il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Fini a Mirabello

Mirabello

(6 Settembre 2010) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

Un vento di destra

(17 Giugno 2008)

L’azione del governo Berlusconi e della sua maggioranza parlamentare sarà volta a distruggere sistematicamente i diritti dei lavoratori, le conquiste sindacali e sociali frutto di decenni di lotte, e i valori civili costruiti dall’antifascismo e dalla Resistenza. Un vento di destra da tempo soffia nei meandri sempre più intricati della società italiana. Per troppo tempo è stato sottovalutato anche il pericolo rappresentato dal risorgere del neofascismo, dimenticando che le radici dei fascisti risiedono nella struttura sociale classista e nell’organizzazione capitalistica del lavoro foriera di alienazioni, intimamente autoritaria, improntata alla gerarchia e riducente tutto a merce. A sinistra solo pochi, hanno cercato di sintonizzarsi con le angosce originate dallo sfruttamento moderno. Per rendersi conto della profondità dei vuoti lasciati dalla sinistra basti far caso a dove talvolta va a parare la rabbia di ceti polari che subiscono quotidianamente lo stillicidio dei disservizi aggravati dalla demolizione dello Stato sociale nostrano. Di fronte a queste prospettive s’impone una risposta risoluta e forte da parte di coloro che ancora si sentono legati al movimento operaio, che ancora credono al marxismo come strumento di interpretazione della realtà sociale ed economica, che ancora guardano con rispetto al pensiero di Antonio Gramsci. Per opporsi alle destre occorre ricostruire una forte Sinistra Anticapitalista che sia in grado di sviluppare una dura opposizione fuori dal Parlamento e svilupparla nella società italiana. Non sono in grado di assumer questo ruolo coloro che da tempo vanno a caccia del benevolo consenso di banchieri e generali. Non è con operazioni trasformistiche e omologarsi su posizioni moderate che ci si può opporre alla destra reazionaria. Tutti i grandi movimenti popolari di massa, non sono mai stati guidati dal “ventre molle”, ma dall’avanguardia più cosciente e combattiva.

Antonello Tiddia
RSU Carbosulcis

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Il quarto governo Berlusconi»

Ultime notizie dell'autore «Antonello Tiddia - Rsu Carbosulcis»

6315