il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Gemellaggi

Gemellaggi

(1 Marzo 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Imperialismo e guerra)

  • 16 Aprile 2021 - Italia
    Un posto al sole sulla quarta sponda
    Libia: ruolo dell’Italia e di altri predoni nel Mediterraneo

SITI WEB
(Il nuovo ordine mondiale è guerra)

Gli amerikani di casa nostra

un comunicato di venetocontroguerra-answer veneto

(15 Febbraio 2003)

Quelli che speculano sulla guerra, gli americani di casa nostra: l'amministratore del Mercato Ortifrutticolo di Padova Diego Chiesa

In partenza per la manifestazione di Roma di domani dove scenderemo coi nostri striscioni contro le basi della morte americane, contro la nato, contro la repressione vogliamo fare una piccola riflessione sull'azione compiuta ieri al mercato ortifrutticolo di Padova da un gruppo di disobbedienti, il quale ha bloccato per un paio di ore gli stand della nato, attraverso cui passano tutti i rifornimenti di derrate alimentari alle basi americane in Italia e in Europa, da quelle del Veneto, a Sigonella, a diverse in Germania.

Intanto diciamo che hanno fatto bene. Come è già successo recentementre contro la repressione che ha colpito anche alcuni di loro così adesso in questa occasiione diciamo che non bisogna essere settari, che tutte le forze che lottano veramente contro la guerra vanno sostenute, coordinate, specialmenbte tutte le forze che lottano contro il fulcro della guerra, le grandi basi imperiali americane.

Non ci stanchiamo di ripetere che la guerra non è un'astrazione, un concetto metafisico, ma un insieme di flussi materiali di uomini, derrate, informazioni. Questi vanno denunciati, contrastati.

Gli imperialisti americani per poter effettuare le loro aggressioni hanno bisogno di un sacco di complici che pagano. C'è anche della gente che con la guerra ci fa degli affari.

E' saltato fuori così in questa occasione attraverso le parole dell'incazzatissimo amministratore delegato del Mercato ortifrutticolo Diego Chiesa (riportate anche dalla stampa locale odierna) che il giro d'affari del Mecato stesso con la Nato idest in grandissima parte gli Americani è di 900 miliardi delle vecchie lirette all'anno. Il 6 per cento di tutto il fatturato del mercato. Questo signore immondo è incazzatissimo per l'intrusione che rischia di fargli perdere dei soldini. A lui non interessa nulla che le sue derrate vadano a nutrire dei massacratori. Su gente del genere si sono sempre basati in ogni tempo gli oppressori. Così per Chiesa, così per i dirigenti dell'Acea. Sarebbe ora di fargli comprendere bene quali fogne siano.

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Il nuovo ordine mondiale è guerra»

Ultime notizie dell'autore «Veneto contro la guerra»

5143