il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Classe digerente

Classe digerente

(8 Agosto 2010) Enzo Apicella
Il PDL alla ricerca di una classe dirigente

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

Operazione foibe – un tentativo di riscrivere la storia

Assemblea a Napoli il 10 febbraio

(6 Febbraio 2009)

Da decenni ormai, in Italia, è in atto una vera e propria campagna di offuscamento ideologico della memoria storica. Una campagna, condotta attraverso una vera e propria riscrittura e reinterpretazione della storia recente e meno recente, finalizzata alla diffusione di stereotipi nazionalisti, sciovinisti e razzisti, assunti da governi di qualsiasi colore, con il fervente sostegno degli ultimi presidenti della repubblica. Questo processo di riscrittura, che pone sullo stesso piano partigiani e repubblichini (un esempio lampante è il dl 1360/08: presentato da un folto gruppo di parlamentari prevede l'istituzione dell'Ordine del Tricolore, onorificenza da assegnare indifferentemente a partigiani, deportati, internati militari e a soldati e militi della Repubblica di Salò), che definisce le lotte degli anni '60 e '70 "scontri tra opposti estremismi", tende inoltre a riabilitare e legittimare noti fascisti e neofascisti, spacciandoli per intellettuali che si adoperano affinché, per una volta, la storia sia scritta "con il sangue dei vinti".

Uno degli esempi più nitidi dell'ondata revisionista è il dibattito che negli ultimi anni si è scatenato intorno alla questione delle foibe. Dibattito che ha portato a definire la legittima resistenza delle formazioni partigiane, che combattevano contro l'oppressione nazi-fascista, come una guerra civile tra fratelli italiani e a dipingere i morti delle foibe come vittime della brutale violenza nazionalista dei partigiani jugoslavi contro civili italiani inermi, insabbiando i documenti che provano che gli infoibati sono per lo più fascisti della prima ora e collaborazionisti.

L'università non è esente da colpe: anche nelle aule degli atenei spesso la storia viene riscritta ad uso e consumo di quanti, strumentalmente, tentano di rovesciarla dandone una lettura ideologica.

Il 10 febbraio, giornata della memoria per i morti nelle foibe, facciamo un primo passo per riappropriarci della verità e per opporci ad ogni tentativo revisionista!

MARTEDÌ 10 FEBBRAIO - ORE 16:30
PALAZZO CORIGLIANO - AULA ANTICHE SCUDERIE (Università Orientale, Piazza San Domenico, Napoli)


intervengono
- RENZO CARLINI ex docente di storia contemporanea presso l'Università "l'Orientale" di Napoli
- STEFANO MACERA "Corrispondenze Metropolitane" [Collettivo di controinformazione e d'inchiesta – Roma]
- ALEKSANDRA ZABJEK docente di lingua slovena presso l'Università "l'Orientale" di Napoli

COLLETTIVO AUTORGANIZZATO UNIVERSITARIO - NAPOLI
http://cau.noblogs.org/

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Operazione foibe»

Ultime notizie dell'autore «Collettivo Autorganizzato Universitario – Napoli»

6853