il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Trayvon

Trayvon

(20 Luglio 2013) Enzo Apicella
Assolto il vigilante George Zimmerman che nel 2012 uccise il 17enne nero Trayvon Martin

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Storie di ordinaria repressione)

  • Senza Censura
    antimperialismo, repressione, controrivoluzione, lotta di classe, ristrutturazione, controllo

Solidarietà alla comunita’ marocchina di Trieste e d’Italia

(22 Novembre 2008)

Martedì 18 novembre, in varie città del nord Italia tra cui Trieste, sono state effettuate 135 perquisizioni in abitazioni di immigrati marocchini e in centri culturali islamici.
Si tratta dell’ennesima operazione anti-terrorismo condotta dalla magistratura italiana contro ambienti dell’immigrazione che, pur vivendo nel nostro paese, continuano a lottare contro i regimi oppressivi e succubi dell’imperialismo vigenti in patria.

Questa volta a essere nel mirino è il movimento islamista “Giustizia e Carità”, messo fuori legge dalla monarchia semi-assoluta che governa il Marocco con l’appoggio di Stati Uniti e Unione Europea. Nel mese di giugno invece era stata colpita la comunità Tamil con decine di perquisizioni e 27 arresti per sostegno all’organizzazione Tigri Tamil, che combatte per l’indipendenza del proprio popolo dal lontano 1975. Nell’aprile 2004 erano stati arrestati una compagna e un compagno turchi dell’organizzazione Fronte di Liberazione del Popolo Rivoluzionario, in lotta da decenni contro il regime militare di Ankara. Condannati a 5 e 7 anni di carcere per aver svolto controinformazione sulla realtà del loro paese tramite un sito internet, uno di essi si trova rinchiuso tuttora nel carcere di Nuoro.
E l’elenco degli immigrati perseguitati politicamente potrebbe continuare…

Il governo e la “giustizia” italiana, che si riempiono costantemente la bocca con la retorica dei diritti umani, non solo si rendono complici di regimi tirannici e fascisti, ma perseguitano direttamente gli immigrati e gli esuli che decidono di continuare qui la loro battaglia politica di libertà.

NO AL RAZZISMO, NO ALL’ISLAMOFOBIA!
TERRORISTA E’ CHI REPRIME, INCARCERA E BOMBARDA!
MORTE ALL’IMPERIALISMO, LIBERTA’ AI POPOLI!

GRUPPO PRIMO MAGGIO 1945 (Trieste)

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Storie di ordinaria repressione»

Ultime notizie dell'autore «Gruppo Primo Maggio 1945 - Trieste»

5355