il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

La fatalità dominante

La fatalità dominante

(26 Novembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Di lavoro si muore)

DIRITTI DEI LAVORATORI

Di lavoro si muore

Sicurezza nei luoghi di lavoro

(846 notizie dal 12 Novembre 2001 al 4 Ottobre 2014 - pagina 5 di 43)

Cambogia, crollo fabbrica di scarpe. Centinaia di operai sotto le macerie

16/05/2013 09:34 Una tragedia dietro l'altra e non può calare dunque l'attenzione sulla sicurezza sul lavoro. Dopo i gravi fatti del Bangladesh infatti altro dramma e questa volta vede coinvolta un'azienda, ma siamo in Cambogia: si tratta del crollo di una fabbrica di scarpe. Centinaia di operai sotto le macerie, tre sono i corpi ritrovati di operai, sei le persone con ferite gravi ricoverate...

(16 Maggio 2013)

i. borghese - controlacrisi.org

EQUIPAGGI A RISCHIO SUI MERCANTILI

Caro Operai Contro, “l’incidente” nel porto di Genova dell’altra sera, ha fatto venire in luce le condizioni di rischio a cui sono esposti gli operai degli equipaggi sui mercantili. La “Jolly Nero” fa parte di una flotta di 14 navi, di proprietà dei Messina, che hanno altre navi a nolo. Jolly Nero, manovra nel porto di Genova, maggio 2013. 8 morti, uno...

(12 Maggio 2013)

www.operaicontro.it

Cina: scoppio in miniera, 12 morti

Due operai in ospedale con ferite gravi

PECHINO, 11 MAG - Dodici operai sono morti a causa di uno scoppio avvenuto nella miniera di carbone nella quale lavoravano nella Cina sudoccidentale. Lo scrive l'agenzia Nuova Cina. L'incidente e' avvenuto ieri sera intorno alle 20:30 nella miniera di carbone di Dashan, nella contea di Pingba, nella provincia del Guizhou. Non sono ancora chiare le dinamiche che hanno portato allo scoppio e alle fiamme...

(11 Maggio 2013)

ANSA

Comunicato sulla tragedia di Genova

Dopo ogni tragedia inevitabilmente si assiste ad un diluvio di inutili chiacchiere. L’ultima strage nel porto di Genova rispetta in pieno questo insulso copione. Infatti c’è chi parla di errore umano, chi di tragica fatalità, chi di circostanze sfortunate ecc., eppure, al di la ogni considerazione contingente, c’è un elemento da tutti ignorato. La storia del...

(10 Maggio 2013)

Sin.Base CUB TRASPORTI GENOVA

ANCORA UNA TRAGEDIA INACCETTABILE NEL PORTO DI GENOVA

Molte sono le domande che si pongono sulle cause di questa nuova tragedia che si è consumata nel porto di Genova, anche se le risposte che potranno arrivare dalle inchieste aperte dalla magistratura e dalla Capitaneria di Porto non potranno più riportare in vita le sette vittime (ma forse il numero potrà ancora purtroppo crescere) di questo disastro. Resta il fatto che ancora...

(9 Maggio 2013)

Sinistra Critica Coordinamento provinciale – Genova

Dacca, i morti del crollo del Raza salgono a 610. "Struttura non adeguata ad ospitare fabbriche"

06/05/2013 09:15 Continua a salire il bilancio delle vittime del crollo dell'edificio di otto piani alla periferia di Dacca che ospitava cinque industrie tessili. Le squadre si soccorso che da giorni scavano nelle macerie oggi hanno recuperato altri 60 corpi portando a 610 il drammatico bilancio dei, considerato non definitivo visto che ci sono ancora molte persone che lavorano nelle fabbriche...

(6 Maggio 2013)

Fabio Sebastiani - controlacrisi.org

C'è un po' di made in Italy nel crollo

Dal Manifesto del 5 maggio 2013 BANGLADESH · I sindacati locali e il Forum internazionale per i diritti sul lavoro richiamano in causa Benetton Nuovi documenti sulle forniture recuperati tra le macerie del Rana Plaza C'è una data che incastra un pezzo di Italia nel crollo del palazzo di Dhaka dove dieci giorni fa più di 550 persone sono morte e dove alacri fabbriche tessili lavoravano...

(5 Maggio 2013)

Emanuele Giordana - Lettera22

Le imprese italiane vogliono o no «abiti puliti»?

TRAGEDIA DEL RANA PLAZA Il mostro in prima pagina è Sohel Rana, proprietario del Rana Plaza, crollato dieci giorni fa a Dacca con un bilancio che ha superato i 500 morti. Gli è stato contestato il possesso di una pistola ritrovata nelle macerie e rischia la pena di morte. Se la cavano invece i comprimari di quel dramma: le decine di marchi occidentali che in Bangladesh fanno profitti...

(4 Maggio 2013)

Emanuele Giordana, il manifesto

Darfur: crolla miniera d'oro, più di 60 morti

Una tragedia. Oltre 60 persone sono morte nel crollo di una miniera d'oro nel Darfur, regione nell'ovest del Sudan, afflitta da anni di guerra civile. L'incidente è avvenuto lunedì scorso, ma solo oggi la notizia è stata diffusa. "Il numero delle persone morte in seguito al crollo della miniera è più di 60", ha detto il commissario locale di Jebel Amir nel Darfur...

(2 Maggio 2013)

controlacrisi.org

Lavoro. Occupazione e sicurezza devono essere le priorità

Quest'anno i festeggiamenti del primo maggio sono stati caratterizzati da un clima particolare, dettato dalla difficile situazione che si sta vivendo a livello globale ed in particolare nel nostro Paese dove, insieme alla crisi economica, assistiamo ad un momento critico anche per la politica e le istituzioni. Il lavoro rimane uno dei temi centrali, la priorità che anche il governo Letta ha...

(2 Maggio 2013)

Valentina Valentini - DirittiDistorti

Velletri (Rm), morire di lavoro alla vigilia della festa del lavoro

Un altro morto sul lavoro, proprio alla vigilia del Primo Maggio. Il copione è quello tipico dello sfruttamento e della riduzione di diritti e costo del lavoro. L'uomo, un romeno di 46 anni, lavorava in nero e non aveva alcuna protezione quando un solaio gli e' crollato addosso, facendolo morire sul colpo, seppellito dalle macerie. Il committente dei lavori e proprietario del locale, un italiano...

(1 Maggio 2013)

Fabrizio Salvatori - controlacrisi.org

Crollo in Bangladesh, Abiti Puliti: "Benetton coinvolta, ci sono le prove"

29/04/2013 20:49 L'agenzia AP Photo pubblica alcune fotografie di abiti con etichette Benetton sotto le macerie del Rana Plaza, il palazzo crollato il 24 aprile in Bangladesh: l'azienda smentisce ogni coinvolgimento. L’accusa la lancia apertamente la Campagna Abiti Puliti (Clean Clothes Campaign) un’associazione internazionale in difesa dei diritti fondamentali dei lavoratori di tutto...

(30 Aprile 2013)

controlacrisi.org

Bangladesh, alta moda color sangue

Alle 9 circa del mattino di mercoledì 24 aprile nel sobborgo di Savar, alla periferia di Dacca, è avvenuta l’ennesima strage dello sviluppo: il Rana Plaza, un palazzo di otto piani che ospitava ben cinque fabbriche tessili, è crollato accartocciandosi su sé stesso. Il bilancio, ancora provvisorio, è di oltre 300 morti, mille feriti e ancora ora (a tre giorni...

(27 Aprile 2013)

Comunisti per l’Organizzazione di Classe

Bangladesh: arrestati 2 proprietari del palazzo crollato

27/04/2013 11:17 Sono stati arrestati per omicidio colposo i proprietari di due delle cinque fabbriche ospitate nel palazzo di otto piani di Dacca, in Bangladesh, crollato mercoledi' durante i lavori di costruzione del nono piano causando piu' di 320 morti. Si tratta del titolare di New Wave Buttons e New Wave Style e del direttore amministrativo di una di queste fabbriche, che si sono consegnati...

(27 Aprile 2013)

controlacrisi.org

Bangladesh, 153 morti e 600 feriti nel crollo del palazzo a Dacca, ma il bilancio è provvisorio

25/04 ore 07.47 Sale a 153 morti e a più di seicento feriti il bilancio, del tutto provvisorio, del crollo di un edificio a Dacca, capitale del Bangladesh, che ospitava laboratori tessili e uffici. Le stime parlano di tremila lavoratori presenti nel palazzo al momento del crollo. Degli otto piani è rimasto intatto solo quello più basso. I proprietari dei laboratori avevano ignorato...

(25 Aprile 2013)

Fabrizio Salvatori - controlacrisi.org

Bangladesh, crolla un edificio di otto piani con laboratori e uffici: si temono una ottantina di vittime

24/04/2013 11:21 Il crollo di un edificio di 8 piani alla periferia di Dacca ha fatto decine di vittime: il bilancio e' ancora incerto, ma fonti delle squadre di soccorso, parlano di oltre 80 morti e varie centinaia di feriti. I vigili del fuoco e il personale dell'esercito sono al lavoro per salvare le persone che potrebbero essere rimaste intrappolate sotto le macerie e molti sono stati gia' estratti....

(24 Aprile 2013)

Fabrizio Salvatori - controlacrisi.org

IL 23 APRILE APRE A ROMA UNO SPORTELLO SPECIFICO SU SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

DAL 23 APRILE 2013 a ROMA APRE UFFICIALMENTE UNO SPORTELLO - INFO E CONSULENZE (gratuito) SU SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO, AUTOGESTITO DAL COMITATO 5 APRILE - nodo locale della RETE NAZIONALE SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO E SUI TERRITORI, in VIA G. GIOLITTI 231 (vicino Stazione Termini) IL MARTEDI' DALLE 19 ALLE 20.30 (con cadenza ogni 15 giorni). Per appuntamenti per lavoratori e lavoratrici, Rls,...

(16 Aprile 2013)

Comitato 5 Aprile di Roma - nodo locale della RETE NAZIONALE SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO E SUI TERRITORI

Morti sul lavoro e crisi nell'edilizia

Il 12 Aprile si è tenuta la quarta Giornata nazionale per la sicurezza nei cantieri, organizzata da Federarchitetti in collaborazione con ANMIL per promuovere la prevenzione e la sicurezza nel settore dell’edilizia ,ma forse dovremmo utilizzare il condizionale visto che le poche iniziative sono passate sotto silenzio e soprattutto senza l'apporto dei lavoratori Il settore edile sta...

(16 Aprile 2013)

cobas lavoro privato pisa

Operaio travolto dal Frecciarossa nel giorno della festa per il nuovo treno

FERROVIE Tragedia a Tiburtina. Napolitano incontra le tute blu a Roma ROMA. Un operaio è morto ieri alla stazione Tiburtina di Roma, travolto da un Frecciarossa della linea che unisce la capitale a Milano. Dario Miceli, 32 anni, non era dipendente delle Ferrovie, ma della Manutencoop, una azienda del bolognese che si occupa delle pulizie all'interno dei treni Italo, i nuovi bolidi del gruppo...

(12 Aprile 2013)

Antonio Sciotto, il manifesto

Ieri strage sul lavoro, 6 morti

Continua, silenziosa, la strage di lavoratori. Ieri ben sei le vittime, da Como a Palermo, da Bologna a Bolzano, da Chieti a Fabriano… Ieri a Como è morto Romeo D’Ettorre, il 57enne di Valmadrera che il giorno precedente era rimasto vittima di un incidente sul lavoro. D'Ettorre era stato ricoverato d’urgenza all’ospedale di Gravedona ma non ce l’ha fatta a causa...

(10 Aprile 2013)

Redazione Contropiano

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

290482