il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

Munezza

Munezza

(27 Giugno 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale, ambiente e salute)

La nomina di De Gennaro è l’ennesima provocazione bipartizan del governo Prodi.

(9 Gennaio 2008)

L’ossessione securitaria del governo Prodi sembra non conoscere limiti. La nomina del responsabile della macelleria del G 8 di Genova, Gianni De Gennaro, a commissario straordinario per l’emergenza rifiuti in Campania, appare una vera e propria provocazione contro le istanze di giustizia, verità e memoria democratica nel nostro paese.

La decisione di affidare all’ex capo della polizia finito sotto processo per le violenze poliziesche a Genova il mandato di “normalizzare” la resistenza popolare contro l’emergenza rifiuti nell’area metropolitana di Napoli, è gravissima ed è altrettanto grave l’assordante silenzio della sinistra di governo verso questa decisione apertamente bipartizan ma sollecitata proprio dalla destra.

A chiarire il segno di questa nomina sono le parole della maggiore agenzia stampa italiana:

“Il superpoliziotto chiamato a cercare di riportare l'ordine pubblico nella Campania devastata dalla "monnezza" strappa l'applauso anche tra chi ha sempre osteggiato l'atteggiamento di Palazzo Chigi in questa vicenda. De Gennaro riceve l'applauso di chi, dai tempi del G8 di Genova in poi, lo ha sempre visto come un "uomo forte" di cui potersi fidare. Tanto che nei giorni scorsi era stato proposto dalla deputata di Forza Italia Mara Carfagna e dal parlamentare di An Italo Bocchino come commissario straordinario della Campania. Convinto sostenitore della carta De Gennaro è il leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini.

Pressoché unanime la soddisfazione del centrosinistra per l'arrivo a Napoli dell'ex numero uno della Polizia. Il vicepremier Massimo D'Alema è tra i suoi più convinti supporter: "Il commissario - sostiene - è persona di esperienza e forza e sarà dotato di poteri e mezzi necessari compresa la possibilità di impiegare le Forze Armate". L'altro vicepremier, Francesco Rutelli, esprime un giudizio positivo su tutto il team chiamato a risolvere l'emergenza. Si tratta, sostiene Rutelli, di "una squadra di prima grandezza", e il governo "ha preso decisioni per risolvere alla radice tutto ciò che non ha funzionato negli ultimi anni". Eppure qualche voce critica nella maggioranza c'é. Il socialista Enrico Boselli, rimprovera a Palazzo Chigi di aver scelto un approccio legato solo ai problemi di ordine pubblico: "Non si tratta di liberare le piazze dalla gente - è il suo perplesso commento - ma le strade dai rifiuti". I responsabili ambiente della sinistra-arcobaleno si limitano a parlare di decisione "con molte luci e qualche ombra" (Ansa).


Di fronte alle proteste popolari il governo Prodi risponde con l’esercito e la nomina di un Commissario di polizia con pieni poteri. Sembra un incubo ma è l’amara ed emblematica realtà del nostro paese.

Mercoledì 9 gennaio tutti in piazza a Napoli
Ore 18.00 piazza del Gesù

La Rete dei Comunisti
www.contropiano.org

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Lo smaltimento rifiuti tra privatizzazione e ecomafie»

Ultime notizie dell'autore «Contropiano / Rete dei comunisti»

5819