il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Scoop

Scoop

(26 Maggio 2010) Enzo Apicella
Varata la manovra economica da 24 miliardi di euro: sotto attacco gli stipendi e le pensioni.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

12 Dicembre: studenti genitori insegnanti lavoratori

(9 Dicembre 2008)

12 DICEMBRE ORE 9.00 PIAZZA SANTISSIMA ANNUNZIATA CORTEO STUDENTI GENITORI INSEGNANTI LAVORATORI

Venerdì 12 dicembre ci sarà lo sciopero generale nazionale di tutte le categorie indetto nella stessa giornata dai sindacati cgil, cub, cobas e sdl. In questa occasione alcune realtà studentesche e cittadine hanno deciso di promuovere una piazza che, al di fuori delle contrapposizioni sindacali, possa meglio rappresentare la complessità e la ricchezza del movimento di studenti, lavoratori, precari, comitati e realtà sociali che in questi mesi si sono mobilitati contro i tagli del governo per scuola ed università e contro quelle politiche che scaricano sui più deboli i costi sociali della crisi.

Questo sciopero segue infatti tre mesi di intense mobilitazioni che hanno visto protagonisti, insieme al mondo del lavoro, quello di scuole ed università, dagli studenti agli insegnanti, dai genitori ai precari della ricerca.

Una convocazione che avviene in un momento di duro attacco al salario e ai diritti dei lavoratori, in cui si prevedono come unici ingredienti della ricetta conto la crisi, licenziamenti di massa per i precari, cassa integrazione e mobilità nelle aziende e la continua sottrazione di risorse per servizi pubblici essenziali come scuola e sanità. Si continua in sostanza ad ipotecare il futuro di giovani e meno giovani, già seriamente compromesso da precarietà e carovita.

Eppure non si esita ad utilizzare denaro pubblico per correre in aiuto di banche ed imprenditori; le spese militari continuano a crescere e non si rinuncia ad investire in faraoniche grandi opere come la TAV, il ponte sullo stretto e gli inceneritori, che garantiscono lauti guadagni alle imprese costruttrici mentre devastano i nostri territori.

La piazza da noi proposta sarà dunque l'occasione per unire tutti i protagonisti delle recenti mobilitazioni, sottolineando il legame che esiste fra gli obiettivi dei lavoratori di oggi e di domani, dei precari, degli immigrati, degli studenti e delle loro famiglie. E' la difesa del nostro futuro che, a prescindere dall'età, sarà possibile solo se sarà comune.

Per questo saremo in piazza venerdì con un corteo che vedrà la partecipazione degli studenti medi ed universitari a fianco dei genitori e dei lavoratori di scuola ed università, aperto a tutto il mondo del lavoro ed a tutta la città.

Un corteo che si rivolge a tutti i lavoratori sotto continua minaccia, a tutti gli immigrati sfruttati e sotto ricatto, agli attivisti di associazioni, comitati e centri sociali che si battono quotidianamente per la difesa dei beni pubblici e del valore della solidarietà, tenendo ancora vivi i nostri quartieri.

Un corteo che si concluderà sotto la sede di Confindustria per ribadire quali sono le vere cause di questa situazione di crisi ed insicurezza che porta a precarietà sempre più diffusa e genera l'infinita tragedia degli infortuni e dei morti sul lavoro. I veri responsabili sono tutti coloro che speculano sulla nostra pelle e poi pretendono anche di farci pagare i loro debiti, che hanno l'arroganza di chiederci ancora sacrifici mentre difendono il profitto di parenti e amici a scapito della qualità della vita e del futuro di un intero paese.

VENERDI' 12 DICEMBRE
CORTEO
ORE 9.00 PIAZZA SS.ANNUNZIATA

Assemblea Cittadina studenti- genitori-lavoratori

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Sciopero generale del 12 dicembre 2008»

4467