il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Trattativa stato - mafia

Trattativa stato - mafia

(22 Giugno 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • E' uscito il n. 100 di Alternativa di Classe
    (16 Aprile 2021)
  • SOMMARIO DE IL PARTITO COMUNISTA N. 408 - Aprile 2021
    organo del partito comunista internazionale
    (15 Aprile 2021)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Stato e istituzioni)

    il partito del lavoro (il partito che non c'è...)

    (9 Marzo 2008)

    E’ da parecchio tempo che insisto sul fatto che in Italia vi è uno spazio politico vacante che è quello di un “partito del lavoro”, autogestito dai protagonisti del lavoro, dai precari, dai disoccupati, che se vogliono ottenere qualcosa devono gestire in prima persona il conflitto con i padroni.

    Se ne sono perfino accorti i partitini dell’Arcobaleno, che, pur riferendosi al comunismo ed alla classe operaia, non hanno dirigenti operai di alto livello, e si affrettano a candidare qualcuno per darsi una riverniciata di “lotta di classe”, ma credo che la direzione politica rimarrà ancora in mano a intellettuali, giornalisti, e politicanti a vita.

    Personalmente sono da sempre sbalordito e disgustato dal fatto che la classe operaia si sia fatta storicamente rappresentare da gente che non vive la sua situazione, che ha cultura e linguaggi differenti, che non vive nei suoi quartieri e che, nella più benevola delle ipotesi, non è adatta a comprendere il peso reale che grava sui lavoratori, in termini di ritmi, pericoli, nocività, usura fisica e mentale.

    A me sembra banalmente evidente che questa tutela degli intellettuali e dei politicanti vada respinta e che nasca un “partito del lavoro” costituito esclusivamente dai lavoratori e che, anzi, ci sia una rappresentanza proporzionale al peso numerico delle categorie, senza dimenticarne nessuna (in questa fase la eterogenea e datata “sinistra arcobaleno” si pone come un ostacolo alla nascita del ”partito del lavoro”).

    Questa è una “semplificazione” essenziale, anche per non assistere più alla svendita, mascherata da “modernità”, che gli intellettuali dirigenti della “sinistra” hanno operato CONTRO la classe operaia, facendola finire come è ora: emarginata, senza identità, precarizzata, ricattata dalla immigrazione, con l’aumento di infortuni e morti sul lavoro.

    Un’altra “semplificazione” auspicabile sarebbe quella di abolire la “CASTA” dei politicanti a vita, introducendo la regola (semplice, semplice) che nessuno, dico nessuno, può restare in Parlamento per più di due legislature e che questa regola riguardi anche le cariche dirigenti all’interno dei partiti.

    8 marzo 2008

    Paolo De Gregorio

    Fonte

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Ultime notizie del dossier «Elezioni politiche aprile 2008»

    Ultime notizie dell'autore «Paolo De Gregorio»

    2960