il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Freddo

Freddo

(19 Dicembre 2010) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • E' USCITO IL NUMERO 100 DELLA RIVISTA PROSPETTIVA MARXISTA
    (21 Giugno 2021)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Capitale e lavoro)

    Capitale e lavoro:: Altre notizie

    Per un pugno di centesimi

    comunicato della FIOM EATON di Monfalcone

    (19 Febbraio 2003)

    Federmeccancica vorrebbe far slittare l’indennità di vacanza contrattuale di tre mesi, a chi sciopera, da aprile a giugno, per una cifra pari al 30% dell’inflazione programmata (1,4), ossia 3 centesimi l’ora per un totale di circa 5 euro. Federmeccanica s’appella all’art. 37 della Disciplina generale, sezione terza del CCNL, che prevede lo slittamento in caso d’iniziative unilaterali, in periodo di tregua contrattuale.

    Federmeccanica mente sapendo di mentire, infatti, tutti sanno che lo sciopero è stato indetto per protestare contro il declino industriale del paese, per una politica di sviluppo e dei diritti, è quindi evidente, che la mobilitazione del 21, non ha nulla a che fare con la trattativa in corso per il rinnovo contrattuale metalmeccanico.

    Pertanto è chiaro che la scelta del padronato d’intimorire i lavoratori, è un atto illegittimo, lesivo della libertà di sciopero. Ma con questo atto, Federmeccancica dimostra anche la sua profonda preoccupazione, il suo nervosismo, nell’affrontare un’altra stagione di scioperi, poiché i padroni sanno bene che la politica economica di Berlusconi fa acqua da tutte le parti.

    Per questo, Federmeccanica intende far saltare il tavolo della trattativa, per eliminare la FIOM, ed i 500 mila lavoratori che ne sostengono piattaforma, quale unico vero ostacolo al suo disegno liberista e reazionario.

    Fermare la FIOM è quindi il primo obiettivo di Federmeccanica, per poi tentare la chiusura dell’ennesimo accordo al ribasso, senza il fardello del passaggio al giudizio delle lavoratrici e dei lavoratori metalmeccanici italiani, per reggere la sfida della competizione internazionale esclusivamente sul costo del lavoro, senza investire ed innovare sul processo e sul prodotto.

    Inoltre, Federmeccanica intende prendere tempo, aspirando da inserire nel prossimo contratto, tutti i punti del disegno di legge 848, sulla precarietà del lavoro, realizzare il famigerato “Patto per l’Italia”, mirando alla cancellazione progressiva dell’art. 18, inserito in quel testo, tra poco in discussione al Parlamento (848/bis), in sostanza, puntando all’azzeramento del contratto collettivo nazionale, quale fattore unificante di tutela generale per tutte e tutti.

    DIETRO QUEL PUGNO DI POCHI CENTESIMI, È IN GIOCO IL NOSTRO FUTURO, CON LO SCIOPERO DEL 21 FEBBRAIO DIAMO UNA RISPOSTA CHIARA AI PADRONI E AL LORO GOVERNO!

    Monfalcone - Febbraio 2003

    FIOM EATON - Monfalcone

    Fonte

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Notizie sullo stesso argomento

    Ultime notizie dell'autore «RSU Eaton - Monfalcone»

    8428