il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Dossier > Indice dei dossier > Capitale e ambiente    (Visualizza la Mappa del sito )

TAV

TAV

(31 Gennaio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Il saccheggio del territorio)

DIRITTI DEI LAVORATORI

Capitale, ambiente e salute (dal Sudamerica)

Il saccheggio del territorio

(28 notizie dal 3 Novembre 2002 al 11 Gennaio 2014 - pagina 1 di 2)

L'Ecuador e la mano sporca di Chevron

Rafael Correa ha condiviso con un gruppo di intellettuali i dettagli del conflitto vissuto dal suo Paese con Chevron Durante la sua recente visita ufficiale in Francia, il presidente dell'Ecuador Rafael Correa ha incontrato a Parigi un gruppo di intellettuali al fine di esporre una delle principali preoccupazioni del suo Paese: il conflitto che oppone le varie comunità indigene dell'Amazzonia...

(11 Gennaio 2014)

Traduzione a cura di Mattia Laconca - Pavia

ECUADOR, CHEVRON CHIEDE ANNULLAMENTO CONDANNA PER INQUINAMENTO

Il colosso statunitense Chevron ha presentato un ricorso presso la Corte Costituzionale dell’Ecuador per ottenere l’annullamento della sua clamorosa condanna a 9,5 miliardi di dollari per aver contaminato una parte dell’Amazzonia. Perseguita da migliaia di piccoli agricoltori e indigeni, la compagnia si è sempre rifiutata di pagare l’ammenda per quello che è...

(24 Dicembre 2013)

Misna

PERÙ, MULTA A SOCIETÀ PETROLIFERA PER DANNI AMBIENTALI

Una multa di 7,2 milioni di dollari è stata inflitta alla società petrolifera argentina Pluspetrol per la contaminazione provocata da uno sversamento di greggio nella regione nord-orientale di Loreto, nell’Amazzonia peruviana, dove l’azienda produce 15.000 barili al giorno grazie al giacimento più grande del paese. In un comunicato, l’Agenzia per il controllo...

(28 Novembre 2013)

Misna

ECUADOR, VIA LIBERA DEL CONGRESSO A SFRUTTAMENTO PETROLIFERO NEL PARCO YASUNÍ

Su richiesta del presidente Rafael Correa e malgrado la ferma opposizione di organizzazioni indigene e ambientalisti, il Congresso ecuadoriano ha formalmente autorizzato lo sfruttamento dei giacimenti petroliferi all’interno del ‘Parque Nacional Yasuní’, una zona dell’Amazzonia, al confine col Perù, ricca di idrocarburi. L’assemblea, in cui il governo...

(4 Ottobre 2013)

Misna

AMAZZONIA: AUMENTANO CONTROLLI ANTI-DISBOSCAMENTO

Brasilia ha annunciato l’aumento della presenza di investigatori e pubblici ministeri in Amazzonia nel tentativo di contenere un potenziale aumento della deforestazione illegale. Intervenendo a un seminario sul ‘polmone’ del pianeta, il ministro dell’Ambiente Izabella Teixeira ha spiegato che il rafforzamento delle misure è dovuto al cambio di ‘modus operandi’...

(19 Agosto 2013)

Misna

COLOMBIA. ORO, PIEDRAS DICE “NO” AL PROGETTO MINERARIO

Con un’inedita consultazione a cui hanno partecipato esattamente 3007 persone, gli abitanti di un piccolo centro dell’ovest della Colombia hanno detto “no” a un mega-progetto minerario che un consorzio guidato dalla sudafricana AngloGold Ashanti intende realizzare all’interno del loro territorio. Le autorità elettorali colombiane hanno riferito che al referendum...

(30 Luglio 2013)

Misna

Ecuador: I discendenti del giaguaro, come cacciare una multinazionale

Un documentario degli indigeni sarayaku racconta la resistenza all’estrazione petrolifera

L’attivista Eriberto Gualinga ha filmato la lotta vittoriosa della sua comunità 12 giugno 2013 Cacciare una multinazionale dal proprio territorio è possibile, così come denunciarla di fronte alla Commissione Interamericana per i Diritti Umani e veder riconosciuti i propri diritti: ce lo insegnano gli indigeni sayaraku, un popolo composto da non più di mille abitanti...

(13 Giugno 2013)

David Lifodi - PeaceLink

Centinaia di indigeni occupano il cantiere della diga di Belo Monte

Centinaia di indigeni brasiliani sono insorti venerdì contro la costruzione dell’enorme progetto idroelettrico di Belo Monte, località situata nello stato del Parà, nel nord del paese. Se il progetto venisse ultimato, si tratterebbe della terza diga idroelettrica del mondo per ampiezza, un danno irreparabile per l’ecosistema della zona dal momento che il progetto...

(5 Maggio 2013)

Infoaut

La protesta degli indios irrompe al Parlamento di Brasilia

Giovedì 18 Aprile 2013 10:26 Il 16 aprile centinaia di indios brasiliani hanno fatto irruzione nel Congresso della capitale occupando per ore la Camera dei deputati per protestare contro un progetto di legge che modificherebbe le disposizioni sulle delimitazioni e lo sfruttamento delle riserve indigene presenti sul territorio. Gli indios sono riusciti a forzare le barriere poste a protezione...

(18 Aprile 2013)

Infoaut

Perù: riparte protesta contro multinazionale mineraria

Centinaia di persone sono tornate a manifestare oggi per l'ennesima volta contro il progetto minerario Conga – il più grande progetto di questo tipo della storia del Perù – del gruppo statunitense Newmont. I manifestanti hanno occupato uno dei siti della concessione mineraria nella regione settentrionale di Cajamarca. Secondo la compagnia Yanacocha, filiale della Newmont,...

(12 Aprile 2013)

Redazione Contropiano

El Salvador: l’impunità delle imprese minerarie canadesi

Pacific Rim e Commerce Group si sono rivolte al Ciadi, il tribunale della Banca Mondiale

Il presidente Funes si è limitato a sospendere l’estrazione mineraria 19 ottobre 2012 Le imprese minerarie canadesi attentano alla sovranità territoriale di El Salvador, un paese già messo in ginocchio dal trattato di libero commercio imposto anni fa dagli Stati Uniti durante i governi di Arena (Alianza Repubblicana Nazionalista), la formazione politica di estrema destra...

(20 Ottobre 2012)

David Lifodi - PeaceLink

AMAZZONIA: TORNA A CRESCERE IL DISBOSCAMENTO

La deforestazione nell’Amazzonia brasiliana ha raggiunto i 522,3 km quadrati ad agosto, oltre il doppio di quanto registrato a luglio, secondo dati pubblicati dall’Istituto nazionale di ricerche spaziali (Inpe) che amministra le informazioni fornite dalla vigilanza satellitare. Come accade da tempo, in cima alla lista nera del disboscamento figurano gli Stati del Pará (nord) e del...

(25 Settembre 2012)

Misna

BRASILE. CHEVRON E TRANSOCEAN: 30 GIORNI PER SOSPENDERE ATTIVITÀ

Trenta giorni di tempo per sospendere tutte le attività di estrazione e trasporto di petrolio in Brasile: è l’ultimatum rivolto dal Tribunale regionale federale dello Stato di Rio de Janeiro ai colossi Chevron e Transocean in seguito allo sversamento di greggio avvenuto nel novembre scorso in un giacimento in acque profonde al largo delle coste regionali. Se le due aziende non...

(2 Agosto 2012)

Misna

La mega-diga del quimbo in colombia: devastazione made in italy

Il fiume Magdalena non è l’arteria idrica più lunga della Colombia, ma per le sue rilevanza strategica e portata è sicuramente il più importante. Lungo i suoi 1500 chilometri , di cui quasi due terzi sono navigabili, vivono decine di migliaia di famiglie la cui sussistenza economica dipende, direttamente o indirettamente, da questo gigante blu. Tra le 18 regioni...

(1 Maggio 2012)

Associazione nazionale Nuova Colombia

Capitalismo a cielo aperto

da www.rebelion.org/noticia.php?id=146529&titular=capitalismo-a-cielo-abierto- Gustavo Duch Guillot * - La Jornada 18/03/2012 Si sentono i primi ruggiti. Gli uccelli partono in voli urgenti senza una rotta preordinata. I mammiferi corrono in cerchio fortemente disorientati. Le talpe e le arvicole si interrano più profondamente possibile, e si portano le mani a certi occhi pieni di...

(22 Marzo 2012)

Traduzione dallo spagnolo per www.resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Colombia, in lotta contro Enel

Nel dipartimento dell’Huila – cuore delle Ande, lungo le valli dei fiumi Magdalena e Paez – da tempo si sta vivendo l’ennesimo dramma umano, sociale e ambientale, provocato dall’ennesimo sopruso delle multinazionali energetiche. Questa volta al centro di tutto c’è Emgesa-Impregilo, una compartecipata Enel, che ha ottenuto dal governo colombiano di poter costruire...

(25 Febbraio 2012)

Stella Spinelli, PeaceReporter

Colombia : 14/02 l’enel prepara il massacro

Da un lato ci sono centinaia di persone, pescatori, costruttori, braccianti, contadini e mezzadri, accampati lungo il fiume. Dall’altro buldozer, scavatrici, luci che illuminano a giorno il cantiere degli italiani e degli spagnoli. In mezzo esercito e ESMAD, i tristemente famosi squadroni antisommossa colombiani che dalla loro creazione ad oggi, hanno ucciso decine di presone reprimendo il...

(12 Febbraio 2012)

COBAS LAVORO PRIVATO

La Chevron ammette l’errore?

C’é qualcosa d’insolito. La Chevron, seconda compagnia petrolifera del mondo, nota per i suoi metodi autoritari, offre pubbliche scuse e si addossa tutta la responsabilità (e i costi) del recente sversamento di greggio al largo della costa brasiliana. Il gigante petrolifero aveva tentato per qualche giorno di minimizzare l’accaduto e di ridimensionare le sue responsabilità,...

(6 Dicembre 2011)

Sara Seganti - Altrenotizie

Brasile, giudice sospende costruzione diga in Amazzonia

Carlos Castro Martins ha detto a no a qualsiasi intervento che possa interferire col corso naturale del fiume Xingu Un giudice brasiliano ha sospeso la costruzione della diga di Belo Monte, in Amazzonia. La sentenza arriva dopo che gruppi ambientalisti e associazioni di pescatori si erano rivolti al tribunale per fermare una serie di piani di costruzione lungo il fiume Xingu. A festeggiare sono soprattutto...

(29 Settembre 2011)

it.peacereporter.net

Che fa l'Enel in Patagonia?

Che farà l'Enel? Andrà avanti con le grandi dighe che stanno provocando proteste e opposizioni in Patagonia? Riassumiamo la notizia. La Commissione ambientale della regione dell'Aysen (Cile meridionale) ha approvato a maggioranza schiacciante (11 voti contro uno) il progetto per la costruzione di cinque mega dighe sui fiumi Pascua e Baker, nella Patagonia cilena. Se e quando realizzati,...

(12 Maggio 2011)

Paola Desai - Il Manifesto

<<   | 1 | 2 |    >>

294548