il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Bye bye Beccaria

Bye bye Beccaria

(7 Giugno 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Mai stati antisemiti, da sempre antisionisti

Boicottiamo la fiera del libro di torino!

(7 Marzo 2008)

1948-2008. Sono ormai passati 60 anni dalla nascita dello Stato d’Israele sulla terra di Palestina. Da 60 anni continua l’occupazione da parte dello Stato sionista d’Israele che ha cacciato, con la prima occupazione del ’48, più di 700.000 palestinesi dalle proprie case, dalla propria terra, producendo quella che i palestinesi ricordano come la “Nakba”, la catastrofe.
Quest’anno lo Stato italiano, che vanta ben 26 missioni militari all’estero ai danni di altrettanti popoli, approvate tanto dal centro-destra quanto dal centro-sinistra (con l’organica collaborazione della Sinistra Arcobaleno), ha deciso di rendere lo stato sionista d’Israele ospite d’onore della Fiera del Libro di Torino, per festeggiare i 60 anni della sua fondazione.

QUESTO È INACCETTABILE!

Per noi non c’è nulla da festeggiare. Questa ricorrenza, per lo Stato italiano e le altre potenze imperialiste dell’Unione Europea e gli USA è la ricorrenza della nascita dello stato d’Israele.
Per noi invece rappresenta l’anno della “Nakba”, la cacciata dalla propria terra di migliaia di palestinesi, l’inizio di un’occupazione che prosegue nella costruzione di uno stato razzista e colonialista, nella costruzione del “muro dell’Apartheid”, nel criminale embargo ai danni dei palestinesi che vivono nella Striscia di Gaza che da un anno e mezzo condanna alla miseria e alla morte migliaia di palestinesi. E’ di questi giorni la notizia di nuovi raid israeliani nella Striscia di Gaza che hanno provocato più di un centinaio di morti in appena cinque giorni.
Non si può essere equidistanti, si deve scegliere da che parte stare: lo Stato italiano ha scelto la parte dell’oppressore, noi appoggiamo invece quella degli oppressi, quella del popolo palestinese.
In questo senso, l’unico modo per sostenere realmente la causa palestinese è quello di dar voce alla sua lotta, non solo sostenendo la sua Resistenza contro l’occupazione fascista dello Stato d’Israele, ma sostenendo la campagna di boicottaggio contro la fiera del Libro di Torino individuando nell’imperialismo UE, e dell’Italia in primis, i veri responsabili di questa scelta.
Invitiamo perciò tutti a partecipare attivamente alle iniziative che si costruiranno in futuro per contribuire all’effettiva riuscita del boicottaggio della fiera del libro di Torino, in vista della manifestazione nazionale del 10 Maggio nel capoluogo piemontese.

VERREMO ACCUSATI DI ANTISEMITISMO. MA NON C’È NULLA DI PIÙ FALSO.
QUELLO CHE NOI CONDANNIAMO È IL SIONISMO E LA SUA IDEOLOGIA.


- BOICOTTIAMO LE FIERA DEL LIBRO DI TORINO!
- CONTRO L’IMPERIALISMO SIONISTA D’ISRAELE!
- PER LA COSTRUZIONE DI UN UNICO STATO DEMOCRATICO SU TUTTA LA PALESTINA STORICA!
- SOLIDARIETA’ AI POPOLI CHE RESISTONO ALL’IMPERIALISMO!
- PER IL RITIRO DELLE TRUPPE DA TUTTI I FRONTI DI GUERRA (Libano, Afghanistan, etc.)

MERCOLEDÌ 12 MARZO
AULA AUTOGESTITA “R5”- P.ZZO GIUSSO – UNIVERSITÀ ORIENTALE –
LARGO SAN GIOVANNI MAGGIORE A PIGNATELLI

ORE 15.30 – PROIEZIONE DEL VIDEO – DOCUMENTARIO “JENIN JENIN”
DI MOHAMMED BAKRI, SOTTO PROCESSO IN ISRAELE PER OLTRAGGIO ALL’ONORE DELLE FORZE ARMATE ISRAELIANE

ORE 17.00 – ASSEMBLEA DIBATTITO SULLA QUESTIONE PALESTINESE E IL BOICOTTAGGIO DELLA FIERA DEL LIBRO DI TORINO

Collettivo Universitario dell'Orientale - Napoli
Collettivorientale.noblogs.org

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Boicottiamo la Fiera del libro di Torino»

3651