il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

25 Aprile

25 Aprile

(25 Aprile 2010) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Ora e sempre Resistenza)

La storia non si riscrive. Basta con le intimidazioni

Pisa è antifascista Solidarietà con l’Agorà per un 25 aprile antifascista e anticapitalista

(18 Aprile 2008)

Siamo alle solite. Con la vittoria elettorale della destra, i soliti ignoti riprendono la campagna di intimidazioni ai danni di circoli, associazioni

Volantini e manifesti strappati, scritte con svastiche alla sede del pdci, e di rifondazione, bruciate le bandiere e solo pochi giorni fa le scritte all'agorà , scritte fatte un sabato sera prima delle 23.00, con il chiaro intento di provocare una rissa con gli avventori del locale, di marchiare un luogo dove si tengono per lo più iniziative di carattere culturale ed aggregativo ma che ospita anche alcune realtà comuniste del nostro territorio

Nei giorni scorsi esponenti autorevoli del PDl lo hanno già detto e scritto: vogliono riscrivere la storia a partire dai libri di testo delle scuole medie inferiori e superiori, i liberatori e gli oppressori saranno invertiti, i partigiani saranno i carnefici e i nazifascismi le vittime . Solo ieri sera alla Sette abbiamo sentito un leader della Lega paragonare la cacciata dei campi rom e dei migranti alla derattizzazione, un linguaggio che pochi decenni fa ha portato direttamente alle camere a gas dove sono morti ebrei, rom, omosessuali, sinti, comunisti e portatori di handicap, tutti senza distinzione alcuna.
Oggi più che mai serve una memoria storica ancorata al presente, alla denuncia della xenofobia, del razzismo che si celano dietro a molte teorie e pratiche che si richiamano al fascismo.
Dietro ad ogni croce celtica non ci sta solo la ignoranza di qualche giovane che nella destra pensa di vedere rappresentata una protesta sociale contro una società che non funziona e crea precarietà, sfruttamento. Questo giovane è stato abbandonato dalla sinistra ufficiale, che ha parlato tanto e ben poco agito con coerenza
Dietro ad una croce celtica si cela una idea di guerra , la negazione della storia, la subalternità ai poteri economici dominanti che i fascisti hanno sempre avuto come dimostra la carneficina della seconda guerra mondiale, il colonialismo costruiti per soddisfare lgli appetiti deigli industriali
Solidarizziamo con l'agorà e con tutti coloro che sono stati colpite dalla violenza fascista e ricordiamo decine di episodi (aggressioni, minacce, sedi bruciate) ad opera dei fascisti solo negli ultimi mesi
Se la prendono con i comunisti , con le loro idee, con la loro pratica
Se la prendono con i partigiani perchè sono la dimostrazione che il fascismo è portatore di valori negativi, di oppressione e di guerra

Coordinamento unità dei comunisti Pisa

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Ora e sempre Resistenza»

Ultime notizie dell'autore «Coordinamento pisano per l’Unità dei Comunisti»

5840