il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

F35

F35

(7 Gennaio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(No basi, no guerre)

Basta spese militari. Piu’ soldi in busta paga e spese sociali

(15 Dicembre 2007)

La base Dal Molin non è un’opera di difesa ma è un investimento necessario per la guerra OFFENSIVA che gli Usa chiamano preventiva.

Questa base è collegata a colossali investimenti in aerei, navi e relativi armamenti tecnologici. Con questi armamenti non si fanno né interventi di pace, né umanitari, né "contro il terrorismo".

I costi del RIARMO sono enormi e nel bilancio dello stato se crescono le spese militari calano inevitabilmente le spese sociali ed i salari.

NO ALLA BASE DAL MOLIN

C’è una grande differenza tra tutti noi che qui oggi manifestiamo contro la base Dal Molin e tutti i nostri parlamentari che invece l’hanno votata rispondendo o soccombendo alle lobbys internazionali degli armamenti e del petrolio. Noi lottiamo perchè in questo territorio vogliamo viverci in pace. In questo senso rappresentiamo il desiderio di tutti i popoli offesi dalle guerre, anche di quelle fatte in nostro nome.

NON LASCIAMOCI INTIMORIRE DA CHI CHIAMA IL NOSTRO CONFLITTO DISORDINE E LE LORO GUERRE ORDINE!

Difendiamo i conflitti di tutti i territori offesi dalla cultura di guerra , dalle grandi opere, dall’inquinamento.
Ripaghiamo la SOLIDARIETA’ che oggi ci è offerta con un IMPEGNO a NON MOLLARE MAI!, oggi a Vicenza , domani... in Val di Susa...

MANIFESTIAMO OGGI DA COMUNISTI

Per dare voce unitaria alla classe lavoratrice, per costruire una società alternativa libera da guerre e dallo sfruttamento degli uomini e delle risorse, perchè pensiamo che si debba lottare alla stessa stregua contro la base dal Molin come contro gli omicidi sul lavoro.

Per ricordare tutte le lotte di emancipazione pagate a caro prezzo dalla gente

Per NON PERMETTERE, ora, che altri paghino per le scelte criminali di tanti governanti

Per dare un FUTURO alle genti che verranno dopo di noi qui a Vicenza come in Jugoslavia, in Afganistan, in Irak, in Africa dove la guerra porta la sua libertà mortifera fatta di bombe ed uranio impoverito.

PER PARTECIPARE ASSIEME AL CORTEO DI VICENZA, APPUNTAMENTO ALLE 12.20 IN STAZIONE FERROVIARIA DI PADOVA
DALLE ORE 13 APPUNTAMENTO AI GIARDINI DI FRONTE ALLA STAZIONE DI VICENZA SOTTO LO STRISCIONE DEL COORDINAMENTO PER L'UNITA' DEI COMUNISTI

Coordinamento Padovano per l’Unità dei Comunisti

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Allegati scaricabili

Ultime notizie del dossier «No basi, no guerre»

Ultime notizie dell'autore «Movimento per la Costituente Comunista (Coordinamento per l'Unità dei Comunisti) - Padova»

6964