il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

DIRITTI DEI LAVORATORI

Paese arabo

(625 notizie dal 30 Novembre 2006 al 6 Ottobre 2017 - pagina 1 di 32)

Incontro Salman-Putin, geo-diplomazia strategica

Con enfasi la stampa saudita lancia notizie e immagini dell’incontro tenutosi a Mosca fra un’ampia delegazione guidata da re Salman e lo staff del presidente russo Putin, presenti i rispettivi ministri degli Esteri Al-Jubeir e Lavrov. Il tutto per “cementare” le relazioni fra i due Paesi, che in realtà in questi anni attorno a questioni mediorientali come la guerra civile...

(6 Ottobre 2017)

Enrico Campofreda

Egitto, reato di verità per l’avvocato di Regeni

Il buco nero in cui l’avvocato egiziano Ibrahim Metwally è caduto nella notte fra domenica e lunedì scorsi al Cairo è solo l’ultima circostanza con cui lo stato di diritto, quello per il quale si è innanzitutto cittadini prima che difensori dei diritti stessi, viene quotidianamente calpestato in Egitto da oltre quattro anni. Metwally era stato fermato all’aeroporto...

(13 Settembre 2017)

Enrico Campofreda

CON I LAVORATORI EGIZIANI
PER L'UNITA' PROLETARIA

Dal n. 56 di "Alternativa di Classe" A sei anni dalla rivolta popolare che, ad inizio 2011, spodestò Hosni Mubarak dopo trent'anni di potere, i proletari egiziani si trovano a vivere condizioni sempre più difficili. Il governo del presidente Abedel Fattah al Sisi continua ad introdurre misure di austerità dure, in ossequio alle condizioni imposte dal FMI (Fondo Monetario Internazionale)...

(26 Agosto 2017)

Alternativa di Classe

Marocco: narco-jihadismo e miseria

Nelle file Isis 2.500 marocchini, quasi la metà cittadini europei. In casa il mix è tra al Qaeda e signori della droga: usano le reti del narcotraffico, si auto-finanziano e attirano i giovani – sempre più poveri – delle periferie e le campagne ra i principali esportatori di jihadisti verso il «califfato» tra Siria e Iraq, il Marocco – non affatto...

(21 Agosto 2017)

Chiara Cruciati - Nena News

Palazzo Chigi e Farnesina tendono la mano a Sisi

Come nei peggiori governi dell’omertà l’esecutivo Gentiloni, tramite il ministro degli Esteri Alfano, ha attuato nella vigilia ferragostana la disonorevole manovra di reinsediare l’ambasciatore al Cairo. Così Giampaolo Cantini, già da tempo nominato, ma rimasto finora a casa, è volato nella capitale egiziana. La situazione era bloccata dalla semi crisi...

(16 Agosto 2017)

Enrico Campofreda

Caso Regeni: Rifondazione Comunista contesta il ritorno dell'ambasciatore italiano in Egitto

Non c'è solo la famiglia di Giulio Regeni a criticare aspramente la scelta governativa di far tornare l'ambasciatore italiano in Egitto, senza che si siano fatti passi significativi nella comprensione delle circostanze che hanno portato al barbaro assassinio del giovane ricercatore. Un comunicato piuttosto duro, al riguardo, è stato diffuso oggi da Rifondazione Comunista. E' a doppia...

(15 Agosto 2017)

Il Pane e le rose - Collettivo redazionale di Roma

Arabia Saudita, Salman bin promosso erede al trono

La smania muscolare che annida fra i Saud trova un interprete rampante e pretenzioso in Salman bin il cui papà, contravvenendo a quanto aveva disposto tempo addietro, ora innalza a erede al trono. Viene scalzato il nipote Mahammed bin Nayef, già designato come delfino e ieri disconosciuto grazie al voto espresso a larghissima maggioranza dal Consiglio di Fedeltà all’Arabia...

(21 Giugno 2017)

Enrico Campofreda

Petromonarchie, le accuse fra sodali del jihadismo

I sovrani dei petrodollari hanno da tempo sostituito invidie e rivalità con scontri diplomatici e addirittura conflitti. Dietro l’angolo ci sono sempre interessi economici, pur ammantati da orientamenti religiosi e politici. L’attuale contrasto guidato dai sauditi, e volto a isolare il Qatar ponendogli un cordone sanitario allargato a pesi massimi del mondo arabo come l’Egitto,...

(6 Giugno 2017)

Enrico Campofreda

L’infinita domenica delle salme

La domenica delle salme celebrata in Egitto, scegliendo data e simboli precisi: un giorno speciale per il mondo cristiano che agita le palme della pace e luoghi di culto di una comunità religiosa di frontiera qual è quella copta, offrono conferme dei nuovi scenari battuti dall’Isis. Se ne discute da tempo: strappare territori occupati per due anni dallo Stato Islamico, produce...

(10 Aprile 2017)

Enrico Campofreda

Mubarak, la sfinge che sopravvive alla rivoluzione

Torna libero Hosni Mubarak, il raìs che ha incarnato l’Egitto contemporaneo, traghettandolo dai sogni di grandezza ancora in animo nel Sadat della guerra del Kippur e poi mediatore nell’apertura all’Occidente e a Israele, alla totale subordinazione ai disegni statunitensi e sionisti nel Medio Oriente. Sia riguardo all’irrisolta questione palestinese, che durante il suo...

(24 Marzo 2017)

Enrico Campofreda

Egitto: omicidi e falsità di regime da Said a Regeni

Nel voler fare dell’omicidio Regeni l’ennesimo dramma ‘irrisolvibile’ ecco che indizi e prove spuntano e ricadono con una periodicità finalizzata a rimandare a infinite rivelazioni successive. Una trama perfetta in cui la tensione sale e scema senza giungere al cuore del mistero, che mistero poi non è, perché la vicenda rientra a pieno nella casistica globale...

(24 Gennaio 2017)

Enrico Campofreda

LOTTE DEI LAVORATORI IN MAROCCO

Dal n. 49 di "Alternativa di Classe" I diritti dei lavoratori marocchini sono calpestati, il tasso di sindacalizzazione della forza-lavoro non supera il 10%. Questa debolezza è dovuta da un lato alla poca credibilità di cui godono le Confederazioni sindacali, a causa della corruzione, della burocratizzazione e della scarsa democrazia interna, e dall'altro dalla grande diffusione della...

(23 Gennaio 2017)

Alternativa di Classe

Egitto: accuse di terrorismo a una stella del pallone

Per ora non finisce in galera come l’ex presidente Morsi, ma l’accusa per l’ex campione del calcio egiziano Mohamed Aboutrika è la stessa rivolta a qualsiasi aderente alla Fratellanza Musulmana: terrorismo. E’ quanto stabilisce la legge in vigore dal 2015 che ha fatto sentenziare migliaia di anni di galera contro i militanti di vertice e di piccolo cabotaggio del gruppo...

(20 Gennaio 2017)

Enrico Campofreda

L’Egitto del terrore ruba la scena e angoscia Sisi

Dopo mille giorni di repressione cieca e due anni e mezzo di regime-Sisi l’Egitto delle bombe appare come un’intoccabile realtà. Stamane è tornato a colpire facendo brillare una dozzina di chili di tritolo nell’area dell’antica cattedrale copta di San Marco, zona Al Abasya. La deflagrazione ha massacrato corpi di donne e bambini (venticinque sono finora le vittime)...

(11 Dicembre 2016)

Enrico Campofreda

Democrazia in Egitto: nessun presente né futuro

Per due manifestanti scarcerati nei giorni scorsi dal regime di Al-Sisi (Ahmed Said e Sanaa Saif) medico l’uno, attivista l’altra, non solo migliaia di oppositori restano in galera, ma si preparano ulteriori arresti facilitati da nuove normative in corso d’applicazione. I passi legislativi del governo hanno introdotto nel Parlamento addomesticato una modifica all’articolo 78...

(30 Novembre 2016)

Enrico Campofreda

Lo spettro jihadista che s’aggira fra noi

Prendere Mosul e poi? Al di là del fronte composito anti Isis che persegue interessi differenti sia sul terreno locale sia su quello dell’ampia area regionale, gli analisti si domandano quali potranno essere gli sviluppi del disegno fondamentalista del Daesh. Il Califfato teorizzato da Al Baghdadi, materializzatosi dal 2014 nei territori siriani frantumati dalla guerra civile e nell’area...

(24 Novembre 2016)

Enrico Campofreda

Egitto: compare il Sisi del perdono

Il presidente d’Egitto Abdel Sisi si fa buonista e lancia una campagna del perdono per 82 reclusi. Assume toni magnanimi verso qualche nome noto, come lo studioso islamico El-Behery, che era stato bacchettato dagli esperti dell’Università Al-Ahzar per le sue idee su riforme dell’Islam definite da costoro un “insulto alla religione”. Per questo aveva subìto...

(18 Novembre 2016)

Enrico Campofreda

Egitto, la crisi morde il regime

Povertà vecchia e nuova - Dal Cairo giungono simili notizie: un ristoratore che finora pagava un suo cuoco attorno alle 1000 lire egiziane mensili (oltre 800 dollari, casi rari ma esistenti) con l’inflazione in corso si troverà a raddoppiare e forse triplicare il salario fino a 2500 dollari attuali. Ma il valore di quel denaro non sarà più tale per la svalutazione...

(28 Ottobre 2016)

Enrico Campofreda

Arabia Saudita, le donne gridano: “Sono io il mio guardiano”

Dopo due mesi la campagna contro il sistema di tutela maschile non cessa: su Twitter e in una petizione in decine di migliaia chiedono di essere padrone della propria vita Una campagna senza precedenti, una pioggia di firme e di tweet che non cessa. A quasi di due mesi dal lancio, senza che il governo di Riyadh abbia dato alcuna risposta, la mobilitazione online viene ripresa quotidiniamente: le donne...

(22 Ottobre 2016)

Chiara Cruciati - Nena News

Ghannoushi: “Le dittature sono una malattia da cui l’Islam deve liberarsi”

Combattere il terrorismo con la democrazia - In Italia per incontri ufficiali - ieri ospite alla Farnesina, poi relatore in una conferenza al Senato, oggi con un intervento in un hotel romano - Rachid Ghannoushi conserva una vitalità che supera età e traversie di vita. La Tunisia che ha amato e servito tanto da patire carcere ed esilio, è pur fra cento contraddizioni una realtà...

(21 Ottobre 2016)

Enrico Campofreda

<<   | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

441712