il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Addio compagne

Addio compagne

(23 Febbraio 2010) Enzo Apicella
Il logo della campagna di tesseramento del prc 2010 è una scarpa col tacco a spillo

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

Welfare. Cossiga "Sublime come prodi prende per c... il Prc"

(2 Dicembre 2007)

Egregi signori,
(perchè non me la sento più di pensare a voi come a "compagni") col voto sul welfare avete definitivamente affossato quel minimo di credibilità che ancora il PRC aveva tra i suoi elettori e militanti.

Ieri sera, e ancora di più stamattina, (ascoltando i commenti, < BR> leggendo i lanci ANSA - un esempio lo avete sopra - leggendo i titoli dei giornali) mi sono sentito preso in giro da voi, tutti, indistintamente, anche da coloro che la scorsa domenica erano a Firenze alla riunione degli autoconvocati del partito.

Signor Giordano, signori che al congresso di Venezia avete votato la linea imposta dal Signor Bertinotti senza minimamente ascoltare la minoranza del partito ( + del 40%) cosa ne pensate del vs. capolavoro politico? Avete sbagliato tutto, la vostra analisi (sposteremo a sinistra il centro-sinistra) si è rivelata errata e la nostra analisi invece, che raccontava di un governo appiattito a destra, inamovibile perchè di destra, in mano ai poteri forti, che avrebbe distrutto i l nostro partito, si è rivelata purtroppo giusta. La vostra permanenza nel governo e nella maggioranza vi, ci, ha sconquassato; il nostro partito praticamente non esiste più e voi siete li a ricoprire un mandato che molti di noi non vi riconoscono più: io non vi ho votato per fare lo scempio che avete fatto ma per un ben altro orizzonte, che, si badi bene, non era un altro mondo possibile ma solo un mondo dove gli ultimi avessero qualche speranza in più, un mondo dove i precari potessero diventare garantiti, un mondo dove le risorse sarebbero state utilizzate per scopi non dico alti ma quanto meno diversi dalla guerra; poco altro, come da programmino del centro sinistra che le componenti di centro e di destra h anno subito stracciato. Solo voi, più realisti del re, avete continuato a fare proclami, a richiedere il rispetto del programma e a votare SI, sempre, anche di fronte ai più profondi tradimenti di quelle pagine.

Dini, Mastella e i loro pochissimi deputati e senatori hanno fatto quello che hanno voluto, hanno stracciato il programma minacciando crisi politiche e nessuno che si sia scandalizzato, nessuno che abbia detto " ecco chi sono gli inaffidabili, altro che il PRC"; loro hanno portato a casa tutto e voi vi siete fatti prendere a schiaffi tutti i santi giorni; avete persino espulso Turigliatto, lo avete sacrificato sull'altare della destra, sapendo che non era colpa sua se c'era stata la c risi( crisi voluta da D'Alema e Andreotti su un ordine del giorno, cosa che non s'era mai vista, evocata proprio da D'alema il giorno prima).

Il vostro compito era quello di fare rispettare quelle poche cose scritte sul programma e dove questo non fosse avvenuto, il vostro compito successivo, il vostro dovere, era quello di andarvene da questa maggioranza.Quando a Prodi fu chiesto cosa se ne faceva dei comunisti nella maggioranza lui rispose che i comunisti erano solo folklore. Io già li me ne sarei andato Invece voi siete rimasti e vi siete fatti usare, altro che folkloristici; sprovveduti anzi peggio complici, si complici. Quando io dico che voi avevate un compito ben preciso non parlo di ideali, cari signori, pe rchè se dovessi parlare di ideali avrei da dirvene, di cose...

Io parlo di cose concrete, quotidiane: i salari che non bastano più; i pensionati sempre più poveri; i precari sempre più precari, la schiavitù di centinaia di migliaia di persone, in Italia; la scuola pubblica sempre più depredata per dare i soldi alla scuola privata, le infrastrutture che assorbono una fetta enorme delle risorse statali.

Persino il Governatore della Banca d'Italia ha detto che le nostre paghe sono tra le più basse d'Europa e voi cosa fate? fate passare una finanziaria cialtrona e un protocollo welfare da rapina? Lo sapete cosa vuol dire "welfare". Dato che sono insegnante di inglese ve lo spiego: Welfare significa "BENESSERE", BENESSE RE, avete capito??????? Invece in questo nostro stato, per i lavoratori non c'è benessere e ce ne sarà ancora meno da domani, grazie al voto dei deputati e senatori eletti dal PRC, non dico comunisti perchè non voglio insultare i comunisti. Mio Dio, mi ritornano ancora in mente gli spergiuri di tanti di voi: "Mai più un pacchetto Treu! Vero, avete fatto molto peggio. Grazie, signori. Montezemolo e camerati vi sono debitori.

Vi siete fatti prendere per il culo, come dice Cossiga, e lo avete fatto consapevoli di ciò che avveniva. Questa mia affermazione mi viene dal fatto che se pensassi di avere mandato al Parlamento degli sprovveduti, se io pensassi che siete degli incapaci, dovrei prima di tutto guardar mi allo specchio e sputarmi in faccia. Ma dato che io penso che voi abbiate il ben dell'intelletto e che alcuni di voi siano anche molto preparati, allora penso di conseguenza che il vostro comportamento sia stato fin qui dettato da chissà quali fini politici.

Ebbene, dato che io e tutti i miei compagni, tra i quali non vi annovero più, vi hanno mandato lì non per giocare, ma per difendere le classi deboli della nostra nazione, ( lasciamo da parte, pietosamente, il fare sentire la voce dei comunisti) allora io vi chiedo di dare le dimissioni. Non siete più graditi, non ci rappresentate più. E non serve strillare che questa sarà l'ultima occasione, perchè lo sapete bene che non sarà così, che, come sta scritto in qualche >& gt;lancio ANSA, fra poco ci sarà il rifinanziamento alle missioni militari e voi, grande popolo di pacifisti, lo voterete nuovamente.

Io entrai nel PRC nel 1998, quando il partito uscì dal governo. Mi ricordo ancora di voi che urlavate "Vergogna!!" ai transfughi del PDCI nelle piazze e nelle nostre assise. Che facevate della facile ironia su Rizzo e correi perchè sbraitavano e votavano poi tutte le immondizie possibili. Dicevate che il loro comportamento era indegno di una forza comunista. "Mai più con chi fa la guerra" ! "La scelta tra la guerra e la pace è il primo discrimine tra noi e tutti gli altri" e via magnificando le scelte del nostro partito.

Dov'è ora tutta quella sicumera? Niente più ironia su chi fa la guer ra e chi non la fa? "Not in my name", dicevate con noi nelle piazze; "no alla guerra senza se e senza ma" era il nostro slogan, che è rimasto nostro, dei comunisti, ma non più vostro Ebbene signori ora sono i nostri avversari politici che fanno dell'ironia su di voi. Cossiga si permette di dire, apertamente, che si diverte a vedere come Prodi vi stia prendendo in giro; e Dini va dicendo che la sinistra è stata sonoramente sconfitta.

Siamo lo zimbello di tutti i giornali e telegiornali. Stamane a scuola sono stato affrontato da un collega fascista che mi ha riso in faccia, che mi ha chiesto dove sta la sinistra, che mi ha domandato se questo è cio che sono capaci di fare i comunisti, che mi ha detto di dirvi >&g t; grazie perchè più voi starete con Prodi, più loro guadagneranno voti.

Dato che questo mio collega è di Roma mi ha anche raccontato, sbeffeggiandomi, di come le borgate romane, negli ultimi mesi siano diventate terreno di conquista dei gruppi fascisti, grazie anche ai vostri comportamenti. Ops, ma voi non state votando tutta la merda possibile per evitare il ritorno di Berlusconi? Vedrete, signori, che fatta la legge elettorale, (senza di voi ma con Berlusconi) e andati alle urne, questa parvenza di governo sarà spazzata via da un voto di destra come mai si era visto e Berlusconi tornerà, "più bello e più forte che pria".E noi saremo scomparsi, nemmeno più come testimonianza.

Anzi, Berlusconi è già qui, non se n'è mai andato, perchè con questa scusa Prodi vi ha fatto votare leggi che Berlusconi manco si sarebbe sognato.

Avrei tante altre cose da dirvi, ma sono stanco e troppo amareggiato per continuare. Spero di riuscire ad arrivare al congresso, solo per dirvi "Dimettetevi". Signor Giordano, chi l'ha eletta segretario di quello che era il mio partito, di cui andavo orgoglioso, per il quale ho speso energie? C'è stato forse un congresso, o piuttosto, da lobby politica quale siete, ve la siete giocata tra lei, Migliore, Gianni, Bertinotti etc, fregandovene dei militanti e degli elettori ? La seconda..., vero? Anche in questo assomigliate a Berlusconi: più sbagliate e più raccontate che avete ragione , più perdete e più vi raccontate che avete vinto; dite una cosa ( non voteremo mai un siffatto protocollo) e subito dopo la smentite con fatti e parole.

Avete giustificato la vostra permanenza al governo nascondendovi dietro la foglia di fico di contentini, che anche il cavaliere avrebbe concesso; anzi avrebbe concesso di più, perchè lui è un mercante e sa come prendere in giro la gente. Voi non siete neanche in grado di fare questo. Ora, provate a giustificarvi con coloro che subiranno il lavoro a chiamata, con tutti gli operai che lavorano alla catena e che andranno in pensione giusto il tempo di morire, con tutti coloro che vedranno la loro già magra pensione assottigliarsi ancora di pi ù.

Uscite, signori, dalle aule del parlamento, dal tempio della politica politicante e tornate davanti alle fabbriche, davanti ai posti di lavoro in generale e provate a giustificare il vostro voto a coloro che lavoreranno 3, 4, 5 anni di più per prendere meno.

Andateci, se credete di avere votato per il loro benessere, altrimenti dimettetevi, perchè avete la coscienza sporca

Roberto Fogagnoli, militante, iscritto nel 1998 al Partito della Rofondazione Comunista ora chiamato Partito....?

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Dove va Rifondazione Comunista?»

Ultime notizie dell'autore «Roberto Fogagnoli»

9592