il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

La fatalità dominante

La fatalità dominante

(26 Novembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Di lavoro si muore)

Esplosione Umbria Oli: cassazione decidera' il 9 febbraio su ricusazione.

Mercoledì prossimo invece nuova udienza civile sulla richiesta di maxi risarcimento

(20 Ottobre 2008)

Bisognerà attendere il prossimo 9 febbraio prima di conoscere se la Corte di Cassazione accoglierà o meno la richiesta di ricusazione avanzata dall'avvocato Giuseppe La Spina, difensore di Giorgio Del Papa (l'a.d. della Umbria Oli dove il 25 novembre 2006 indagato per l'esplosione che costò la vita a 4 operai della ditta Manili di Narni), nei confronti dei giudici del Tribunale di Spoleto.

Gli ermellini del Palazzaccio, infatti, giovedì scorso hanno fissato per febbraio prossimo una Camera di consiglio durante la quale valuteranno la richiesta di ricusazione e, probabilmente, anche la competenza della stessa Corte sulla istanza. Un'altra battuta d'arresto dunque per quanto attiene il procedimento penale. Bisognerà quindi attendere altri quattro mesi prima di sapere se il processo potrà proseguire a Spoleto o dovrà essere spostato in altra sede.

Continua invece spedito il procedimento in sede civile, quello che ha visto Del Papa avanzare una richiesta di risarcimento danni per oltre 35 milioni di euro ai famigliari delle vittime e all'unico superstite dell'esplosione, Klaudio Dimitri, il quinto tecnico della Ditta Manili.

Una richiesta che, come si ricorderà, fece il giro dei giornali nazionali e internazionali sollevando l'indignazione di forze politiche e sindacali.

L'azione risarcitoria si basa sulla perizia dell'ingegner Pecchioli, secondo il quale ci sarebbero delle responsabilità in capo all'operato dei tecnici della ditta di Narni.

Un documento che è stato però fortemente contestato dai legali e dai periti della vedova di Manili, che hanno ravvisato alcune irregolarità nelle procedure, e di cui si parlerà mercoledì prossimo dinnanzi al giudice Falfari (che sostituisce il presidente Pinelli che nel frattempo ha deciso di astenersi sul processo civile).

Spoleto - 19/10/2008 19:44

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Di lavoro si muore»

3408