il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Parking

Parking

(20 Giugno 2011) Enzo Apicella
Il destino del governo Berlusconi è nella mani della Lega Nord

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

La testa di Boffo a Berlusconi

(5 Settembre 2009)

Dopo aver ricevuto la solidarietà della Cei e financo quella del Papa, il direttore dell'Avvenire è stato indotto alle dimissioni. Esce di scena lasciando una lettera piena di amarezza per la violenza che è stata esercitata su di lui e la sua famiglia. Nello stesso giorno in cui matura questa drammatica decisione che non sarà respinta, il Cardinale Bagnasco incontra il capo della Lega Bossi ed il Ministro Calderoli e discutono per almeno un'ora si dice di emigrazione ma sicuramente di diritti civili che la Chiesa non gradisce a cominciare dal testamento biologico e di tutto il contenzioso aperto su vari fronte tra laici e clericali. Il recupero di buoni rapporti tra governo e chiesa sarà pagato in sostanziale perdita di laicità a favore di nuove ondate di clericalizzazione della legislazione e della società civile.

La testa di Boffo è stata consegnata. La Chiesa non aveva alcuna convenienza a difenderlo ad oltranza dal momento che è diventato un impedimento, una zeppa, nei ben oliati rapporti tra la destra italiana ed il Vaticano. Difendere Boffo significa tenere aperto il fronte di guerra non solo con Feltri ma con lo stesso Berlusconi che certamente non ha gradito di non essere stato ricevuto per la perdonanza e di essere criticato da molti ambienti cattolici (ma mai dall'Osservatore Romano, organo della Chiesa globale che si è vantato di non avere mai riprovato i festini di villa certosa). Se mai c'è stata una corrente dentro le gerarchie favorevole alla difesa ad oltranza di Boffo questa è stata sconfitta dalla realpolitick e dal calcolo di alto opportunismo sugli interessi generali e permanenti della Chiesa in Italia che non possono perdere o incrinare una sponda servizievole ed adesiva al massimo come il Partito ed il Governo di Berlusconi. Il Governo si accinge a licenziare quarantamila insegnanti ma tra questi nessuno dei venticinquemila insegnanti di religione scelti dalle Curie Vescovili e pagati dallo Stato. Il Tar del Lazio sentenzia sulla illegittimità del credito all'insegnante di religione ed il Ministro Gelmini violando la legge accondiscende alle pretese della Chiesa e concede l'ingiusto che la magistratura amministrativa aveva negato.L'Aifa ammette l'uso della pillola RU 484 con limitazioni che, dopo le proteste di Greccia, Sacconi si affretta ad appesantire per negare in via burocratica quanto deve ammettere in linea di diritto.Il Parlamento dovrà presto esitare la legge sul testamento biologico e questa sarà quella che vorrà il Vaticano "mai più un caso englaro" cioè il divieto assoluto al morituro di tutelare la propria dignità. Di quelli che una volta si chiamavano PACS non se ne parla più e sempre più forte è la pressione su medici e farmacisti per rendere più difficile la possibilità di abortire e di accedere a farmaci malvisti dalla Chiesa. A questo bisogna aggiungere gli enormi interessi economici per diversi miliardi di euro che la Chiesa ricava dall'Italia a cominciare dalla esenzione dell'Ici fino al calcolo truffaldino e telescopico dell'otto per mille che estende alla intera massa dei contribuenti la percentuale di quanti dichiarano la loro preferenza.

Inoltre ha giocato anche l'imbarazzo della Chiesa per la denunziata omosessualità del Direttore dell'Avvenire. Fino a quando la cosa non era conclamata e risaputa come è stato dopo l'attacco di Feltri tutti sapevano e tutti facevano finta di niente. La Chiesa è ancora omofoba anche se mostra qualche apertura. Il catechismo è chiaro: 2357 "Appoggiandosi sulla Sacra Scrittura, che presenta le relazioni omosessuali come gravi depravazioni, 238 la Tradizione ha sempre dichiarato che « gli atti di omosessualità sono intrinsecamente disordinati ». 239 Sono contrari alla legge naturale. Precludono all'atto sessuale il dono della vita. Non sono il frutto di una vera complementarità affettiva e sessuale. In nessun caso possono essere approvati." 2358 Un numero non trascurabile di uomini e di donne presenta tendenze omosessuali profondamente radicate. Questa inclinazione, oggettivamente disordinata, costituisce per la maggior parte di loro una prova. Perciò devono essere accolti con rispetto, compassione, delicatezza. A loro riguardo si eviterà ogni marchio di ingiusta discriminazione. 2359 Le persone omosessuali sono chiamate alla castità. " Insomma, si può essere omosessuali ma si deve essere casti. Rispetto, compassione, delicatezza ma non debbono esprimere la loro natura. Specialmente se sono sposati ed hanno figli.

La Chiesa di Papa Ratzinger con la sua ossessione di lotta al relativismo è in sintonia con la destra italiana così come a livello internazionale pur comiziando contro la guerra ritiene giusta la presenta dell'Occidente in Afghanistan ed in Irak. Il Cardinale primate dell'Honduras non sostiene forse i golpisti quando ingiunge al Presidente deposto di non tornare alla sua patria?

Aspettiamoci quindi nelle prossime settimane un pieno recupero di Berlusconi con la Chiesa. Non escludiamo financo che possa essere ricevuto presto magari dopo il varo di alcune significative quanto oscurantiste leggi gradite oltretevere.

http://www.corriere.it/

Pietro Ancona

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Il quarto governo Berlusconi»

Ultime notizie dell'autore «Pietro Ancona - segretario generale CGIL sicilia in pensione»

2318