il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Rompere l'assedio

Oltre 100 cittadini statunitensi andranno a Gaza

(23 Maggio 2009)

Gli Statunitensi per la pace e la giustizia di Roma a sostegno delle delegazioni di CodePink

Dal 28 maggio al 14 giugno due delegazioni composte da oltre 100 statunitensi cercheranno di entrare a Gaza. Nel momento in cui Obama incontra i leader di Israele, Palestina e Egitto, le delegazioni organizzate da CodePink, il gruppo pacifista statunitense, chiederanno la fine dell'assedio di Gaza.

Studenti, avvocati, insegnanti, giornalisti e attivisti impegnati in questa missione di "diplomazia dal basso" porteranno ai bambini di Gaza – i quali costituiscono oltre il 50% della popolazione – medicinali, giocattoli, materiale scolastico, attrezzature sportive e materiale per costruire parchi giochi, risultato degli oltre 15.000 dollari raccolti a sostegno del viaggio.

Gli Statunitensi per la pace e la giustizia di Roma hanno dato il proprio sostegno all'iniziativa con la raccolta di fondi e la partecipazione di due delegati.

"È importante, come cittadina statunitense, dimostrare in modo molto concreto il nostro sostegno alla gente, e in particolare, ai bambini, di Gaza", ha detto Stephanie Westbrook che partirà da Roma. "È altretanto importante continuare a far pressione sull'amministrazione Obama perché esiga da Israele la fine del blocco".

Attraverso manifestazioni e legami con le societá civili palestinese e israeliana, le delegazioni sperano di contribuire a spostare il dialogo sulla fine del blocco il quale continua a impedire l'arrivo a Gaza di cibo e cure mediche sufficienti e materiali per la ricostruzione quasi 6 mesi dopo l'invasione israeliana.

"Sfidando l'assedio con le nostre delegazioni," ha detto Medea Benjamin di CodePink, "vogliamo spingere l'amministrazione Obama e i leader regionali ad affrontare questa crisi umanitaria".

Nel marzo di quest'anno, una prima delegazione di 60 persone organizzata da CodePink è entrata a Gaza, portando 1000 cesti rosa alle donne di Gaza. Questa volta, oltre alla delegazione che cercherà di entrare dall'Egitto, una seconda, composta di persone di cultura ebraica, tenterà l'accesso dal valico di Erez in Israele insieme al gruppo israeliano Coalizione delle donne per la pace.

Nel caso che le l'autorità egiziane o israeliane neghino l'ingresso a Gaza, i partecipanti si accamperanno alla frontiera tenendo workshop, seminari e azioni per esigere la fine dell'assedio.

CodePink si è impegnata ad organizzare altre delegazioni fino a quando non cesserà l'assedio.

Per maggiori informazione:
In lingua italiana:
Stephanie Westbrook, Statunitensi per la pace e la giustizia – Roma
steph@peaceandjustice.it
+39 333 11 03 510
In lingua inglese:
Medea Benjamin, Co-fondatrice CodePink +1 415 235 6517
Pam Rasmussen, Coordinatrice delle delegazioni +1 415 558 5700
http://www.codepinkalert.org/gaza

U.S. Citizens for Peace & Justice - Rome
http://www.peaceandjustice.it

6884