il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Papa Francesco

Papa Francesco

(9 Luglio 2013) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • L’iniquità dell’Irpef
    (18 Gennaio 2022)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (L'oppio dei popoli)

    Le comiche di inizio anno

    (4 Gennaio 2010)

    Sua Santità (il pastore tedesco) sentenzia che né astrologi, né economisti possono predire il futuro e che solo in Dio l’umanità può riporre la speranza di un futuro migliore.
    D’accordo sugli astrologi e d’accordo se, citando gli economisti, il Santo padre ha pensato a Tremonti, ma mettere sullo stesso piano l’irrazionale e la tragica razionalità della economia mi sembra una cosa sciocca.
    Una punta di autentica comicità l’abbiamo avuta quando un giornalista televisivo ha chiesto l’opinione di Tremonti in merito alla esternazione papale e la risposta è stata così contorta e surreale, con il ministro incartato nel suo linguaggio incomprensibile, al punto che era chiaro che nemmeno lui aveva capito ciò che diceva, con gli occhi smarriti e imploranti che chiedevano al giornalista di aiutarlo a uscire da quella situazione. Comunque alla fine ha detto che aveva ragione il Papa.
    Cosa si fa per avere il voto dei cattolici!

    Quanto alla speranza di un futuro migliore, dovendo giudicare da come Dio ha guidato l’umanità nel passato e come la guida nel presente, non ci pare che i risultati inducano all’ottimismo, a meno che finora il padre eterno non sia stato molto distratto e per nulla intenerito da un miliarduccio di esseri umani che crepano di fame, mentre i cristiani obesi gozzovigliano a Natale, invece di aiutare i loro “fratelli”.
    Invece di impegnarsi in “miracoli” poco impegnativi, tipo far piangere lacrime di sangue ad una madonnina di gesso, chiediamo al padreterno di impegnarsi di più, tipo far finire la guerra tra israeliani e palestinesi, o fare il miracolo di un disarmo globale e con quei soldi risolvere il problema degli affamati.
    Per avere speranza vogliamo vedere queste opere, e se non le vediamo vorrà dire che solo gli uomini possono risolvere i loro problemi, senza farsi illusioni di interventi divini!

    4 gennaio 2010

    Paolo De Gregorio

    Fonte

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Ultime notizie del dossier «L'oppio dei popoli»

    Ultime notizie dell'autore «Paolo De Gregorio»

    3409