il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Tanks giving day

Tanks giving day

(27 Novembre 2009) Enzo Apicella
Il quarto giovedì di novembre negli USA si festeggia il Giorno del Ringraziamento (Thanksgiving Day )

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Il nuovo ordine mondiale è guerra)

Ossetia: qualche puntino sulle i...

(12 Agosto 2008)

Dato il livello di disinformazione (quando non esplicita menzogna) imperante sui media occidentali (con alcune perle quali l'immondo "Manifesto" e il suo Dakli) ritengo utile inoltrare l'articolo di Chiesa che, ancorché leggermente superato dagli eventi (la debacle dell'invasione georgiana) chiarisce non pochi punti.

Aggiungo solo che:

1) La sera di giovedì 7 agosto, Saakashvili tiene un discorso nel quale chiede di sedersi ad un tavolo di trattativa con l'Ossetia, e che bisogna tentare di tutto pur di non arrivare ad una guerra.
Mentre parlava i caccia georgiani e i suoi carri armati partivano per l'attacco....

2) Gli aggressori georgiani hanno preso particolarmente di mira le abitazioni civili di Tzkhinvali (i "mille" morti dei nostri media fanno purtroppo ridere...) e le forse russe di interposizione (queste sì "di pace", non come i mercenari italiani all'estero...).

Data la vergognosa campagna di menzogne che ci sommerge, scambiando continuamente aggredito con aggressore, urge qualche altro "puntino...".

3) La Russia NON ha bombardato la Georgia, se non un radar della difesa aerea che ha costretto a terra l'aviazione dell'aggressore: condizione necessaria per controllarne le mosse, dal momento che anche lunedì mattina i georgiani hanno ANCORA bombardato la martoriata Tskhinvali (1500-2000 i morti civili).

4) La Russia NON ha bombardato l'oleodotto Baku-Tbilisi-Ceyhan, né l'aeroporto di Tbilisi. Ha invece affondato una motovedetta georgiana penetrata nelle acque protette dell'Abkhazia.
NON sta (aggiungo, purtroppo) effettuando alcun blocco navale che impedisca l'arrivo di altre armi agli aggressori georgiani.

5) Stasera, lunedì, NON sta invadendo la Georgia ma, sembra, abbia attaccato/occupato la città di Senaki, sede della Seconda divisione di fanteria georgiana, dove gli aggressori si stavano riorganizzando (anche grazie al ponte-aereo blitz che gli Usa hanno allestito per far rientrare subito 800 dei 2000 soldati georgiani di occupazione dell'Iraq).

Quindi stanno ancora rintuzzando un aggressore criminale che si ostina a non arrendersi affatto, a dispetto del volto da pecora che l'immondo Saakashvili ostenta ai media occidentali compiacenti.

6) Last but not least: in Dagestan sono stati catturati 12 mercenari in procinto di eseguire azioni di disturbo; fra loro alcuni cittadini di nazionalità baltica e alcuni di colore.

L.

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

5795