il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Napolitano è ancora livido per la contestazione della Fiera del Libro di Torino

(27 Novembre 2008)

Cari compagni, non è proprio andata giù a Giorgio Napolitano la mobilitazione internazionale contro la decisione di aver voluto Israele ospite d'onore alla fiera del libro; nonostante siano passati mesi e sia stata "una residua contestazione faziosa" torna a parlarne persino mentre va in giro nella Palestina occupata.

La grande manifestazione di Torino lo ha reso ancora più livido del solito.

Bisogna ricordare questo fulgido esempio di coerenza, che fin dal lontano 1956 si è sempre schierato dalla parte dei più forti, ieri, appunto, con i soldati che sparavano sugli operai, oggi con gli aguzzini dei palestinesi.

Giorgio Napolitano, che tace sugli omicidi bianchi di migliaia di operai, che nulla dice sulle condizioni economiche dei nostri lavoratori e disoccupati, che sta zitto sulle condizioni della scuola in Italia (condizioni che regolarmente producono morti), mentre accetta che si sprechino miliardi di euro nelle guerra (alla faccia dell'arrticolo 11 della Costituzione).

Se la memoria non mi inganna posso affermare che questo è il peggiore presidente della repubblica che ci è toccato.

Mi vien da dire che indicibile non è la parola Comunismo, ma Napolitano, Bertinotti ed il sionismo.

Francesco Giordano - Milano

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Siamo tutti palestinesi»

Ultime notizie dell'autore «Francesco Giordano»

7451