il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

L'Inghilterra domina l'economia

L'Inghilterra domina l'economia

(1 Dicembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

La bancarotta del capitalismo

La BCE alzando i tassi ha scelto la strada del massacro sociale dei lavoratori e di tutti i cittadini, questa scelta suicida conferma che il capitalismo si trova in una crisi senza vie d'uscita e dagli esiti imprevedibili.

(10 Luglio 2008)

Pochi giorni fa la Banca Centrale Europea ha alzato di un quarto di punto il tasso di sconto. Questo significa che la BCE ha optato per la stabilità dei cambi e per la lotta all’inflazione, quindi nessun aiuto alla crescita ed allo sviluppo economico. Questa decisione avviene dopo che i vertici della BCE si sono divisi sulla decisione da prendere, poiché l’aumento o la diminuzione dei tassi comporta rischi ed incognite attualmente imprevedibili. La grave crisi economica della UE avrebbe bisogno di investimenti e di risorse economiche che si possono ottenere solo abbassando i tassi, ma i banchieri della BCE hanno optato per la filosofia e l’ideologia ultraliberista del monetarismo puro, tenendo alti i tassi per contenere l’inflazione, considerata da loro il peggiore dei mali.
Ma questa scelta comporterà nei prossimi mesi una macelleria sociale senza precedenti, i lavoratori e i popoli dell’UE vedranno ridotti in maniera drastica e drammatica i loro livelli di vita.
D’ altronde questa scelta della BCE è una scelta al buio, poiché anche con queste misure drastiche l’inflazione continua ad aumentare e non c’è nessuna certezza che diminuirà in futuro.
La combinazione di recessione e inflazione prospetta un quadro da bancarotta del capitalismo.
Le speculazioni aleatorie della new economy degli ultimi anni stanno svanendo, la crisi energetica e la crisi alimentare combinate ai bassi livelli di vita esistenti negli strati popolari ci stanno avvicinando pericolosamente al collasso totale del sistema.
Il capitalismo si trova in una crisi drammatica e non ha soluzioni, è un sistema economico che si è inceppato e che può offrire come prospettiva futura solo fame, degrado ambientale, repressione, guerra. Ci troviamo di fronte alla crisi di un sistema economico, la crisi del sistema capitalistico. Questa crisi economica pone sotto accusa i fondamenti ideologici della società capitalistica, è in crisi il concetto della proprietà privata dei mezzi di produzione e di scambio, il libero mercato come supremo regolatore dei bisogni, il profitto individuale come unica motivazione dell’agire umano. I lavoratori hanno la necessità storica di sottrarsi al domino totale ed incontrastato del capitalismo, è necessaria ed urgente la costruzione di organizzazioni politiche e sindacali di classe, il movimento per la costituente comunista è impegnato in questa prospettiva ineludibile, per sottrarre i lavoratori dalla catastrofe in cui sta precipitando il capitalismo.

Blog collettivoK.Marx Cardarelli http://unitcom.blogspot.com

Unità Comunista/Movimento per la costituente comunista

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Il capitalismo è crisi»

Ultime notizie dell'autore «Associazione Unità Comunista»

7613