il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Che Guevara

Che Guevara

(10 Ottobre 2008) Enzo Apicella
41 anni fa veniva assassinato dagli sgherri dell'imperialismo Ernesto Che Guevara

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Memoria e progetto)

Dopo la sconfitta su pensioni e welfare, quali prospettive politiche per il movimento dei lavoratori?

Assemblea domenica 9 dicembre a Padova

(5 Dicembre 2007)

L'approvazione del cosiddetto "decreto sul welfare" richiesta dal governo Prodi con voto di fiducia il 27 novembre scorso, rappresenta un vero e proprio capolinea per l'avventura della cosiddetta "sinistra radicale".

Lo scalone Maroni non è stato abolito, ma solo trasformato in 4 "scalini" il cui risultato finale è addirittura peggiorativo.
La deroga per i lavori usuranti (che dovrebbero accedere anticipatamente alla pensione) risulta essere praticamente inapplicabile.
La legge 30 è stata assunta in toto dal governo di centrosinistra che si è rifiutato di abolire anche solo le forme di precariato estremo, come il Job on Call.

Confindustria ha vinto.
E' stato invece sconfitto chi ha sostenuto che potesse essere possibile uno "spostamento a sinistra" di un governo voluto e sostenuto dagli industriali e dai banchieri.
Chi pensava che il bipolarismo e il sistema delle coalizioni interclassiste non potesse essere messo in discussione e oggi si trova a fare i conti con il suo "superamento a destra".
Chi ha chiamato al voto agitando lo spauracchio di Berlusconi e oggi si trova ad assistere agli "amichevoli colloqui" dello stesso Berlusconi con il segretario del nuovo Partito Democratico.

Chi ancora oggi, mentre i lavoratori e le lavoratrici sono sempre più sfruttati, sempre più impoveriti, sempre più precari e privi di diritti, non crede sia suo dovere rovesciare subito questo governo, ma solo chiedere "una verifica", a gennaio, dopo l'approvazione della legge finanziaria

Gli effetti di questa politica sono devastanti.
La cosiddetta "sinistra radicale" si è infilata in un vicolo cieco senza uscita. E' necessario porsi immediatamente l'obiettivo della costruzione di una proposta politica generale per il partito dei comunisti. Un partito "nuovo", che ostacoli il regime bipolare e la logica dell'aternanza, che sia di alternativa a questo sistema di sfruttamento, che sia riconosciuto come proprio dalla classe lavoratrice, che sia adeguato al livello di internazionalizzazione del capitalismo.

Per questo diamo continuità all'iniziativa dello scorso 28 ottobre convocando una seconda assemblea del Coordinamento per l'Unità dei Comunisti per il prossimo 9 dicembre.

All'ordine del giorno:
- le prospettive politiche del movimento dei lavoratori dopo la sconfitta su pensioni e welfare;
- illustrazione e discussione delle tesi per la costruzione del coordinamento per l'unità dei comunisti;
- partecipazione del coordinamento alla manifestazione nazionale del 15 dicembre contro la nuova base Usa a Vicenza.

Padova, 2 dicembre 2007

sala via guizza 43

Domenica 9 dicembre, ore 15 sala di via Guizza 43

DOPO LA SCONFITTA SU PENSIONI E WELFARE,
QUALI PROSPETTIVE POLITICHE PER IL MOVIMENTO DEI LAVORATORI?
Assemblea - dibattito

Coordinamento per l'Unità dei Comunisti - Padova

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Alternanza o alternativa?»

Ultime notizie dell'autore «Movimento per la Costituente Comunista (Coordinamento per l'Unità dei Comunisti) - Padova»

7454