il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Il sogno

Il sogno

(15 Ottobre 2010) Enzo Apicella
Il 16 ottobre manifestazione nazionale dei metalmeccanici Fiom contro la "medicina Marchionne"

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Contratto Metalmeccanici)

Il Pdci coi metalmeccanici per il contratto!

(11 Gennaio 2008)

Il Pdci è al fianco dei metalmeccanici per il rinnovo del contratto di lavoro da troppo tempo scaduto. Il mondo del lavoro è tornato in piazza e sulle pagine dei giornali: gli operai e i lavoratori non sono quella variabile dipendente dell’impresa che in molti ci hanno raccontato essere diventati e lo si è visto con gli sciopero e le manifestazioni dei lavoratori di pubblico impiego, scuola, università, commercio e di tutte quelle categorie che aspettano da mesi e da anni il rinnovo del contratto nazionale di lavoro.

Il Pdci a Mantova come in tutta Italia è al fianco dei metalmeccanici che hanno in corso la trattativa coi padroni sui fronti di salario, mercato del lavoro, inquadramento unico, diritti, orario di lavoro. Fim, Fiom e Uilm, infatti, hanno posto il problema cruciale della condizione di lavoro e del loro mancato rispetto. Non è un mistero che i salari medi dei lavoratori dipendenti siano inadeguati a garantire una sopravvivenza dignitosa (sono fra i più bassi d'Europa!) così come di parlare di "quarta settimana" sia diventato una sorta di luogo comune, peraltro inascoltato.I 30 euro offerti mesi orsono dalla Fiat, per esempio, non solo appaiono come carità pelosa, ma irrompono a gamba tesa su quel principio di contrattazione fra parti sociali a cui anche i padroni definiti "buoni" non possono derogare, perché ciò comprometterebbe i diritti di tutti che vanno rispettati così com le regole. Si veda l' interessante inchiesta svolta nella fabbrica di Melfi in Basilicata, dove si rende noto che i dipendenti che vi lavorano sono "a chiamata" a tutti gli effetti, come prescrive la legge 30 sul precariato, ovvero chiamati per sms! L'operaio risponde se accetta e poi un altro sms gli comunicherà che il suo contratto è in scadenza, come quando il credito telefonico sta per scadere! Una vera farsa: una farsa che si fa tragedia se pensiamo che rappresenta la base vitale della nostra società ed in particolare della vita della classe operaia e del ceto produttivo della nostra collettività. Insistiamo quindi perchè si cambi la politica sul lavoro, anche da parte del governo di centro sinistra che sinora invece ha rafforzato quella legge 30 voluta dal governo di destra che volevamo cambiare radicalmente perché causa dello scempio sociale che si sta verificando nel nostro paese a danno delle classi lavoratrici e perché si impedisca l'attacco alla contrattazione nazionale. I Conuisti Italiani si battono nelle istituzioni come nel paese perché siano date risposte ai lavoratori, ai giovani ed ai pensionati su salario, diritti, futuro, perché coloro che hanno votato Prodi erano convinti che il centro sinistra portasse discontinuità e non contiguità, anche culturale, con la fase berlusconiana.

Il Pdci sarà sempre al fianco del modni del lavoro e dei lavori, della CGIL, della FIOM e del sindacato per il rinnovo del contratto scaduto, il rispetto dei diritti, contro la concezione paternalistica del rapporto capitale / lavoro, perchè un altro mondo sia davvero possibile.

Mantova 10.1.08

Partito dei
COMUNISTI ITALIANI
Federazione di Mantova

4747