il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Il multibilionario

Il multibilionario

(5 Agosto 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Una lettera a Patta dei compagni di Lavoro Società - Cambiare rotta" di Roma e Lazio

(20 Maggio 2003)

Una lettera a Patta dei compagni di Lavoro Società - Cambiare rotta" di Roma e Lazio


Caro Gianpaolo,

abbiamo letto con una certa meraviglia la tua nota del 14 maggio nella quale comunicavi, al Segretario generale della CGIL e al Presidente del Comitato nazionale per il Sì, l’uscita della nostra area da quest’ultimo Comitato. Si tratta di una decisione di grande rilievo della quale però ci risultano fortemente oscure le motivazioni.

Certamente la nostra uscita dai comitati per il Sì non può basarsi su una assunzione da parte nostra delle critiche riconfermate da Guglielmo Epifani alla promozione del referendum; si tratta infatti di critiche certamente legittime ma altrettanto certamente da te e da tutte/i noi non condivise.

Né può trattarsi di una assunzione della campagna che la CGIL avvierà a favore del Sì come di una iniziativa sostitutiva di quella dei Comitati. Al contrario, la decisione del Direttivo confederale del 6-7 maggio va vista come uno straordinario valore aggiunto che, pur nella autonomia della campagna che la nostra Confederazione farà (come peraltro è autonoma la campagna di tutte le altre organizzazioni e associazioni che pure partecipano al Comitato), deve rafforzare e non dividere il fronte del Sì. Anzi, la presenza nostra e della Fiom nei Comitati poteva e doveva svolgere un preziosissimo ruolo di collegamento tra la campagna autonoma della CGIL e quella unitaria dei Comitati. Questo tanto più nel momento in cui la scesa in campo della CGIL, ma anche il parallelo rafforzamento dello schieramento astensionista, rendono cruciale la battaglia per il raggiungimento del quorum.

Inoltre ci sembra che questa scelta potrebbe rischiare di lasciare da sola, anche su questo terreno, la Fiom.

Questa decisione, proprio perché esporrà il nostro quadro diffuso, che è presente nei comitati unitari per il Sì, dai luoghi di lavoro ai territori ai Comitati regionali, a numerose critiche (fondate o strumentali che siano), avrebbe dovuto perlomeno essere presa dopo un attento esame collettivo di area.

Ti chiediamo perciò di sospendere tale decisione di uscita dai Comitati che, non solo personalmente ma anche collettivamente come compagne/i impegnati nell’area da te coordinata, non ci sentiamo né di condividere né di praticare.

Claudio Avvisati (Filcea - Direttivo CGIL Roma e Lazio)
Fabrizio Burattini (Direttivo CGIL Roma e Lazio)
Fiorella Fiordelli (coordinatrice area Lavoro Società Roma Sud)
Bianca Gennaro (segretaria regionale CGIL Scuola Roma e Lazio)
Raffaele Miglietta (segretario generale della CGIL Scuola di Frosinone)
Stefano Paglia (Fisac - ispettore CGIL Roma e Lazio)
Barbara Pettine (segretaria Fiom CGIL Roma Sud)
Luciano Piperno (Comm. Garanzia CGIL Roma e Lazio)
Angela Ronga (segretaria regionale FP CGIL Roma e Lazio)
Gennaro Spigola (segretario regionale Filt CGIL Roma e Lazio)
Massimo Terracciano (coordinatore provinciale area LS Frosinone)
Rosy Tomassi (coordinatrice area Lavoro Società Roma Est)
Cesare Ventrone (Filcams - Direttivo CGIL Roma e Lazio)

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Dove va la sinistra sindacale CGIL?»

Ultime notizie dell'autore «Lavoro Società - Cambiare Rotta»

8216