il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Dignità operaia

Dignità operaia

(9 Marzo 2012) Enzo Apicella
Oggi sciopero generale dei metalmeccanici convocato dalla Fiom e manifestazione nazionale a Roma

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • Sviluppi e compiti
    (17 Ottobre 2019)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    APPUNTAMENTI
    (Capitale e lavoro)

    • 18 Ottobre 2019 - Mestre (VE)
      Contro lo sfruttamento del lavoro e della natura, contro repressione e militarismo, per un fronte di lotta anti-capitalista

    SITI WEB
    (Per un sindacato di classe)

    Solidarietà con lo Slai Cobas e gli operai di Nola

    (19 Maggio 2009)

    Come lavoratori impegnati nell'associazione politica Utopia Rossa esprimiamo la nostra piena solidarietà ai compagni dello Slai Cobas e agli operai di Nola che - pur senza alcuna illusione sulla reale volontà dei burocrati di Cgil, Cisl e Uil di contrapporsi realmente ai piani di Marchionne - hanno partecipato alla manifestazione indetta dai sindacati confederali a Torino con questa consapevolezza e con spirito unitario. Riteniamo giusta e legittima la loro reazione al tentativo di impedire che prendessero la parola i lavoratori direttamente colpiti dalla ristrutturazione, poiché l’espressione diretta dei propri interessi di classe rappresenta un diritto inalienabile di ciascun lavoratore al di là della sigla di appartenenza e di qualunque mediazione burocratica.

    Riteniamo che le misure di ristrutturazione che la Fiat si accinge ad applicare, con licenziamenti e minacce di chiusura definitiva di alcuni stabilimenti, non hanno solo una specifica valenza - devastante - per i lavoratori del gruppo. Esse assumono una rilevanza generale per tutti i lavoratori poiché le politiche della Fiat - sempre sorrette dal pieno appoggio dei governi dell'imperialismo italiano (governi Prodi con i forchettoni rossi inclusi) - hanno rappresentato tradizionalmente il modello da seguire per tutto il padronato italiano.

    Ci sembra grave che la stampa presunta "di sinistra" (come Liberazione e il Manifesto) contribuisca a diffamare questi lavoratori che con la loro protesta non hanno voluto esprimere nulla di personale contro il segretario della Fiom, Rinaldini, ma hanno dato voce, per una volta, a quei settori del mondo del lavoro che non accettano più che sulle loro lotte e sulle loro disgrazie continuino a crescere gli apparati delle burocrazie sindacali, con le loro logiche di concertazione nelle vertenze e carrierismo per i funzionari.

    17 maggio 2009

    Gino Potrino - Slai Cobas (Serra S. Bruno-VV)
    Fabrizio Portaluri - Direttivo nazionale Cub chimici (Pirelli di Bollate)
    Andrea Furlan - Direttivo regionale Filcams-Cgil (Roma)
    Pino Missori - Rdb, operaio Parco naturale (Barbarano Romano)

    Fonte

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Notizie sullo stesso argomento

    Ultime notizie del dossier «Per un sindacato di classe»

    8393