il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Algeria

Algeria

(9 Gennaio 2011) Enzo Apicella
Rivolta contro il caro-vita in Algeria

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

1° Dicembre 2003 – 1° dicembre 2008. Riparte la giusta lotta

Sciopero in ATM

(24 Novembre 2008)

C'è una nota dolente e fortemente stonata nello sciopero indetto dai confederali il 10 novembre. È stato un altro sciopero fatto al buio, in cui a nessun lavoratore è stato detto a quanto ammonta la richiesta di au- mento contrattuale: è evidente che il risultato dell’adesione dei lavoratori a quello sciopero sarà l’ennesimo contratto bidone. C’è buio pesto su molti altri contenuti del rinnovo contrattuale proposto da CGIL,CISL,UIL,UGL,FAISA,ORSA...che quasi sicuramente verranno partoriti, o per meglio dire abortiti, prima dello sciopero da noi indetto.

IL 1° DICEMBRE AI LAVORATORI IL COMPITO DI...”FARE LUCE”
Il 1° dicembre come Slai-Cobas vengono richiesti 170 euro di aumento per il parametro più basso (100- 110), per il parametro 140 si passa ad oltre 180 euro, e avanti a scalare in alto.

Il 1° dicembre, scioperando, i lavoratori esprimono un forte no all’aumento di orario di lavoro, anzi si esige un livellamento nazionale a 36 ore settimanali. E, consapevoli dell’elevato grado invalidante del mestiere di condotta dei mezzi, è inevitabilmente necessario che con l’accumularsi degli anni lavorativi la media oraria settimanale si riduca: perciò dopo 16 anni di guida le ore devono essere portate a 35 settima- nali, dopo 21 anni si arrivi a 34 ore. Con lo sciopero i lavoratori chiedono che gli anni lavorati allo stesso parametro in altre aziende di trasporto siano validi ai fini dell’avanzamento nella scala parametrale passan- do ad altre aziende. Si chiede parità di trattamento normativo ed economico per i nuovi assunti.

Lavoratori! Attenzione, stanno ancora una volta svendendo, o hanno già svenduto, per un piatto di mi- nestra lo sciopero del 10 novembre messo in campo con convinzione dai lavoratori dei trasporti. Credia- mo ancora una volta di non sbagliare nel prevedere cosa stanno trattando cgil, cisl, uil…nella trattati- va in corso per il rinnovo del contratto: sono le solite scartoffie trite e ritrite di 80-85 euro, o giù di lì, di aumento spalmati, con tutti gli annessi e connessi, una tantum e forfait vari.

Lavoratori! È l’ora di ribellarsi ai signorotti!
Al macero le tessere sindacali confederal-autonome!
Alla malora gli enormi profitti padronali!

Il 1° dicembre si sciopera per non accettare le porcherie che sindacalisti venduti impongono ai lavoratori in cambio della loro pancia. Il 1° dicembre si sciopera per dare un forte segnale a chi vuole abolire definitivamente lo sciopero(attenti a quei due! Berlusconi e Bossi) e contro i vari “Brunetti e Brunette” che dello schiavismo ne fanno la loro religione.

LAVORATORI ATM!!! SONO SEMPRE PIÙ INSISTENTI LE VOCI DI IMMINENTI STRA- VOLGIMENTI ED AUMENTI DI ORARI DI LAVORO E/O RIDUZIONE DEI RIPOSI DEL PERSONALE VIAGGIANTE E OPERAIO CON CGIL,CISL,UIL,FAISA,UGL,ORSA PRONTI A FIRMARE. A VOI TUTTI CHIEDIAMO UN PARERE SU atm@slaicobas.it NEL PRENOTA- RE UN POSTO DOVE INCONTRARCI PER DEFINIRE INSIEME COME DIFENDERSI.

1° DICEMBRE SI SCIOPERA IN ATM
- personale viaggiante di superficie e metropolitana e radiobus: 8.45 - 15.00 18.00 – termine servizio
- il restante personale ad eccezione degli addetti alla vigilanza degli impianti fissi e squadrette di emergenza: intera giornata

CON L’AUTORGANIZZAZIONE CONTRO IL PARASSITISMO BUROCRATICO E AUTORITARIO DEI CONFEDERALI

S.L.A.I. Cobas trasporti ATM S.p.a. - Milano

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Diritto di sciopero»

Ultime notizie dell'autore «SLAI Cobas»

Commenti (1)

sullo sciopero del 1 dicembre 2008 in ATM

In linea di massima la Confederazione Autonoma Sindacati Italiani Lavoratori in sigla C.A.S.I.L. condivide le motivazioni dello sciopero indetto dallo Slai -Cobas per il rinnovo del CC.C.N.L. per il personale ATM; così come in linea di massima è d'accordo sulle considerazioni espresse nei confronti delle ormai appiattite diverse OO.SS., che sempre più spesso abdicano alle loro prerogative per il classico piatto di lenticchie.
Purtroppo spesso molti lavoratori pur non condividendo le scelte censurabili del Sindacato di appartenenza l'ascoltano senza far sentire neppure il proprio dissenso.-
Sarà perchè rappresentano la parte più debole, sarà perchè non hanno ancora la forza, ovvero la maturità di ribellarsi al marciume che dilaga in questa nostra bistrattata Italia, ma ancora necessita che ogni elemento dotato di spirito del dovere per cambiare questa malata società. fatta di illegittimità e illeciti si applichi sempre più per educare il lavoratori al riscatto della giustizia sociale.
In effetti il lavoratore essendo la parte più vulnerabile della catena preferisce soffrire in silenzio.-
A conferma della condivisione delle tematiche la F.N.A.L.T. - C.A.S.I.L. - aderisce allo sciopero del 1.12.2008

(30 Novembre 2008)

Franco Scrivano Segretario Generale Casil

casilitalia@libero.it

8165