il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Manchester 4 - Milan 0

Manchester 4 - Milan 0

(10 Marzo 2010) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

Ultime novità del governo Napolitano-Berlusconi

(30 Luglio 2009)

Leggo nella cronaca di Prato che 412 bambini figli di immigrati sanspapiers sono a rischio e potrebbero essere separati dai genitori ed affidati ai servizi sociali. Questa possibilità deriva dalla legge 733b promulgata da Napolitano seppure con una lettera di "riserve" inviata al Governo. Diecine di migliaia di bambini in Italia saranno presto "affidabili" e sottratti alle loro famiglie.Leggo ancora in altra parte del giornale che il Presidente ha chiesto ed ottenuto dal Governo modifiche sostanziali al decreto anticrisi in punti essenziali riguardanti i poteri dell'Esecutivo che tendono ad ampliarsi e sopraffare e svuotare gli organismi di controllo come la Corte dei Conti e che contiene altre incursioni piratesche del Ministro delle Finanze sull'oro della Banca di Italia e sul rientro con tante benedizioni ed agevolazioni dei capitali all'estero degli evasori fiscali (ai quali però si limita a chiedere un miserrimo obolo) Lo Stato dovrebbe diventare una masseria padronale amministrata da Tremonti ed altri. Inoltre il Presidente ha fatto osservazioni sulla regolarizzazione delle badanti che è resa necessaria dalla normativa della legge 733b. Non se se per estendere la regolarizzazione a tutti i migranti o per vietarla alle badanti.,

Mi domando se questa moral persuasion del Presidente tanto efficace da rinviare a settembre la legge cosidetta delle intercettazioni e costringere il governo a fare un decreto correttivo di una legge giù approvata dalla Camera non poteva essere esercitata con altrettanta forza sulla legge cosidetta della sicurezza che approva misure contrarie ai diritti umani garantiti dalla Costituzione e da tante convenzioni internazionali . Penso che questa disparità di trattamento derivi dal minor peso sociale dei migranti, dei poveri, dei clochard che saranno tutti schedati. Napolitano poteva usare il suo potere e la evidente incostituzionalità di tante norme della 733 per ottenerne almeno la cancellazione delle norme più disumane. Nella 733b c'è un rinverdimento delle lettre de cachet di Luigi XVI: due Ministri potranno irrorare durissime pene e prolungarle nel tempo. Ma queste norme e tante altre del tutto scandalose per una democrazia non hanno scandalizzato il Presidente. che si è limitato a borbottare. La promulgazione della 733 ha incoraggiato la leghizzazione del Paese.. Il Consiglio Provinciale di Vicenza ha varato una mozione all' unanimità con la quale chiede presidi veneti per il veneto e questo prova come l'attacco ai diritti degli "altri" finisce prima o poi per limitare anche i nostri. Il federalismo etnico è in pieno sviluppo ed è di stamane la richiesta della conoscenza del dialetto e della storia della Regione in cui si andrà ad insegnare. A stabilire l'idoneità a questo requisito magari saranno preposte commissioni nominate dalle Regioni interessate. La conoscenza del dialetto sarà un pre-requisito insieme a quello della valutazione dell'Università in cui si è conseguita la laurea. Ci sarà una valutazione per la quale una laurea in lettere dell'Università X del Nord varrà 100 contro le 50 0 40 della stessa laurea rilasciata da una università del Sud. Insomma dimmi che dialetto parli ed in quale università ti sei laureato e ti dirò se potrai o meno insegnare nella mia città......

Intanto l'occhiuta rapina dei leghisti capeggiati da Tremonti delle risorse destinate al Sud solleva dentro la maggioranza la rivolta di alcuni notabili capeggiati da Lombardo e da Miccichè. Si parla di un Partito del Sud e di un Parlamento del Sud dal momento che gli investimenti che il governo è disposto a fare nel Sud sono soltanto quelli che verrebbero appaltati ad imprese del Nord. In effetti ci sono tante ragioni per rifiugiarsi in un Partito territoriale dopo la nascita de facto anche del PD del Nord e dell'adesione plebiscitaria alla linea leghista degli amministratori di ogni ordine e grado del PD. Ma dal momento che il movimento per un partito del Sud è in mano agli esponenti della oligarchia del blocco sociale politico-mafioso che finora vota compatto per il centro-destra abbiamo pochissime speranze che il Partito ed il Parlamento del Sud avranno connotazioni democratiche e popolari ed un qualche contenuto socialista nella gestione dell'economia e delle risorse pubbliche. Chi può credere ad un Partito o più Partiti del Sud capeggiati da Lombardo, Miccichè, LoJero, Mastella, Bassolino? Quale fiducia potranno ispirarci dopo il catastrofico fallimento delle istituzioni regionali meridionali ed il loro pericoloso indebitamento?

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Il quarto governo Berlusconi»

Ultime notizie dell'autore «Pietro Ancona - segretario generale CGIL sicilia in pensione»

3030