il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Hiroshima

Hiroshima

(7 Agosto 2010) Enzo Apicella
65 ° anniversario dell'eccidio atomico di Hiroshima

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

La repressione spagnola si abbatte sulla sinistra indipendentista basca

Domani manifestazione a Bilbao

(1 Dicembre 2007)

Le forze di sicurezza spagnole da ieri mattina hanno iniziato a mettere in atto una vasta retata in tutti i territori baschi contro la sinistra indipendentista. L'operazione dovrebbe portare - in base a quanto richiesto dal Tribunale Speciale antiterrorismo - all'arresto di ben 46 dirigenti di diverse organizzazioni basche - dal partito Batasuna alle organizzazioni giovanili, dalla Fondazione dei Movimenti Sociali Zumalabe al collettivo internazionalista Xaki, da organizzazioni ambientaliste come Eguzki al collettivo per la liberazione dei prigionieri politici Askatasuna - imputati nel maxiprocesso 18/98 la cui sentenza era attesa per la fine del mese. Le forze di occupazione spagnole hanno giustificato la retata con la volontà di impedire la fuga degli imputati nel momento in cui verrà resa pubblica la sentenza di condanna. Gli imputati, tutti dirigenti e militanti di organizzazioni politiche e associative legali e che hanno sempre operato alla luce del sole, vengono accusati di appartenenza all'organizzazione clandestina armata ETA.

Mentre procedevano gli arresti, sono cominciate a filtrare le prime indiscrezioni sulla emessa nell'ambito del maxiprocesso denominato 18/98 contro una cinquantina di dirigenti della sinistra indipendentista basca: la pena decisa dai giudici spagnoli ammonta complessivamente all'esorbitante totale di 527 anni e sei mesi di prigione. Il Tribunale Speciale di Madrid, agli ordini di Baltazar Garzon, avrebbe condannato 14 degli accusati per un delitto di integrazione in organizzazione terroristica in qualità di dirigenti, con pene oscillanti tra i 12 e i 18 anni di reclusione.

Altri 17 processati sono stati condannati per appartenenza a banda armata a pene che vanno dagli 11 ai 18 anni.

13 accusati sono stati considerati dal tribunale come collaboratori esterni dell'ETA, e condannati a pene tra i 9 e i 13 anni di prigione.

Altri due processati sono stati condannati a 4 anni di galera per un delitto di tipo economico con l'aggravante delle finalità di terrorismo.

15 dei 46 condannati arrestati ieri sono stati condotti in carcere nella prigione di Soto del Real, nelle vicinanze di Madrid.

Ecco l'elenco dei condannati con le relative pene:
- Txente Askasibar: 13 anni
- Segundo Ibarra: 13 anni
- Carlos Trenor: 17 anni
- Joxean Etxeberria: 17 anni e 6 mesi
- Manu Intxauspe: 13 anni.
- Rubén Nieto: 14 anni.
- Juan Mari Mendizabal: 13 anni
- Olatz Egiguren: 13 anni
- Mikel Gotzon Egibar: 13 anni
- Joxe Mari Olarra: 13 anni
- Elena Beloki: 13 anni
- Xabier María Salutregi: 12 anni
- Txema Matanzas: 14 anni
- Xabier Alegría: 18 anni
- Xabier Arregi: 11 anni
- Iker Casanova: 11 anni
- Imanol Iparragirre: 11 anni
- Paul Asensio: 11 anni
- Francisco Gundín: 11 anni
- Natale Landa: 11 anni
- Ana Lizarralde: 11 anni
- Javier Balanzategi: 11 anni
- Juan Pablo Diéguez: 11 anni
- José Antonio Díaz Urrutia: 11 anni
- José Luis García Mijangos: 11 anni
- Inmaculada Berriozabal: 12 anni
- Iker Beristain: 12 anni
- Iñigo Elkoro: 18 anni
- Nekane Txapartegi: 11 anni
- Miriam Campos: 11 anni
- Mikel Gotzon Korta: 11 anni
- Teresa Toda: 10 anni
- Pablo Gorostiaga: 13 anni
- Jesús Marí Zalakain: 9 anni
- Isidro Murga: 10 anni
- Patxi Murga: 10 anni
- Fernando Olalde: 10 anni
- Iñaki O'Shea: 10 anni
- Sabino Ormazabal: 9 anni
- Mario Zubiaga: 9 anni
- Alberto Frías: 9 anni
- Mikel Aznar: 9 anni
- Olatz Altuna: 9 anni
- Mikel Zuluaga: 9 anni

Manifestazioni contro la repressione

Già nella serata di ieri diverse centinaia di attivisti e simpatizzanti della sinistra indipendentista basca hanno manifestato spontaneamente nelle vie di Bilbao e Donostia, mentre per domani gli arrestati hanno chiesto di realizzare una manifestazione nazionale a Bilbao, che partirà alle 12 da una piazza nel centro della maggiore città basca. Alla manifestazione saranno presenti anche i giornalisti e i lavoratori del quotidiano Gara in solidarietà col collega Sabino Ormazabal che ieri è stato prelevato dalla Polizia Nazionale Spagnola proprio all'interno della sede del giornale vicino alla sinistra indipendentista.

Marco Santopadre - Radio Città Aperta

8271