il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Italia Richter

Italia Richter

(30 Maggio 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

La crisi economica, i tagli dei posti di lavoro e la politica di tremonti

(20 Marzo 2009)

La crisi economica si fa sentire pesantemente sul nostro territorio: dalla Saint Gobain, alla Piaggio e all’indotto sono ormai centinaia i posti di lavoro perduti e assai più numerosi saranno i tagli per i prossimi mesi.

E’ di questi giorni la notizia che solo nella scuola tra Pisa e Provincia saranno centinaia le cattedre tagliate (e le ripercussioni negative ricadranno sugli studenti e sull’istruzione).

E’ delle settimane scorse la famigerata ordinanza Antiborsoni che affama centinaia di migranti per soddisfare la Confcommercio.

I dati sul piano nazionale sono ancora più allarmanti: in Estate migliaia di precari della Pubblica amministrazione perderanno il posto, 1 milione di disoccupati in più sono previsti ad inizio 2010 con tante aziende che chiuderanno i battenti senza assicurare ammortizzatori sociali ai propri dipendenti.

La risposta del Governo è funzionale a salvaguardare la speculazione finanziaria, i grandi redditi, le privatizzazioni (che creano salari da fame, appalti al ribasso e sfruttamento). Ovviamente la sola ricetta proponibile, quella di accrescere la domanda attraverso l’aumento del potere di acquisto di pensioni e salari, è l’ultimo dei pensieri di questo Governo, i cui provvedimenti sono tutti contro i diritti e il salario dei lavoratori, dei pensionati e degli studenti.

Alla Confindustria il Governo ha offerto su un vassoio d'argento un miliardo e 300milioni di euro di fondo di garanzia. Così: viva la generosità!

Il Parlamento boccia un provvedimento che avrebbe posto un tetto di 350mila
euro l'anno per i manager pubblici e si appresta a svendere le case popolari alle imprese immobiliari, per cacciarne via gli inquilini.

Centinaia di aggressione fasciste ai danni di studenti sono impunite mentre si caricano gli studenti che chiedono di manifestare per le vie di Roma in occasione dello sciopero nazionale della conoscenza.


Sabato mattina a Pisa c‘è «Manifutura», il Festival sull’impresa, la ricerca e l’innovazione promosso dal centro studi «Nuova economia, nuova società» fondato da Pier Luigi Bersani e Vincenzo Visco, che si chiuderà alla Leopolda di Pisa, con la presenza del ministro Giulio Tremonti.

Il Partito democratico tende la mano al Ministro della destra per capire una crisi che è sotto gli occhi di tutti e così questo Governo può agire indisturbato senza alcuna opposizione se non quella sindacale del Sindacato di Base e dalla CGIL o le proteste degli studenti.


Per la mattina di Sabato 21 è prevista una manifestazione. Il nostro invito va ai lavoratori, ai pensionati, agli studenti. Scendiamo in Piazza contro il Governo, facciamo sentire la nostra voce contro chi ogni giorno licenzia, affama e reprime. Ricostruiamo una opposizione sociale senza la quale perderemo sempre più potere di acquisto, diritti collettivi e posti di lavoro.
Noi la crisi non la paghiamo Ore 9.00 piazza S. ANTONIO PISA

Confederazione COBAS PISA
www.confederazionecobaspisa.it

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Il capitalismo è crisi»

Ultime notizie dell'autore «Confederazione Cobas»

4571