare in Cile

Una memoria che deve essere assolutamente mantenuta e alimentata anno dopo anno, giorno dopo giorno. Quel giorno dell’11 settembre 1973 le Forze Armate del Cile guidate dalle più alte autorità, misero in atto un colpo di stato militare che è ormai ricordato come il momento in cui terminò il tentativo di mutare il corso della storia non soltanto cilena, fornendo un...

(10 Settembre 2017)

Franco Astengo

NON DIMENTICHEREMO MAI IL SACRIFICIO DELLE COMPAGNE E DEI COMPAGNI CILENI

Quarantatré anni fa: l'11 settembre 1973 in Cile il golpe fascista sostenuto dall'amministrazione USA e organizzato dal segretario di stato Henry Kissinger, pose fine al Governo di sinistra, democraticamente eletto, di Unidad Popular guidato dal socialista Salvador Allende. Migliaia di cileni furono uccisi, imprigionati, deportati, costretti all’esilio (nei tre anni successivi al golpe...

(11 Settembre 2016)

Franco Astengo

Ciudad Juárez, Messico: l’inferno silenzioso sotto gli occhi del mondo

I venti dal Pacifico soffiano la polvere del deserto di Chihuahua sulla “cicatrice sanguinante” che a nord di Juárezsepara la miseria dall’opulenza consumistica. Gli atroci miasmi prodotti dalle maquiladoras alitano su baraccopoli insalubri attraversate da rivoli nocivi, terribili discariche a cielo aperto dove il rifiuto umano convive con quello radioattivo. Un muchachito...

(4 Aprile 2015)

Lorenzo Ghetti

Messico: juvenicidio di stato

La complicità tra le istituzioni governative e la criminalità organizzata ha determinato il massacro di Iguala

Crescono le proteste in tutto il paese, ma Enrique Peña Nieto usa il pugno di ferro Il quadro che emerge dal Tribunale Permanente dei Popoli, riunitosi dal 12 al 14 novembre scorso per deliberare su libero commercio, violenza, impunità e diritti dei popoli in Messico è preoccupante. Sono numerosi i casi di violenza nei confronti di lavoratori, donne, migranti studenti, difensori...

(17 Novembre 2014)

David Lifodi - Peacelink

Il ritorno dei desaparecidos

Il rapporto “Nunca más”, pubblicato in seguito alla caduta dei regimi militari sudamericani, rivelò il vasto fenomeno che prevedeva il sequestro, l'arresto, i processi sommari, le torture, i campi di concentramento, gli assassini e l'occultamento delle salme di coloro che venivano identificati come oppositori politici dalle forze di polizia dei regimi militari. Tale fenomeno...

(14 Ottobre 2014)

Alex Marsaglia

NON DIMENTICHEREMO MAI IL SACRIFICIO DEI COMPAGNI CILENI

Oggi, quarantun anni fa l'11 settembre 1973 in Cile il golpe fascista sostenuto dall'amministrazione USA, dal segretario di stato Henry Kissinger, col massacro di migliaia di cileni pose fine al Governo di sinistra, democraticamente eletto, di Unidad Popular guidato dal socialista Salvador Allende. Un'esperienza politica avanzata di democrazia e socialismo, quella di Unidad Popular, che avrebbe potuto...

(11 Settembre 2014)

Patrizia Turchi e Franco Astengo

IN MEMORIA DI JUAN GERARDI

Si è svolta nella mattinata di sabato 26 aprile 2014 a Viterbo presso il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" una commemorazione di Juan Gerardi, il vescovo guatemalteco assassinato dai sicari fascisti il 26 aprile 1998 per far cessare il suo strenuo impegno in difesa dei diritti umani degli indios e per il recupero della memoria storica delle vittime del genocidio compiuto lungo...

(26 Aprile 2014)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

In morte di Gabriel Garcìa Màrquez

Non bastano le parole per ricordarlo: allora lasciamo che parli lui …. hasta siempre, Gabo Discorso di accettazione del Premio Nobel per la Letteratura del 1982 Antonio Pigafetta, un navigatore fiorentino che accompagnò Magellano nel primo viaggio attorno al mondo, scrisse – al suo passaggio per la nostra America meridionale – una cronaca rigorosa che tuttavia sembra un’avventura...

(20 Aprile 2014)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto S.Giovanni

NELL'ANNIVERSARIO DEL MARTIRIO DI OSCAR ROMERO

Oggi, 24 marzo, ricorre l'anniversario dell'uccisione di monsignor Oscar Romero, avvenuta a San Salvador nel 1980. Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo lo ricorda ancora una volta come uno strenuo difensore degli oppressi, un indimenticabile maestro di nonviolenza. Nel ricordo di Oscar Romero, nel ricordo di tutte le vittime della violenza e di tutte le persone che hanno...

(24 Marzo 2014)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

IN MEMORIA DI MARIANELLA GARCIA NELL'ANNIVERSARIO DELLA MORTE

Ricorre il 13 marzo l'anniversario dell'uccisione di Marianella Garcia, assassinata in Salvador il 13 marzo 1983. * Marianella Garcia Villas, nata nel 1949, attivista per i diritti umani salvadoregna, collaboratrice di monsignor Romero, amica della nonviolenza, "avvocato dei poveri, compagna degli oppressi, voce degli scomparsi", fu assassinata il 13 marzo del 1983 dai soldati del regime. La sua vita...

(13 Marzo 2014)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

Omaggio a Juan Gelman

Spesso, su questo sito, avete letto gli articoli di Juan Gelman tratti dal quotidiano argentino Pagina 12. L’ultimo lo pubblichiamo oggi. Non li leggeremo più. Il grande poeta, scrittore e giornalista argentino, uno dei giganti della letteratura sudamericana, è morto martedì 14 gennaio nella sua casa di Ciudad de Mexico a 84 anni. Se n’è andato non solo il...

(16 Gennaio 2014)

Daniela Trollio, Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli” (Sesto S. Giovanni)

UN RICORDO DI CHICO MENDES, A VENTICINQUE ANNI DALLA MORTE

Il 22 dicembre 1988, venticinque anni fa, veniva assassinato Chico Mendes, sindacalista, difensore dei diritti umani e della biosfera. Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo lo ricorda come un grande testimone della dignità umana, un luminoso maestro di nonviolenza. * Chico Mendes, sindacalista, ecologista, amico della nonviolenza, martire; nato nel 1944, operaio nell'attività...

(22 Dicembre 2013)

Il "Centro di ricerca per la pace e i diritti umani" di Viterbo

Il processo Condor a Roma

9 ottobre 2013 Venerdì 11 ottobre si tiene a Roma l’udienza preliminare del processo Condor. Il Piano Condor è l’accordo di cooperazione poliziesca tra le dittature sudamericane per la repressione delle libertà civili e politiche in America Latina. Un’operazione terroristica internazionale (dal terrorismo di Stato al terrorismo sovranazionale) che coinvolse...

(10 Ottobre 2013)

davideorecchio.it

In ricordo di Victor Jara

Cari compagni e amici, in questi giorni in cui si ricorda il 40esimo del colpo di Stato fascista in Cile, inviamo alcuni versi di Victor Jara. Jara, membro del Partito comunista, è stato un cantautore, musicista, registra teatrale e poeta cileno. Venne torturato ed assassinato dai suoi aguzzini nei primi giorni del colpo di Stato. Questi sono i suoi ultimi versi prima di essere ucciso allo...

(17 Settembre 2013)

Scintilla Onlus

Cile 11/09/73: il golpe per fermare la rivoluzione»

11 settembre 2013 Intervista di Checchino Antonini, per Popoff, a Erwin Ibarra, ex militante dell’Esercito di Liberazione Nazionale. All’interno dell’assemblea fondativa di Sinistra Anticapitalista è previsto un incontro con Erwin Ibarra e Antonio Moscato sul golpe cileno del 1973 «Tre anni prima del golpe la vittoria di Allende fu anche un effetto delle divisioni...

(12 Settembre 2013)

SINISTRA ANTICAPITALISTA VENETO

A quarant’anni dal Golpe di Pinochet
Un 11 settembre dimenticato

Quarant’anni fa, un colpo di stato militare rovescia il presidente Salvador Allende. La borghesia cilena e l’imperialismo nordamericano pongono così fine al governo di Unidad Popular e istaurano una feroce dittatura militare. La giunta che prende il potere è guidata dal generale Augusto Pinochet che presiede un direttorio formato dai capi di stato maggiore delle diverse forze...

(11 Settembre 2013)

Piero Nobili PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI

Roma, a 40 anni dal golpe è l’ora di una via Allende

«Allende in Cile è presente in maniera invisibile. Lo si nomina poco. Subisce una forma di rimozione nazionale. Non a caso che il documentario su di lui di Patricio Guzman ha fatto fatica a trovare sale. E negli anni della transizione alla democrazia contro di noi, famiglie delle vittime della dittatura, di chi soffrì la tortura, l’esilio, perse il lavoro, hanno usato tutta...

(8 Settembre 2013)

Daniela Dalerci, Il Manifesto

GUATEMALA, RESPINTA AMNISTIA PER EX DITTATORE RÍOS MONTT

La Corte Costituzionale del Guatemala ha definito irricevibile la richiesta di amnistia a favore dell’ex dittatore José Efraín Ríos Montt (1982-1983), 87 anni, accusato di genocidio e crimini contro l’umanità: delitti per cui il generale a riposo era stato inizialmente condannato a 80 anni di carcere in uno storico processo che lo stesso alto tribunale ha annullato...

(14 Agosto 2013)

Misna

PARAGUAY. RITROVATI RESTI VITTIME DITTATURA DI STROESSNER

Dopo un anno di scavi in una fattoria vicina a Tavaí, nel dipartimento meridionale di Caazapá, una fossa ha restituito i resti di due vittime della dittatura di Alfredo Stroessner (1954-1989). Secondo il responsabile delle operazioni, lo stato di conservazione sarebbe buono così da consentire una veloce identificazione. Il luogo del ritrovamento fu a suo tempo una base per le...

(7 Agosto 2013)

Misna

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |    >>

224249