il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

L'ultima vittima

L'ultima vittima

(26 Dicembre 2010) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Imperialismo e guerra)

SITI WEB
(Il nuovo ordine mondiale è guerra)

DIRITTI DEI LAVORATORI

Il nuovo ordine mondiale è guerra

(1038 notizie dal 22 Maggio 2002 al 26 Giugno 2017 - pagina 1 di 52)

Turchia e Iran: mani tese al Qatar

Altro che chiudere Al Jazeera, mossa velleitaria cui probabilmente non credono neppure i Saud, anche perché trova contrario l’Occidente che difende il sistema mediatico. Contro l’isolamento del Qatar accorrono due potenze regionali che non si amano, ma tantomeno sopportano la smania egemonica di Riyad: Turchia e Iran. I cui uomini chiave, Erdogan e Rohani, intervengono entrambi...

(26 Giugno 2017)

Enrico Campofreda

Voglio uccidere i musulmani

Nella testa del conducente-vendicatore, bianco, forse britannico - cattolico, protestante, ebreo o non credente non importa - Finsbury Park si prende la rivincita su Westminter e London Bridge. “Voglio uccidere i musulmani” è l’essenza di un pensiero che se per ora può contare sull’esempio di un ‘lupo solitario occidentale’ magari darà vita...

(19 Giugno 2017)

Enrico Campofreda

Londra: l’ora dei conti

di Guadi Calvo (*) Un altro attacco, low cost, è avvenuto a Londra lo scorso sabato, con 7 morti e circa 48 feriti, dei quali 21 in stato critico, il che significa che quando leggerete queste righe il numero dei morti potrà essere più elevato. Questa volta i fatti si sono svolti sul Ponte di Londra e nel complesso Borough Market, una zona alla moda piena di pubs e ristoranti....

(6 Giugno 2017)

Traduzione di Daniela Trollio - Centro di Iniziativa Proletaria “G.Tagarelli”, Sesto S.Giovanni

Mondi e fedi della strage perenne

Giorni addietro, in uno spettrale intervento sui social media anche più cieco del fondamentalismo, qualcuno ha definito l’assassinio dei 29 pellegrini copti benaugurante per l’avvio del Ramadan. Al torbido commentatore islamista facevano eco i crociati dell’informazione nostrana pronti a ribadire che l’unica soluzione è lo scontro, cercando vendette a tuttotondo...

(30 Maggio 2017)

Enrico Campofreda

MANCHESTER – ACERBO (PRC): «GIUSTIZIA E PACE PER FERMARE LA BARBARIE. CORDOGLIO PER LE VITTIME. RESTIAMO UMANI»

Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiara: «Di fronte a questo orrore bisogna restare umani e non smettere di indignarsi e, senza farsi trascinare nella spirale dell’odio, continuare a lottare contro chi strumentalizza il terrore, contro chi soffia sul fuoco alimentando la paura, contro chi semina guerra e violenza. Senza giustizia...

(23 Maggio 2017)

Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

Ritorniamo a dire pubblicamente NO alla guerra

Nessuna rassegnazione e nessuna caduta di tensione civile

Ogni marcia di protesta contro la guerra, ogni appello in favore della pace, ogni veglia di preghiera, ogni bandiera arcobaleno esposta, ogni segno di pace esibito costituisce un piccolo-grande atto di elevata politica per togliere dalle mani dei padroni del mondo il nostro futuro e il nostro destino Da peacelink.it E' motivo di grave inquietudine anche il fatto che di fronte ai gravi e minacciosi...

(19 Maggio 2017)

Michele Di Schiena

Manifestiamo uniti contro la politica di guerra!
Fuori dalla NATO e dalla UE guerrafondaie
e antipopolari!

Dichiarazione sul vertice NATO di Bruxelles

Il prossimo vertice della NATO che si terrà a Bruxelles il 24-25 maggio, con la presenza dell’ultrareazionario guerrafondaio Trump, vedrà un’ampia mobilitazione internazionale del movimento popolare per la pace e la democrazia. Noi, membri europei della Conferenza Internazionale di Partiti e Organizzazioni Marxisti-Leninisti (CIPOML), appoggiamo risolutamente l’azione...

(15 Maggio 2017)

Il nemico è dentro casa

Editoriale del n. 80 di "Scintilla"

La situazione è contrassegnata dal riaccendersi del pericolo di una nuova guerra mondiale, i cui focolai maggiori si trovano in Siria e nella penisola coreana, punti di attrito fra USA, Russia e Cina. Le azioni dell’imperialismo più aggressivo e pericoloso, quello guidato dal gangster Trump, hanno creato una situazione esplosiva. Stupidità? Avventurismo? No, il corso della...

(8 Maggio 2017)

Da "Scintilla" n. 80, maggio 2017

PRIMO MAGGIO INTERNAZIONALISTA

I partiti politici e le burocrazie sindacali che pretendono di richiamarsi alle tradizioni della lotta dei lavoratori, hanno operato concordi per dare a questa giornata un contenuto estraneo agli interessi immediati e finali del proletariato. Hanno fatto del Primo Maggio una giornata di collaborazione fra le classi e di esaltazione patriottica. La festa del tricolore che si trascina dietro, ammainata,...

(1 Maggio 2017)

Alternativa di Classe Il Pane e le rose - Collettivo redazionale di Roma

L'attentato a Parigi è una dichiarazione di voto per Le Pen

L'attentato islamista di ieri sera a Parigi segna un pesante intervento politico, sanguinario e mediatico nella campagna elettorale presidenziale francese. Colpire la polizia a tre giorni dal primo turno, che potrebbe vedere l'iniziale affermazione della candidata del Front National, è la migliore dichiarazione di voto che l'islamismo può dare per la Le Pen. Le forze dell'ordine francesi...

(21 Aprile 2017)

Partito Comunista dei Lavoratori

Una dottrina interpretativa per il nuovo presidente Donald Trump.

Dal muro anti migranti al nucleare militare sino a “America First”: un budget per rendere l’America di nuovo grande

Una nuova consapevolezza ha fatto irruzione nel mondo degli analisti militari e degli esperti in politica estera: per decifrare il pensiero di Trump c’è bisogno di una dottrina interpretativa. Michael Moore nel 2016 l’aveva detto: c’è il rischio che "a una buona fetta dell'elettorato possa piacere tanto sedere in tribuna e godersi il reality show" rappresentato da...

(19 Aprile 2017)

Rossana De Simone

La Guerra fredda di Stranamore-Trump

“… Beh, insomma, è successo questo: uno dei nostri comandanti di base ha... ha... ha... ha avuto come... beh, insomma, gli è girato il boccino. Beh, sai, è diventato un po'... strano, e... Insomma, ha fatto una sciocchezzuola... Ecco, adesso ti dico cosa ha fatto: ha ordinato ai suoi aerei di venirvi a bombardare…” (Il dottor Stranamore, Stanley Kubrik,...

(14 Aprile 2017)

Enrico Campofreda

LA PACE COME PRIORITA' ASSOLUTA

Ancora grazie, scusandomi per il disturbo, a chi condividendo vorrà aiutarmi a diffondere non tanto questo testo ma l’idea di una assoluta necessità di costruire un Internazionalismo della Pace. La drammaticità della situazione internazionale impone la pace come priorità assoluta nell’impegno politico e culturale, come del resto accade sempre nella storia e senza...

(14 Aprile 2017)

Franco Astengo

Incontro – discussione sulla guerra, per dare vita ad un Centro di documentazione contro la guerra

Un centro che produca informazioni, materiali e analisi per opporsi alla barbarie del capitalismo decadente, contro il terrorismo di stato occidentale e russo, contro il terrorismo del cosiddetto “islamismo radicale”

Il nemico non è oltre la frontiera Giovedì 13 aprile h 21 presso la Libreria Calusca, Via Conchetta 18 – Milano Incontro – discussione Per dare vita ad un Centro di documentazione contro la guerra Un centro che produca informazioni, materiali e analisi per opporsi alla barbarie del capitalismo decadente, contro il terrorismo di stato occidentale e russo, contro il terrorismo...

(10 Aprile 2017)

centro di documentazione contro la guerra

MANCANO LA POLITICA ESTERA E IL MOVIMENTO PER LA PACE

Care compagne e cari compagni, nel trasmettervi le poche note che seguiranno mi permetto rivolgere a tutte/i un pressante invito perché si consideri da subito l’assoluta necessità di promuovere una organicità d’intenti e di organizzazione sul tema della pace iniziando con il convocare una serie di manifestazioni pubbliche, in varie forme, su questo tema assolutamente...

(8 Aprile 2017)

Franco Astengo

Basta con le spese militari

Liberiamoci dal dominio e dall'influenza degli Usa e dalle nuove guerre che la NATO prepara

Rientra nella strategia del capitale e dell’imperialismo l’aumento dell’aggressività militare sul piano internazionale e della repressione sul piano interno. Più si aggrava la situazione economica in Italia - come negli altri paesi - più si acutizza la "guerra tra poveri" sulla quale soffiano le organizzazioni fasciste nelle variegate firme e la Lega nord, nel...

(3 Aprile 2017)

nuova unità

Dalla grande Finmeccanica all'improbabile genio di Leonardo fino al Banco dei Medici

PREMESSA Alla vigilia delle nomine delle principali società partecipate dello Statosi è tenuta l’audizione dell'amministratore delegato di Leonardo, Mauro Moretti, sui risultati di gestione del triennio 2014-2016 e sul Piano industriale 2017-2021. “Non ho trovato un piano industriale quando sono arrivato, il primo è stato fatto nel 2014-15, questo è il secondo”....

(28 Marzo 2017)

Rossana De Simone

Attentato a Londra, l’arma della normalità

Nella strategia della morte che l’Isis rivolge ai cittadini occidentali, avviata con gli attentati spettacolari di Parigi nel novembre 2015 e proseguita l’anno scorso all’aeroporto di Bruxelles e poi a Promenade des Anglais di Nizza, al mercatino antistante Kaiser-Wilhelm-Gedächtniskirche di Berlino e ancora al “Reina club” di Istanbul, traspare una sorta di evoluzione...

(22 Marzo 2017)

Enrico Campofreda

Libano. Hezbollah e Aoun avvertono Israele

Diventa sempre più alta la tensione lungo il confine tra Libano ed Israele. La stessa stampa di Tel Aviv, oltre ad alcuni esponenti politici e militari, continua ad evocare e parlare della prossima guerra, la terza, tra l’esercito sionista ed Hezbollah. “Israele continua con la propria propaganda colonialista e di aggressione” ha dichiarato in un recente discorso sulla situazione...

(10 Marzo 2017)

Stefano Mauro

Il nuovo Libro bianco della Difesa: Militarismo industriale per il nuovo ordine multipolare

La situazione odierna non consente di sottovalutare che il coinvolgimento diretto in talune delle crisi in atto o potenziali potrebbe diventare un impegno inevitabile Frammenti sulla guerra: Industria e neocolonialismo in un mondo multipolare Questo contributo è tratto dall' eBook "Frammenti sulla guerra: Industria e neocolonialismo in un mondo multipolare" http://shop.kappavu.it/?product=frammenti-di-guerra-industria-e-neocolonialismo-in-un-mondo-multipolare...

(9 Febbraio 2017)

Rossana De Simone

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

555035