il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Stay below

Stay below

(18 Agosto 2010) Enzo Apicella
E' morto Cossiga, l'uomo di Gladio

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

DIRITTI DEI LAVORATORI

Lo stato delle stragi

Lo stato di Gladio, della P2, di Cosa Nostra

(79 notizie dal 9 Novembre 2005 al 2 Agosto 2014 - pagina 3 di 4)

12 Dicembre. Oltre la memoria.

La nostra strategia della tensione.

La memoria, se non fornisce al movimento rivoluzionario gli insegnamenti derivanti dall’esperienza, se non diviene lo strumento della riflessione per l’azione, rimane fine a se stessa. Spesso diviene puro esercizio scadenzista, liturgico, retorico; si trasforma in testimonianza, in mitologia, in icona. In una parola, viene svuotata di ogni significato, viene resa inoffensiva. Ecco perche’...

(10 Dicembre 2010)

combat

12 dicembre: la strage è di Stato.

Domenica 12 dicembre, nel quartiere romano di Primavalle si svolgerà una iniziativa sulla Strage di Piazza Fontana Perché un ordigno esplode in pieno giorno all'interno della Banca Nazionale dell'Agricoltura di Piazza Fontana a Milano causando la morte di 17 persone? Una sottile linea nera attraversa le stragi degli anni '70.Una lunga scia di sangue tenta di sbarrare agli operai ed agli...

(10 Dicembre 2010)

Collettivo Antagonista Metropolitano, Collettivo Antagonista Primavalle, Combat, Rossa Gioventù

La Garbatella non vuole Cucchiarelli

In un quartiere di Roma si organizza la contestazione a Paolo Cucchiarelli, inventore di tesi sballate sul "segreto di Piazza Fontana". da roma.indymedia.org Paolo Cucchiarelli è un pennivendolo che, in cerca di notorietà, ha pensato di riproporre un tema caro ai servizi segreti italiani: che siano stati gli anarchici a mettere le bombe a Piazza Fontana. Oltre ad essere stragisti, gli...

(5 Dicembre 2010)

Anarchiche e anarchici della Garbatella

L'archivio di Piazza Fontana

È un filo rosso lungo quarant'anni quello che tiene assieme Catanzaro alla strage di Piazza Fontana. Un legame forte, indissolubile che si protrae dall'ottobre del 1972 quando, «per motivi di ordine pubblico» (ovvero la campagna della sinistra contro i fascisti), il processo di Piazza Fontana venne strappato al giudice milanese dalla Corte di Cassazione e spostato nel capoluogo...

(27 Novembre 2010)

Silvio Messinetti - Il Manifesto

Caso Cervia. Marisa Gentile: mai preso un centesimo, infondate affermazioni su facebook

Scritto da Valentina Valentini Domenica 21 Novembre 2010 17:44 Egregio Direttore, sono Marisa Gentile, moglie di Davide Cervia l’ex sottufficiale della Marina Militare rapito a Velletri il 12 settembre 1990 e La ringrazio dello spazio che mi ha concesso per chiarire un fatto molto grave che è avvenuto la settimana scorsa sulle pagine di facebook della “Torre dei Castelli”. Durante...

(21 Novembre 2010)

DirittiDistorti

Zorzi assolto per la strage di Brescia, non sfugge al fisco

Scritto da Alessandra Valentini Giovedì 18 Novembre 2010 16:55 Fossimo negli Stati Uniti...finirebbe come nella famosa storia di Al Capone. Lo dice anche il comando provinciale di Venezia della Guardia di finanza, in una nota che intitola eloquentemente: "Delfo Zorzi sfugge alla condanna di Brescia, ma non al fisco". È così ieri è arrivata l’assoluzione per Delfo...

(18 Novembre 2010)

DirittiDistorti

Brescia. Ingiustizia è fatta!!!

Nessun colpevole e tutti assolti per la strage di Brescia contro una manifestazione sindacale del 28 maggio 1978 Nazionale – mercoledì, 17 novembre 2010 Ancora una strage impunita al termine di un processo che ha scagionato tutti. Nessun colpevole per la strage di piazza della Loggia, a Brescia, dove il 28 maggio 1974 durante una manifestazione sindacale morirono 8 persone e 104 rimasero...

(17 Novembre 2010)

Unione Sindacale di Base (USB)

Strage di Brescia: nessuno è Stato. Tutti assolti gli imputati

Fonte: Repubblica.it --- Tutti assolti per insufficienza di prove. I giudici della Corte d'assise di Brescia hanno assolto i cinque imputati al termine del processo per la strage di piazza della Loggia del 28 maggio 1974, che provocò 8 morti e 104 feriti. L'assoluzione è intervenuta in base all'articolo 530 comma 2 assimilabile alla vecchia insufficienza di prove. Revocata la misura...

(16 Novembre 2010)

Radio Città Aperta - Roma

I 5 ragazzi anarchici uccisi su un'autostrada 40 anni fa - Commemorazione a Frosinone il 26 settembre

Per chi ha amato i Cinque anarchici del Sud. Un viaggio durato 40 anni.

Appuntamento il 26 settembre a partire dalle ore 17:00 alla Cantina Mediterraneo, Via A. Fabi 341 Frosinone Il 26 settembre 1970 cinque anarchici calabresi morivano in un incidente stradale sull'autostrada del sole, tra Napoli e Roma, all'altezza di Ferentino. Andavano a Roma per consegnare un dossier di controinformazione alla redazione del settimanale anarchico Umanità Nova. L'incidente...

(17 Settembre 2010)

Gruppo Anarchico "C. Cafiero" - Fai Roma

Domenica a Velletri una fiaccolata per ricordare Davide Cervia

Scritto da DirittiDistorti Mercoledì 08 Settembre 2010 20:59 Una fiaccolata a Velletri da Piazza Cairoli (ore 17,30) al Palazzo Comunale per ricordare Davide Cervia a venti anni dalla sua scomparsa. Domenica 12 settembre 2010 ricorre il ventesimo anniversario della scomparsa di Davide Cervia, cittadino di Velletri scomparso nel nulla senza alcun segnale premonitore che consentisse alla...

(9 Settembre 2010)

www.dirittidistorti.it

Giovedi i funerali di Angelo Vassallo, il sindaco ucciso per essersi opposti ai poteri forti. Connessioni inquietanti

Si celebreranno, con molto probabilità, il prossimo giovedì i funerali di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica assassinato la sera di domenica 5 a poca distanza dalla sua abitazione nel comune del Cilento. Intanto proseguono le indagini condotte dai carabinieri e coordinate dalla Procura di Vallo della Lucania oltre che dai magistrati della Dda di Salerno. Continua l'analisi dei documenti...

(8 Settembre 2010)

www.contropiano.org

Angelo Vassallo, ucciso per legalità

Francesca Pilla, Il Manifesto Lo hanno pedinato, seguito e bloccato, quindi hanno esploso almeno nove proiettili, probabilmente da due pistole diverse di calibro 9x21, centrandolo prima in pieno volto e poi infierendo su tutto il corpo. Colpi mortali che non hanno lasciato scampo ad Angelo Vassallo, 57 anni, il sindaco Pd di Pollica (Sa), freddato domenica sera tra le 9 e le 10:30. Il primo cittadino...

(7 Settembre 2010)

www.radiocittaperta.it

L’alleanza tra imprese e servizi segreti diventa ufficiale

Una notizia di fine luglio, che ha avuto un rilievo molto limitato sui media, riguardava il patto di collaborazione tra il servizio segreto di sicurezza interna, l’AISI (ex SISDE), e la Confindustria per la tutela del know-how di piccole e medie imprese dotate di un particolare patrimonio tecnologico. Secondo il pretesto ufficiale, l’AISI si dovrebbe incaricare di attuare una mappatura...

(2 Settembre 2010)

www.comidad.org

Francesco Cossiga e' morto

Oltre ad altre cariche istituzionali era Ministro dell'Interno nel 1977 quando venne uccisa a Roma GIORGIANA MASI e a Bologna Francesco Lo Russo

Francesco Cossiga e' morto Oltre ad altre cariche istituzionali era Ministro dell'Interno nel 1977 quando venne uccisa a Roma GIORGIANA MASI e a Bologna Francesco Lo Russo Roma - Poliziotto in borghese armato fotografato durante gli scontri, alla sua destra un agente in divisa

(23 Agosto 2010)

www.contropiano.org

Kossino assassiga

Il democristiano che piaceva al Pci

di Michele Terra Sono passati ormai più di tre giorni: non è risorto e Aldo Moro non è riuscito ad espellerlo dall'inferno. Kossiga è davvero morto! Per ricordarlo ripubblichiamo un articolo uscito nell'autunno del 2008, sul Giornale comunista dei lavoratori, quando l'emerito dava consigli per massacrare gli studenti del movimento dell'Onda. --- di Michele Terra Presidente...

(21 Agosto 2010)

www.pclavoratori.it

Al momento giusto, nel posto giusto. L'irresistibile ascesa di Francesco Cossiga

Nella sua rapida e brillante carriera politica, Francesco Cossiga è sempre stato partecipe dei momenti più oscuri della storia della Repubblica, destreggiandosi tra complotti, trame golpiste e terrorismo. In queste oscure vicende, ha conosciuto «uomini e cose», che poi ha utilizzato per favorire le soluzioni più moderate della borghesia italiana: un progresso senza...

(20 Agosto 2010)

www.webalice.it/mario.gangarossa

Cossiga, quando la sovranità non appartiene al popolo

In primo luogo lasciare perdere gli studenti dei licei, perché pensi a cosa succederebbe se un ragazzino di dodici anni rimanesse ucciso o gravemente ferito... [...]. Lasciar fare gli universitari, ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino...

(19 Agosto 2010)

www.webalice.it/mario.gangarossa

Kossiga ci cova(va). Ricordiamolo così, con parole sue

E’ morto Francesco Cossiga. Le agenzie hanno battuto la notizia e già dieci minuti dopo i telegiornali erano colmi di "coccodrilli" lusinghieri, biografie osannanti, panegirici di celebrazione. Anche questo sito vuole ricordare Francesco Cossiga, ma senza retorica e senza elaborazioni a posteriori. Anzi, vogliamo ricordare Francesco Cossiga con le sue parole, quelle di un’intervista...

(19 Agosto 2010)

www.webalice.it/mario.gangarossa

Kossiga (icona)

E' morto Kossiga

chi lo piange e chi no

Il mondo politico borghese piange ufficialmente la morte di Francesco Cossiga. Ma sotto i panni neri del lutto trapelano ampi sospiri di sollievo. La demenza senile dell'ex presidente, combinata con la nota passione per il whisky (e altre sostanze di conforto) ha fatto tremare in questi anni gli ambienti politici borghesi. Temevano che potesse raccontare esplicitamente - e non solo a mezze frasi -...

(19 Agosto 2010)

Francesco Ricci (Partito di Alternativa Comunista)

E' morto Cossiga, presidente di Gladio

Fonte: Il Manifesto Francesco Cossiga si è spento ieri per una crisi cardiaca, aprendo in articulo mortis un ultimo misterioso capitolo del suo già oscuro rapporto con la politica: 4 lettere dal contenuto ignoto indirizzate alle massime cariche dello stato (Napolitano, Schifani, Fini e Berlusconi). La sua lunga carriera politico-istituzionale, dall'arrivo al ministero dell'interno nel...

(18 Agosto 2010)

www.radiocittaperta.it

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 |    >>

96265