il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Victory

Victory

(8 Ottobre 2012) Enzo Apicella
Sequestrato dalla magistratura il MUOS per violazione delle leggi sull'ambiente.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(No basi, no guerre)

Il Business attorno al Camp darby: sinergie tra militare e civile

(22 Novembre 2009)

Tra il 1630 e il 1650 i Medici decisero di collegare la città di Pisa con il nascente porto di Livorno; ecco come nasce il Fosso dei Navicelli che fino agli anni trenta del secolo scorso fu utilizzato per trasporti di materiali pesanti fino a quando non venn distrutto e reso impraticabile dai bombardamenti Usa.

Il nuovo Piano regolatore prevede uno sviluppo di tutta l'area dei Navicelli e non solo in funzione della cantieristica , sono infatti previsti nuovi insediamenti, un ampiamento del porto.

Come leggiamo sul sito www.navicelli.it La Navicelli S.p.a, è una società interamente a capitale pubblico, costituita al fine di gestire il Porto pisano, il Canale dei Navicelli e più in generale tutte le aree demaniali, su delega del Comune di Pisa con convenzione del 28 dicembre 2000. Le attività svolte dalla Navicelli S.p.a nell’area del canale dei Navicelli, riguardano l’amministrazione del patrimonio demaniale di terreni e fabbricati, l’ assegnazione delle concessioni demaniali, la loro gestione e controllo. Inoltre sono previste l’esecuzione di opere di manutenzione, dragaggio ed escavazione dei fondali compresa la rimozione dei material sommersi,
Ma le mire della Navicelli spa (in realtà Comune e Provincia detengono ciascuna il 33,3% delle azioni e il resto delle quote è di proprietà della Camera di Commercio) sono ben altre
Ecco spuntare la Sviluppo Navicelli ,un consorzio che vede raggruppati il consorzio nautica Pisana e la Borrello spa che ha iniziato la costruzione del nuovo porto a Marina di Pisa in "un'area di 200 mila metri quadrati dove, oltre al bacino portuale vero e proprio ed ai servizi strettamente collegati alla nautica sono previsti un albergo, un'area commerciale e una zona residenziale. Il porto potrà accogliere 475 imbarcazioni e si aprirà direttamente in mare " come troviamo scritto sul portale della società. L'Amministratore delegato della Borrello rappresenta altre proprietà sul litorale (alberghi per esempio) e recentemente per conto di Sviluppo Navicelli Spa", Stefano Bottai ha offerto la propria disponibilità a ospitare Ikea nell'area di sviluppo artigianale-industriale del Canale. Per me-dice l'AD di Borrello spa, Stefano Bottai (ex consigliere comunale della DC) può venire già domani mattina. Ikea ha bisogno di 15.000 metri quadrati di territorio. Ce ne sono 80.000 disponibili nell'area dopo lo svincolo dell'autostrada, verso Sud, dietro il My Hotel, in pratica confinanti con la nuova rotonda di immissione sull'Aurelia che è stata costruita da poco".

il Comune di Pisa costruisce infrastrutture che poi servono a società private per grandi opere speculative. Ikea è stata rifiutata a Vecchiano perchè il suo impatto era giudicato negativo sulla economica locale, ecco allora arrivare una offerta alternativa.

In questo contesto, dove gli interesi economici sono variegati e vanno dalla cantieristica all'edilizia, dagli alberghi al Porto, arriva l'ampliamento della base di camp darby.

Nel 1990-91 durante la guerra nel Golfo transitarono da Camp Darby 20 mila tonnellate di munizioni, altre 22 mila invece durante i combattimenti della Tempesta del Deserto. Nel 1999 per la campagna del Kosovo furono smistate 16 mila tonnellate, pari al 60 per cento degli ordigni schierati dalla coalizione atlantica. Nei giorni del Natale 1998, alla vigilia del conflitto balcanico, sui moli tirrenici sono sbarcate 3278 cluster bomb. Camp darby è una base nevralgica per la logistica usa, lo dicono riviste e pubblicazioni usa e europee. Il disegno americano è da anni noto:trasportare armi via mare utilizzando i navicelli. Contro la ipotesi di ampliamento della base di Camp darby si espressero con ordini del giorno i Consigli Comunali di Collesalvetti e di Pisa, la stessa regione Toscana ha parlato a più riprese di riconversione della base. Forti preoccupazioni provengono dalle associazioni ambientaliste che ricordano come l'area di camp darby sia nella lista delle zone da bonificare e si ricorda l'aumento dei tumori in prossimità delle basi militari e dei poligoni di Tiro (altro che ridente macchia mediterranea...)
A distanza di pochi anni i pacifisti istituzionali indossano l'elmetto e annusano un enorme giro di affari . Per questo il Sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, propone, per conto di interessi economici forti che hanno sorretto la sua Giunta e quella dell'Onorevole Fontanelli che l'ha preceduto, una partecipazione Usa ai lavori dei Navicelli. Uno scambio tra la militarizzazione dei territori e la nascita di un grande polo industriale. Nel frattempo si dimentica che l'area della cantieristica, gli alberghi e i nuovi stabilimenti nell'interporto di Guasticce sono autentici laboratori della precarietà dove il la forza lavoro è o interinale o a tempo determinato, dove si fa un ampio uso di cassa integrazione e dove dominano i sub appalti al ribasso. Non c'è che dire la militarizzazione dei territori, il controllo sociale e la precarietà del lavoro e della esistenza sono gli scenari futuri per la città di pisa e quella di Livorno,. E' questa l'idea di sviluppo del Partito democratico

CONFEDERAZIONE COBAS - PISA

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «No basi, no guerre»

Ultime notizie dell'autore «Confederazione Cobas»

11849