il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Scuola

Scuola

(13 Settembre 2010) Enzo Apicella
La scuola dopo la controriforma Gelmini

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(La controriforma dell'istruzione pubblica)

DIRITTI DEI LAVORATORI

La controriforma dell'istruzione pubblica

(773 notizie dal 6 Marzo 2002 al 16 Febbraio 2017 - pagina 10 di 39)

I "tecnici" spingono per l'università di classe

Blitz del governo: un decreto per tagliare le borse di studio agli stuidenti "meritevoli e bisognosi". Un taglio di classe per eliminare "i poveri" dalle vie della conoscenza. Altro che “merito”! Il governo dei “tecnici” si rivela più classista e reazionario di quelli berlusconiani. La denuncia arriva dall'Udu, ma – appunto – è molto più importante...

(2 Febbraio 2013)

Redazione Contropiano

Contributi scolastici delle famiglie

La CUB Scuola denuncia il diffondersi di abusi inaccettabili

I tagli ai finanziamenti alle scuole imposti dal governo producono a cascata comportamenti illegittimi da parte di diversi istituti scolastici. Se la logica del governo è quella di “affamare la bestia”, i morsi conseguenti ricadono sugli studenti e delle famiglie, in particolare su quelli a reddito più basso. Siamo al momento delle iscrizioni e molte scuole chiedono, con...

(30 Gennaio 2013)

Per la CUB Scuola Università Ricerca Cosimo Scarinzi

Manifestazione 2 febbraio: l’adesione di Sinistra Critica

Scuola, sanità, ambiente e beni comuni, uniamo le lotte!

Le politiche di austerità europee stanno producendo effetti sociali devastanti, deprivando di diritti fondamentali le lavoratrici e i lavoratori, i giovani e i cittadini europei. L’istruzione è sottoposta ad un processo di privatizzazione, con tagli alle scuole pubbliche, peggioramento della qualità della didattica e delle condizioni di lavoro e di studio. La sanità...

(28 Gennaio 2013)

Sinistra Critica

Appello per la manifestazione nazionale della scuola e dei beni comuni del 2 febbraio

Il movimento delle scuole dello scorso autunno ha reclamato il diritto ad un’istruzione di qualità per tutte e tutti, contrastando l’ennesimo progetto di tagli alla scuola, attraverso l’aumento dell’orario di lavoro a parità di salario, avanzato dal governo Monti e di aziendalizzazione degli istituti, attraverso la cancellazione degli organi collegiali avanzata...

(13 Gennaio 2013)

Coordinamento Nazionale Scuola

Dalla scuola promesse di guerra ad ogni governo

«Assumere i precari, definanziare le private, stop all'aziendalizzazione»

Hanno vinto. Per ora, almeno, ma quasi nessuno lo sa. Dunque rilanciano la lotta invitando in piazza il 2 febbraio anche altre vertenze sui beni comuni. Dall’acqua alla sanità. Si parla in questo articolo del movimento delle scuole, precari, insegnanti e studenti che sono riusciti a infiammare l’autunno - bocciando l’aumento dell’orario di lavoro per i docenti delle...

(7 Gennaio 2013)

Checchino Antonini - liberazione.it

Venti atenei sono a un passo dal default

UNIVERSITÀ Il governo battuto alla Camera sul taglio di 300 milioni al fondo annuale. Nel 2013 falliranno Foggia, Cassino, Sassari. I ricercatori vincitori di cattedra non saranno assunti Il primo ateneo che rischia il default nel 2013 è quello di Foggia. Il rapporto tra spesa per il personale e le entrate stabili supera l'89%, una quota che lo porterà al commissariamento, alla...

(22 Dicembre 2012)

Roberto Ciccarelli - Il Manifesto

La Fornero piange, Profumo si dispiace: tocca a noi non lasciarli in pace!

Venerdì 21 Dicembre 2012 10:27 Dopo più di un anno di governo “tecnico”, quasi un anno dopo il tentativo di abolire il valore legale dei titoli di studio, dopo sei mesi la cosiddetta “riforma Profumo”, ritorna alla ribalta il tema dell’università. In questo periodo pre-elettorale, ovviamente, tutti ne vogliono...

(22 Dicembre 2012)

Cau Napoli

Mosca: occupata l'Università in difesa del diritto allo studio

Quello di ieri è stato il secondo giorno di occupazione per l'Università di Economia e Commercio da parte degli studenti moscoviti per difendere il diritto allo studio, mobilitazione che ha visto attivarsi più di 500 studenti, i quali cominciano a essere esempio per gli studenti delle altre università della Russia. L’Università di Economia e Commercio (Russian...

(20 Dicembre 2012)

infoaut

Grecia: oggi sciopero della scuola e manifestazioni

Gli insegnanti delle scuole medie e superiori di tutta la Grecia si stanno astenendo oggi dal lavoro per tre ore, dalle 11:00 alle 14:00 per il turno del mattino e dalle 14:00 alle 17:00 per quello del pomeriggio, in segno di protesta per la mancanza di personale docente negli istituti. Secondo l'Olme, il sindacato degli insegnanti, nelle scuole medie e superiori del Paese mancano almeno 2.000 professori...

(5 Dicembre 2012)

Redazione Contropiano

Milano: no ai tagli, studenti interrompono inaugurazione Bicocca

La contestazione degli studenti ha interrotto l'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università Bicocca di Milano. Un consistente gruppo di studenti dei collettivi ha infatti interrotto il rettore Marcello Fontanesi durante il suo discorso, stoppando per diversi minuti le celebrazioni al grido di “Bicocca libera” e “fuori le banche dall’università”. 'Il...

(4 Dicembre 2012)

Redazione Contropiano

Le cose che una banca non può comprare

Giovedì 29 Novembre 2012 22:56 Può succedere anche questo. Che in una scuola – insegnanti, studenti e personale ATA - si aderisca ad uno sciopero, si vada al corteo cittadino, e poi, nemmeno due settimane dopo, dal portone principale della stessa scuola, un istituto tecnico-professionale, si faccia entrare “proprio quello” contro cui si è scioperato. E non solo...

(1 Dicembre 2012)

Monica Magnani - FalceMartello

Il movimento delle scuole non si ferma!

25/11 Il 24 novembre il Coordinamento delle scuole era in piazza a Roma nella grande manifestazione degli studenti e delle studentesse partita dalla Piramide, con i propri striscioni: “Gli unici professori da tagliare sono quelli al governo” e “Dignità e futuro per la scuola pubblica statale” e con gli striscioni di tante scuole di Roma che aderiscono al coordinamento. Ancora...

(26 Novembre 2012)

Coordinamento delle scuole di Roma

A Roma studenti in piazza: "Tutti insieme facciamo paura"

Il movimento torna a invadere Roma: contro i tagli alla scuola, l'austerità e il ddl ex Aprea sui privati negli organi collegiali. Mentre tutto il mondo adulto prescrive limiti e comandamenti, i ragazzi parlano, contestano, sfilano, urlano. E non vogliono limiti su dove arrivare. La loro forza ha gettato scompiglio tra i sindacati della scuola. Ministri che hanno scambiato la loro poltrona...

(24 Novembre 2012)

Roberto Ciccarelli - Il Manifesto

No alla dismissione della scuola pubblica!
No alle politiche di austerità!

Volantino per il 24 novembre Il governo Monti prosegue sulla strada della dismissione dell’istruzione pubblica e del massacro dei lavoratori segnata da Berlusconi e Gelmini, confermando l’attuazione di tutti i provvedimenti del governo precedente (responsabile di 8 miliardi di tagli in tre anni e di oltre 150mila licenziamenti) e tagliando ulteriori risorse (circa un miliardo di euro). Noi...

(24 Novembre 2012)

Sinistra Critica Organizzazione per la sinistra anticapitalista

Docenti, Ata e studenti di nuovo in piazza il 24 novembre a Roma (P.della Repubblica, ore 10)

21/11/2012 22:57 Il 14 novembre, mentre in 27 paesi europei milioni di persone manifestavano contro le politiche di austerità e i massacri sociali del liberismo, in Italia centinaia di migliaia di studenti, docenti ed Ata, lavoratori/trici del settore pubblico e privato segnavano con la loro forte presenza lo sciopero generale e i cortei che abbiamo organizzato con gli studenti in 30 città....

(23 Novembre 2012)

Piero Bernocchi portavoce nazionale COBAS

Istruzione stravolta - Scuola in rivolta

Roma, Le scuole del X Municipio scendono in piazza CORTEO VENERDÌ 23 NOVEMBRE - ORE 17 PIAZZA DI CINECITTÀ Continua l’attacco senza precedenti nei confronti della scuola pubblica statale. I tagli hanno colpito tutti i settori, dai nidi all’università. Falsi annunci, licenziamento di 30.000 precari, concorsi truffa, e ulteriore sottrazione di risorse umane e finanziarie. Negli...

(21 Novembre 2012)

Coordinamento scuole X Municipio Cinecittà Bene Comune

Londra, studenti in piazza contro i tagli

Gli studenti scendono in piazza oggi a Londra per protestare contro i tagli e gli aumenti delle tasse universitarie e del costo dello studio in generale. La giornata di mobilitazione nazionale, la prima dopo la grande manifestazione di due anni fa che si era conclusa con scontri e barricate, é stata convocata dal Sindacato nazionale degli studenti per sollecitare il governo a investire nell'istruzione...

(21 Novembre 2012)

Contropiano

Tasso occupato: no spaccature tra gli studenti

Gli studenti, uniti su tutti i fronti, si preparano al corteo del 24 novembre con iniziative, assemblee e attività per diffondere cultura e informazione. Roma, mercoledì 21 novembre 2012 03:31 Giulia, Lavinia e Ilaria: le incontro in via Alessandria, per caso, all'uscita da una pizzeria. Io ho appena finito di mangiare. Loro, invece, stanno cercando di raccogliere fondi per le iniziative...

(21 Novembre 2012)

Giorgia Pietropaoli (popoff.globalist.it)

Pillole del sapere a scuola, audizione di Profumo sullo scandalo

Le pillole amarissime che la scuola è costretta a inghiottire sono sfilate tutte insieme in un servizio su Report di domenica scorsa, facendo sobbalzare sulle sedie, studenti, docenti e dirigenti delle scuole pubbliche italiane. Adesso sono diventate un caso in parlamento. E una vera patata bollente per il governo dei tecnici. Dopo la trasmissione di Report andata in onda domenica dal titolo...

(20 Novembre 2012)

Arianna Di Genova - ilmanifesto.it

Gli studenti avanguardia delle lotte

Il conflitto studentesco e la repressione poliziesca
Analisi del dibattito nel movimento studentesco

“Siamo il cambiamento che vogliamo realizzare”: con questo slogan si potrebbe sintetizzare la vivace rottura che il movimento studentesco rappresenta oggi in Italia, un movimento che pur mancando di compattezza e omogeneità, è la punta avanzata di questo autunno di lotte. Le masse studentesche che abbiamo visto nelle piazze delle ultime settimane sono un fluido vivificante...

(20 Novembre 2012)

Adriano Lotito - coordinatore nazionale giovani di Alternativa Comunista

<<    | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | ...    >>

416166