il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Ultime notizie    (Visualizza la Mappa del sito )

No nightmare

No nightmare

(18 Settembre 2013) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Imperialismo e guerra)

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Ultime notizie

Imperialismo e guerra

Ultime notizie (dal 21 Gennaio 2020 a oggi )

Piano USA-Israele: è aggressione contro la Palestina. E il governo italiano latita

La colonizzazione continua e molta parte della politica e dei media internazionali tendono a marginarizzare la tragedia di un popolo.

il tentativo ipocrita operato dalla presidenza statunitense di accreditare un piano volto a una soluzione reciprocamente vantaggiosa, quando invece si tratta della legalizzazione dell’occupazione e dell’espansionismo di Israele. Quella che segue è la dichiarazione di Francesco Valerio della Croce, segreteria nazionale Pci e responsabile Esteri: “Il piano del secolo”,...

(20 Febbraio 2020)

Trasmesso da Maurizio Aversa

L’Italia non è tra i paesi europei che difendono i palestinesi dal piano Trump

Il Ministro Di Maio silente sul piano Trump. E si sa, chi tace acconsente. Infatti nonostante le roboanti dichiarazioni di qualche anno fa, quando dichiarava che avrebbe riconosciuto lo Stato palestinese, ora che Di Maio è ministro degli esteri fa l’esatto contrario. Qualche giorno fa aveva fatto un comunicato in cui definiva la truffa del piano Trump come uno “sforzo per la pace”,...

(18 Febbraio 2020)

Maurizio Acerbo, Segretario nazionale Marco Consolo, Responsabile esteri Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

Roma. Il PCI propone la costituzione di un Coordinamento di forze politiche e sociali, di associazioni e cittadini, a sostegno della Siria

“Appello per aiutare insieme gli uomini e le donne siriane” con la costituzione di un “Comitato per la solidarietà con la Siria” e per una informazione non drogata contro la guerra.

Da quasi dieci anni la Siria è teatro di una guerra devastante che ha causato cinquecentomila morti e milioni di sfollati, all'interno del paese e all'estero. Scopo della guerra era ed è è la sconfitta militare del governo siriano presieduto da Bashar Assad. Meno chiaro è chi, da anni, stia conducendo la guerra e cosa si proponga di sostituire all’ attuale assetto...

(19 Febbraio 2020)

Trasmesso da Maurizio Aversa

LA CINA SOTTO ATTACCO

1. UN VIRUS AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO 2. COMPAGNI ANARCHICI CINESI AI QUALI FRATERNAMENTE, DA MARXISTI, TENDIAMO LA MANO 3. ANCORA SUL FOCOLAIO VIRALE CONTRORIVOLUZIONARIO DI HONG KONG 1. UN VIRUS AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO Alla fine di questa serie di interventi ripubblichiamo lo scritto del “Che Fare” (n. 61 giugno-luglio 2003) dove dicevamo la nostra sulla Sars, infezione...

(15 Febbraio 2020)

Nucleo Comunista Internazionalista

L’imperialismo liberal e l’imperialismo reazionario, diversi ma alleati nella NATO

Da lecorvettedellelba.blogspot.it Il 25 gennaio 2020 avevo un cartello ad una manifestazione romana in occasione della “ Giornata globale contro la guerra in Iran e Medio Oriente “ indetta da associazioni pacifiste statunitensi. Vi avevo scritto: “ No alla NATO, alleanza fra l’imperialismo liberal e l’imperialismo reazionario ” poi, molto piccolo, accanto a l'imperialismo...

(8 Febbraio 2020)

Marco Palombo

L’INDUSTRIA DELLA DIFESA E SICUREZZA ITALIANA: dal governo politico al governo della fabbrica

Leonardo sigla un accordo con sei università per lo sviluppo di competenze e tecnologie legate all'intelligenza artificiale applicata ai droni Il giorno dopo la presentazione del Piano Industriale 2018-2022 di Leonardo (ex Finmeccanica) Alessandro Profumo, nuovo Amministratore Delegato dell’azienda attiva nei settori dell'Aerospazio, Difesa e Sicurezza (AD&S), sottolineava le difficoltà...

(28 Gennaio 2020)

Rossana de Simone

L’indeterminatezza dell’industria militare italiana fra politica estera e di difesa

Articolo diviso in due parti: L’indeterminatezza dell’industria militare italiana fra politica estera e di difesa e L’INDUSTRIA DELLA DIFESA E SICUREZZA ITALIANA: dal governo politico al governo della fabbrica Il giorno dopo la presentazione del Piano Industriale 2018-2022 di Leonardo (ex Finmeccanica) Alessandro Profumo, nuovo Amministratore Delegato dell’azienda attiva...

(28 Gennaio 2020)

Rossana de Simone

Fermiamo la guerra. Fuori l'Italia dalla NATO!

Sabato 25 gennaio scendiamo in piazza a Roma

ll coordinamento romano delle sinistre di opposizione invita tutti e tutte a scendere in piazza dell'Esquilino sabato 25 gennaio dalle ore 17, insieme ai tanti e alle tante militanti pacifisti che si mobiliteranno in tutto il mondo a seguito dell'appello dell'associazionismo pacifista statunitense, per manifestare contro l'escalation di guerra in Medio Oriente determinatasi con l'attacco criminale...

(23 Gennaio 2020)

SCONTRO A TUTTO CAMPO IN MEDIO ORIENTE

Editoriale del n. 85 di Alternativa di Classe L'attacco militare, da parte del colosso americano, all'Iran, che ha diffuso a livello di massa i timori di un imminente conflitto generalizzato, va, come ogni evento in campo internazionale, adeguatamente contestualizzato sul piano politico, del quale quello militare è solo la “continuazione con altri mezzi”. E ciò che caratterizza...

(22 Gennaio 2020)

Alternativa di Classe

IL SEGNO E LA FORZA

Il raid statunitense con cui il 3 gennaio è stato ucciso il generale iraniano Qassem Soleimani costituisce un atto politico rilevante nel quadrante mediorientale del confronto imperialistico. Perché possa essere correttamente interpretato è condizione imprescindibile che non venga racchiuso in una dimensione bilaterale Stati Uniti-Iran. Non che sia irrilevante la scelta da parte...

(21 Gennaio 2020)

Prospettiva Marxista

Egitto, salvare Zaky dalla repressione di Sisi

Qual è la colpa di Patrick George Zaky, ventisettenne egiziano, attivista e ricercatore all’Università di Bologna? Per il regime del presidente-torturatore Al Sisi lui è: un diffusore di notizie false, un istigatore di proteste di piazza, un attentatore del sistema politico e della sicurezza nazionale egiziani. In una parola un terrorista. Per questo quando la scorsa settimana,...

(10 Febbraio 2020)

Enrico Campofreda

L’Egitto torturatore e l'anniversario di Tahrir

Mentre il parterre internazionale con Putin, Erdogan, Macron, Merkel, sino al premier italiano Conte, era nei giorni scorsi in fibrillazione sulla questione libica e conduceva trattative coinvolgendo il carceriere dell’altra sponda mediterranea il presidente-golpista Al Sisi, in Egitto il 2019 s’era chiuso con la notizia della prima donna morta in prigione. Decesso avvenuto prima di Natale...

(24 Gennaio 2020)

Enrico Campofreda

LIBIA, "NOSTRO (EX) GIARDINO DI CASA": BASTA CONTORSIONISMI!

O PER GLI INTERESSI DELLA NAZIONE (PIU' O MENO "TRADITI DALLA BORGHESIA") O PER GLI INTERESSI DELLA CLASSE

A piena voce lo diciamo nella cornetta acustica di chi sembra non sentire e capire, in realtà finge di non sentire e capire. Di chi pur denunciando il carattere brigantesco della contesa attorno alla Libia (e ci vuole poco di fronte alla sfacciata evidenza della lotta fra avvoltoi borghesi per la spartizione della torta libica) e chiamando alla sacrosanta mobilitazione contro gli impegni politici...

(24 Gennaio 2020)

NUCLEO COMUNISTA INTERNAZIONALISTA

ALTRE NOTIZIE

L’India di Modi non tira più

Nella grande nazione indiana le turbolenze di piazza degli ultimi mesi non hanno riguardato solo l’autonomia del Kashmir, che secondo i locali è stata azzerata dallo scorso agosto con l’abrogazione dell’articolo 370 della Costituzione imposta dal premer Modi. Né le proteste contro la successiva norma sull’accoglienza di minoranze etnico-religiose dai Paesi confinanti,...

(5 Febbraio 2020)

Enrico Campofreda

Marino. Incredibili e provocatorie lezioni da un sionista camuffato da circolo di Italia Nostra!

In modo sorprendente ed inaudito, qualche personaggio locale ha attaccato, dalla pagina ufficiale FB del comune di Marino, BiblioPop. Qui una dura e chiara risposta.

Durante una riunione congiunta degli organismi che gestiscono BiblioPop al fine della prossima programmazione, come si fa di solito, una provocazione. Infatti, incidentalmente siamo stati informati di una cosa inaudita che abbiamo verificato, e letto con i nostri occhi. Ovvero un inusitato attacco a BiblioPop da parte di un personaggio che si firma come Italia Nostra Marino. Per questo, sedutastante...

(1 Febbraio 2020)

Trasmesso da Maurizio Aversa

1067310