il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Arrivano gli aiuti. Rotto l'infame assedio di Gaza

Viva Palestine

(7 Gennaio 2010) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Gaza Freedom March)

I partecipanti alla Gaza Freedom March protestano contro l’assedio di Gaza davanti al consolato Israeliano

(2 Gennaio 2010)

(Cairo) I partecipanti alla Gaza Freedom March hanno protestato davanti al consolato Israeliano (vicino allo zoo di Giza) chiedendo di porre fine all’assedio di Gaza. Circa cinquecento internazionali da oltre 43 nazioni hanno deciso di fare questa protesta come azione finale, dopo che il governo Egiziano ha proibito loro di entrare a Gaza. I dimostranti hanno intonato slogan quali “Basta con l’occupazione” e “Boicottiamo Israele” . Sono preoccupati per l’impunità di cui gode Israele e chiedono ai propri governi di obbligare Israele a rendere conto dei presunti crimini di guerra che sta commettendo a Gaza e in tutta la Palestina.

Un pesante servizio di sicurezza è stato schierato davanti al consolato, con la polizia anti sommossa Egiziana che circondava i dimostranti. Cittadini Egiziani che si trovavano a passare sostenevano la protesta suonando i loro clacson. “Chiediamo che Israele metta fine all’assedio di Gaza e che i responsabili dei crimini siano messi sotto accusa” afferma Gael Murphy, una dimostrante Americana, "nel nuovo anno ci impegniamo solennemente a continuare la nostra pressione sul governo US affinchè smetta di finanziare gli armamenti ad Israele”.

U.S. Citizens for Peace & Justice - Rome

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Gaza Freedom March»

Ultime notizie dell'autore «U.S. Citizens for Peace & Justice»

5844