il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Arrivano gli aiuti. Rotto l'infame assedio di Gaza

Viva Palestine

(7 Gennaio 2010) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Gaza Freedom March)

A fianco della Gaza Freedom March

(29 Dicembre 2009)

In queste ore circa 1500 persone, donne e uomini, vecchi e giovani di tante nazionalità stanno tentando una nobile, pacifica azione per richiamare l’attenzione del mondo sulla tragedia di Gaza, assediata e affamata da Israele con la complicità dell’Egitto e il vergognoso sostegno del governo italiano.

Donne e uomini che portano con sé materiale sanitario per alleviare le sofferenze di quel milione e mezzo di assediati nell’inferno di Gaza, privati di ogni risorsa e oltraggiati nella loro dignità di esseri umani, rischiano di non poter compiere la loro missione perché l’Egitto, piegato dal diktat israeliano, impedisce loro di entrare.

Un anno fa il mondo assisteva all’ennesima efferatezza dell’esercito di Israele, uno stato che si proclama democratico, nonostante calpesti il diritto internazionale e violi sistematicamente i diritti umani. Un anno fa, col nome orrendo quanto realistico di “piombo fuso”, Israele procedeva al massacro di Gaza.

Quest’anno il mondo non sente il fragore delle bombe e grazie al semi-silenzio stampa, ignora che alle 1400 vittime dei bombardamenti se ne sono aggiunte altre 344, dovute al divieto d’ Israele di far entrare cibi e medicine, nello spregio più assoluto di ogni legge e di ogni civile condanna.

L’associazione Amici della Mezzaluna Rossa Palestinese, mentre dichiara il proprio totale apprezzamento per la nobile azione dei volontari italiani e internazionali volta a rompere l’assedio,

CHIEDE

in nome dell’irrinunciabile diritto alla corretta informazione, ai giornali, alle Tv e a tutti gli organi d’informazione, di dare il giusto rilievo alla “Gaza Freedom march”

CHIEDE

ai partiti democratici, ai sindacati, agli uomini dell'arte e della cultura, a tutto il mondo del volontariato e dell'Associazionismo civile, di muoversi in appoggio della Gaza Freedom March, facendo leva sull’Egitto affinché apra il valico di Rafah a chi porta solidarietà alle vittime dell’assedio riaffermando ed esigendo, a proprio rischio, il rispetto dei diritti umani PER TUTTI.

INVITA

a organizzare nelle varie città iniziative d’informazione e di sostegno tramite collegamenti telefonici con gli attivisti italiani in Medio Oriente e a partecipare a Roma, MARTEDI’ 29 DICEMBRE dalle ore 18, ad analoga iniziativa presso la sede della Comunità Cristiana di Base San Paolo in via Ostiense 152/B.

Roma 28 dicembre 2009

Associazione Amici della Mezzaluna Rossa Palestinese

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Gaza Freedom March»

4164