il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

La pietà delle banche

La pietà delle banche

(15 Febbraio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Il massacro dei lavoratori

(5 Marzo 2008)

Il massacro sociale, economico,politico che si è abbattuto sul mondo operaio e dei lavoratori è provocato da una drammatica crisi che attraversa l’economia capitalistica nella nostra epoca storica.Questa crisi si manifesta con il crollo quotidiano delle borse di tutto il mondo.
Le Banche Centrali stanno bruciando quantitativi enormi di risorse finanziare per sostenere attività economiche e finanziarie al collasso che non riescono ad avere più redditività e profitti.
L’esplosione delle economie capitalistiche di paesi tradizionalmente arretrati come la Cina e l’India, dove la condizione operaia sfiora livelli di sfruttamento schiavistico,la crisi energetica provocata da un prodotto, il petrolio, ormai in via di estinzione, tutto questo spinge verso una crisi drammatica le economie Occidentali.
L’economia capitalistica per sopravvivere ha bisogno di due condizioni fondamentali.
Deve produrre profitti e mantenere la pace sociale.
Nelle condizioni attuali per produrre profitti l’economia capitalistica deve sospingere i livelli di vita e di sfruttamento del lavoro verso una condizione semi-schiavistica, quindi contenere la spesa pubblica, per mantenere la pace sociale è necessaria una politica economica di aumento della spesa pubblica.
E’ evidente che sono due condizioni in antitesi tra loro.
Da questa contraddizione insanabile nasce in un paese come l’Italia la necessità di un potere unico e totalizzante, dove scompaiano le contraddizioni reali, dove la lotta di classe scompaia anche formalmente dalla rappresentazione politica.
Ma la lotta di classe anche se scomparsa dalle istituzioni sopravvive nella realtà quotidiana.
La contraddizione di classe si manifesta in un vero massacro dei lavoratori evidenziato nei bassi salari, nel lavoro precario, nel lavoro nero o semiclandestino, nella difficoltà di avere una casa, nella catena infinita dei morti sul lavoro, nella progressiva diminuzione delle pensioni, nella negazione di tutti i diritti fondamentali , da quello di parola ed espressione, dal diritto alla salute ai diritti civili.
Il coordinamento di Unità Comunista, partendo da queste considerazioni e dalla necessità storica di dare una rappresentanza politica e una prospettiva economica alternativa al liberismo per i lavoratori , si propone ed opera per unificare tutte le realtà e istanze di classe nella prospettiva della costruzione del Partito Comunista Rivoluzionario.Il collettivo Karl Marx del Cardarelli aderisce al coordinamento nazionale condividendone prospettive e finalità.

Unità Comunista
Collettivo Karl Marx Ospedale Cardarelli
http://unitcom.blogspot.com

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Il capitalismo è crisi»

Ultime notizie dell'autore «Associazione Unità Comunista»

6253