il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Italia, Italia

Italia, Italia

(28 Novembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

... e i salari rimangono a guardare

Lo Slai Cobas ATM sul rinnovo CCNL Trasporti

(15 Agosto 2008)

È un passo fortemente rallentato quello che da oltre 15 anni i sindacati hanno imposto ai salari in maniera vergognosa e spudorata con accordi e contratti bidone e sempre a perdere. La richiesta di CGIL, CISL, UIL, UGL, FAISA, ORSA, ecc. di 150 euro di aumento al parametro "medio"(altro schiaffo ai più giovani) per un contratto scaduto a dicembre, aumento che chiaramente andrà ad essere spalmato in più trance fino a fine 2010, rappresenta un' ulteriore mazzata per i salari, e inevitabile sarà un ulteriore impoverimento sia di tranvieri che ferrovieri che potrebbero vedere formalmente unificato il contratto nazionale ricco solo di pesanti tagli sia per gli uni che per gli altri.

Tranvieri, ferrovieri!!! Si va facendo sempre più stretta la morsa formata dall'incudine delle aziende ed il martello dei sindacati che vede in mezzo centinaia di migliaia di lavoratori che in queste settimane potrebbero vedersi letteralmente spazzate via molte conquiste come quella dei contratti nazionali svuotati completamente nella parte economica per dare più spazio alle contrattazioni locali o "ad personam". Sono le note gabbie salariali tanto care sia a Berlusconi che a Bossi, ed è la millenaria legge: "dividi ed impera" per mazzolare meglio. Non crediamo affatto alla percezione alimentata ad arte dai confederali che stanno cercando di trasmettere ai lavoratori del nord che sù la vita è più cara e che quindi è giusto che al sud i salari siano più bassi; altrimenti non riusciremmo a capire come mai molti del nord preferiscono ad esempio fare le ferie fuori dal paese invece che al sud; o, come mai diversi generi alimentari delle piccole catene di magazzini del sud costano molto più che nei grandi magazzini del nord. Altra secca, pesantissima batosta contenuta nel pacco confederale della "riforma del contratto nazionale" è il rinnovo triennale dei "contratti" piuttosto che biennale come già detto. Lavoratori, lavoratrici

NÉ UN EURO IN PIÙ AI "SINDACATI-AZIENDE", NÉ UN MINUTO DI ADESIONE AI LORO SCIOPERI

È necessario rivoltarsi contro di loro. Sostenete ed unitevi allo Slai-Cobas che insieme al sindacalismo di base ha elaborato proposte e chiamerà alla lotta per un contratto nazionale alternativo:

170 euro di aumento al parametro più basso dalla scala

36 ore di lavoro settimanali per tutti per il personale operante alla condotta dei mezzi: dopo 18 anni di guida da 36 ore a 35 ore settimanali, dopo 21 anni da 35 a 34 ore

10 parametri invece che 52 turni a nastro lavorativo al massimo di 12 ore

introduzione di automatismi parametrali anche per i settori operai come per il personale viaggiante l'insieme della piattaforma definitiva sarà reperibile a breve dai siti internet dello Slai-Cobas. Le misure antioperaie e i venti di guerra che sindacati, governo e aziende stanno per agitare contro i lavoratori saranno pesantissimi per tutti.

Organizziamoci! Blocco generale!

SLAI Cobas A.T.M. Milano

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie dell'autore «SLAI Cobas»

4400