">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Se ero tibetano...

Se ero tibetano...

(14 Agosto 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • Stampa comunista: inutili i personalismi, serve un gioco di squadra
    Oggi, benché il Partito Comunista Italiano si sia sciolto nel 1991, lasciando il posto a un mosaico di piccoli partiti che si ispirano all’ideologia comunista, il bisogno di un’informazione critica e impegnata permane.
    (28 Febbraio 2024)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Capitale e lavoro)

    Contratto chimici in continuità con l’accordo separato

    (24 Dicembre 2009)

    Il testo siglato da CGIL-CISL-UIL sul rinnovo del CCNL chimico-farmaceutico sottoscrive di fatto l’accordo separato sulla contrattazione del 22 gennaio. E’ una scelta sbagliata che indebolisce tutti.

    Quasi inesistenti le caratteristiche positive, molte, invece, quelle negative. Infatti:

    - 135€ in 3 anni sul livello D1 che diventano 115€ sull’E1, categoria nella quale sono inquadrate le operaie e gli operai sulle linee di produzione, erogate in 3 trance “a salire”; non si fa un esplicito riferimento all’IPCA ma l’entità degli aumenti rispetta quel vincolo. Cisl e Uil (anche di categoria) e Federchimica sostengono che il Ccnl è in linea con l'accordo separato. Chi ha ragione?

    - Vengono ABROGATI gli SCATTI DI ANZIANITA’, congelandone la condizione al 31 dicembre 2009: viene eliminato un elemento della retribuzione certo e consolidato, creando una profonda disparità fra vecchi, nuovi e futuri assunti;

    - I CONTRATTI A TERMINE potranno durare fino a 54 mesi, quando la legge dice al massimo 36;

    - Viene RADDOPPIATO il periodo di prova: 4 mesi per l’inquadramento in E, 6 mesi per l’inquadramento in C e D;

    - Chi utilizza i permessi della legge 104 dovrà comunicare all’azienda un CALENDARIO ANNUALE di utilizzo degli stessi. Inoltre il datore di lavoro, in caso di necessità, potrà DIFFERIRNE la fruizione.

    - Per tutti i lavoratori viene confermata la flessibilità annuale degli orari di lavoro;

    - Si specifica che il Premio di Partecipazione, contrattato a livello aziendale, dovrà essere TOTALMENTE variabile; viene inoltre indicato che i PdP dovranno prevedere decurtazioni collegate all’ASSENTEISMO medio e l’erogazione dovrà essere legata all’ASSENTEISMO individuale;

    - Viene introdotto il “Fondo Bilaterale Aziendale”, pagato sia dai lavoratori che dalle imprese, finalizzato ad integrare i salari in caso di CIG, CIGS o contratti di solidarietà; sarà così impossibile richiedere alle imprese di farsi carico direttamente delle integrazioni che saranno pagate anche con i contributi dei lavoratori;

    - Ci si impegna ad istituire la Conciliazione e l’Arbitrato sulle vertenze aziendali, limitando così la libertà sindacale.

    - Viene confermata la possibilità della deroga a livello aziendale sulle normative del contratto nazionale, punto centrale dell’accordo separato del 22 gennaio.

    Questo accordo riduce fortemente i diritti, la contrattazione e il ruolo delle RSU, per questo diciamo no

    Roma, 22 dicembre 2009

    www.lacgilchevogliamo.it nella FILCTEM

    Fonte

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Ultime notizie del dossier «Contratto Chimici»

    19817